Quanto contano il prezzo, la sicurezza, l’ambiente e l’immagine. AUTO AZIENDALE: GRANDE ATTENZIONE AI COSTI SENZA DIMENTICARE L’IMMAGINE

E’ il prezzo il primo elemento preso in considerazione dai gestori di flotte aziendali (fleet manager) nella scelta delle autovetture da inserire nei loro parchi. E’ quanto emerge da una rilevazione condotta dal Centro Studi Auto Aziendali nel quadro delle sue inchieste congiunturali. In una scala di importanza da 1 a 10 il voto medio attribuito al prezzo dagli interpellati è stato pari a 8,6. Il momento particolarmente difficile per l’economia giustifica ampiamente questo voto. Non bisogna però ritenere che i gestori di auto aziendali trascurino altri elementi di particolare rilevanza anche sociale. Nella graduatoria per importanza degli elementi considerati per la scelta delle autovetture immediatamente a ridosso del prezzo si colloca infatti la sicurezza con un voto medio di 8,5. Al terzo posto troviamo però un altro elemento che ha una precisa valenza economica e cioè il costo di esercizio, che riceve un voto medio di 8,2.

Importanza attribuita ai diversi aspetti delle auto aziendali (2013)

voto (1= importanza minima; 10= importanza massima)

voto

prezzo

8,6

sicurezza

8,5

costi di esercizio

8,2

facilità di manutenzione

7,6

ridotte emissioni di CO2

7,4

valore residuo

6,7

immagine di marca/modello

6,6

Fonte: Centro Studi Auto Aziendali

Lievemente distaccate la facilità di manutenzione (7,6) e le basse emissioni di CO2 (7,4). Importanza leggermente minore i gestori delle flotte attribuiscono al “valore residuo” (6,7), cioè al prezzo che ritengono di spuntare quando rivenderanno l’auto usata. All’ultimo posto nella graduatoria troviamo l’immagine che il modello e la marca della vettura conferiscono a chi li usa. Di questi tempi è comprensibile che si punti più alla sostanza che all’immagine, anche se per le aziende l’immagine è sostanza. Ne sono certamente consapevoli i fleet manager che pur ponendo, in questo momento, l’immagine in secondo piano le attribuiscono comunque un punteggio in assoluto importante (6,6).

Anche il mercato dell’auto aziendale risente del quadro complessivo dell’economia italiana e, in questo momento particolare, si trova in una situazione di stallo in attesa che si superi l’empasse in cui il Paese si trova. Ciò non toglie però che le case automobilistiche siano sempre fortemente interessate alle vendite alle flotte, come emerge anche dal grande interesse che stanno dimostrando per Company Car Drive 2013. Questo evento si svolgerà a Monza il 17 e il 18 aprile prossimo ed è appositamente costruito per consentire ai fleet manager di provare su sei percorsi in pista, su strada e fuori strada la produzione delle case automobilistiche. Non solo, Company Car Drive prevede anche un ricco programma di seminari e convegni, illustrati al sito www.companycardrive.com che può essere utilizzato anche per l’iscrizione necessaria per partecipare gratuitamente alla manifestazione.

Bologna, 14 marzo 2013

Centro Studi Auto Aziendali: Ufficio Stampa Econometrica – telefono: 051 271710

fax: 051 224807 email: info@econometrica.it