TEXA – Speciale 2021

Texa consolida il suo ruolo da protagonista nella telematica

Forte accelerazione dei piani di rinnovamento prodotto. Già nel secondo trimestre 2021 arriverà una nuova black box 4G.

 Andrea Algeri, General Manager Telemobility di Texa
Andrea Algeri, General Manager Telemobility di Texa

“Il 2021 sarà un anno fondamentale – dice Andrea Algeri, General Manager Telemobility di Texa – una sorta di spartiacque con il passato e il presente recente per quanto riguarda le tecnologie impiegate in ambito telematico, con evidenti ricadute sull’offerta verso flotte aziendali, società di noleggio e comparto assicurativo. La sfida tecnologica, infatti, riguarderà i moduli di connettività. Oggi i principali operatori utilizzano black box equipaggiate con moduli che lavorano in modalità 2G, tecnologia ormai datata. É quasi certo che, con l’inizio del 2022, andrà a ridursi la copertura 2G con previsione di disattivazione totale nel corso del 2025. Di fronte a questo scenario, considerato che le nostre soluzioni sono destinate principalmente a società di noleggio e a flotte aziendali per installazioni su veicoli ad uso pluriennale, abbiamo deciso di accelerare i piani di rinnovamento prodotto e già nel secondo trimestre 2021 proporremo una nuova black box 4G. Sarà realizzata massimizzando la tecnologia, anche dal punto di vista della velocità e della dimensione dei dati trasmissibili, comprese immagini e filmati”.

NUOVI DEVICE TECNOLOGICI

“Per il 2021 Texa, oltre a questa importante novità, ha previsto di affiancare il lancio di un nuovo device diagnostico (dongle OBD) di dimensioni ulteriormente contenute rispetto all’attuale, in grado, tra l’altro, di operare in total real-time con una ancora maggiore densità e tempestività di informazioni. Queste innovazioni ci permetteranno di consolidare il nostro ruolo da protagonisti nella telematica evoluta. Oltre a quanto detto precedentemente, l’anno prossimo lanceremo una nuova piattaforma di ultima generazione, dedicata all’elaborazione e alla consultazione dei dati, soluzione che sfrutterà nuove logiche di calcolo e di estrazione delle informazioni, esclusivamente in real-time, pur mantenendo un elevato grado di profondità dei dati diagnostici. Nuove tecnologie e nuova piattaforma permetteranno ai fleet manager di osservare in maniera puntuale gli indicatori più interessanti per quanto riguarda la misurazione dei comportamenti etici ed eco-sostenibili”.

SOLUZIONI TOTALMENTE DIGITALIZZATE

“Il contesto attuale ha generato profonde riflessioni sulle necessità e le modalità di utilizzo dei veicoli aziendali. Vedo un’importante crescita delle vetture condivise, in grado di soddisfare esigenze lavorative e logistiche, con nuove modalità, preso atto che si stanno declinando nuovi modelli lavorativi per i quali la presenza in sede non sarà più necessaria come lo è stata prima della pandemia da Covid-19. Anche per questi nuovi bisogni la nostra tecnologia può contribuire in maniera determinante, grazie a collaudate soluzioni, totalmente digitalizzate, che permettono una gestione del veicolo in sharing, supportata da piattaforme di prenotazione e rendicontazione molto evolute. Il tutto all’interno di circuiti ad elevato grado di protezione, basati sui più rigorosi parametri di cybersecurity”.