Programma dettagliato Company Car Drive —-> PDF

Autodromo di Vallelunga “Piero Taruffi”

Mercoledi 18 aprile 2012

  • 9:00-17:00 Ritiro accrediti (Centro Congressi)
  • 9:00-17:00 Safety Briefing sponsored by clip_image002(Centro di Guida Sicura)
  • 9:00-18:00 Prove autoveicoli sui cinque percorsi
  • 10:30-11:30 Seminario “Il Fleet Manager come partner strategico per la creazione di valore d’impresa”
    Relatori: Angelo Paletta (UniBo), Marco Terrusi (Mercedes-Benz), Gian Primo Quagliano (Econometrica)
  • 12:00-13:00 Assemblea aperta A.I.A.G.A. e consegna dei Fleet Italy Awards
  • 14:00-15:00 Seminario “Gestione del Total Cost of Ownership delle flotte aziendali”
    Relatori: Angelo Paletta (UniBo), Nicola Pumilia (Fiat), Giovanni Tortorici (A.I.A.G.A.)
  • 16:00-17:00 Seminario “L’auto elettrica nelle flotte
    Relatori: Andrea Solari (Arval), Michele Ricco (Enel), Ermanno Molinari (A.I.A.G.A.)

 


Giovedi 19 aprile 2012

  • 9:00-17:00 Ritiro accrediti (Centro Congressi)
  • 9:00-17:00 Safety Briefing sponsored byclip_image002 (Centro di Guida Sicura)
  • 9:00-18:00 Prove autoveicoli sui cinque percorsi
  • 10:30-11:30 Seminario “Il Fleet Manager come partner strategico per la creazione di valore d’impresa”
    Relatori: Angelo Paletta (UniBo), Marco Terrusi (Mercedes-Benz), Ermanno Molinari (A.I.A.G.A.)
  • 14:00-15:00 Seminario “Gestione del Total Cost of Ownership delle flotte aziendali”
    Relatori: Angelo Paletta (UniBo), Nicola Pumilia (Fiat), Gian Primo Quagliano (Econometrica)
  • 16:00-17:00 Seminario “L’auto elettrica nelle flotte
    Relatori: Andrea Solari (Arval), Michele Ricco (Enel), Giovanni Tortorici (A.I.A.G.A.)

 


Seminari a cura di A.I.A.G.A., Econometrica
e Fondazione Alma Mater dell’Università di Bologna

 


18 aprile e replica 19 aprile

ore 10.30 – 11.30

clip_image004

“Il Fleet Manager come partner strategico per la creazione di valore d’impresa”

 

Angelo Paletta, professore di Economia Aziendale all’Università degli Studi di Bologna

Marco Terrusi, Responsabile Settore Vendite Flotte di Mercedes-Benz Italia

Gian Primo Quagliano, presidente Econometrica (18/04)

Ermanno Molinari, segretario generale A.I.A.G.A. (19/04)

Il fleet manager, tradizionalmente considerato come un mero centro di costo, può diventare per l’impresa una vera e propria opportunità d’investimento, partecipe della funzione manageriale e della costruzione di vantaggi competitivi sostenibili. Al pari delle altre figure manageriali all’interno dell’impresa il fleet manager è un gestore di fondamentali assets aziendali, tangibili e intangibili. Il suo ruolo strategico non è semplicemente collegato all’entità del capitale finanziario investito nella flotta aziendale e nella sua gestione, ma assume un rilevo cruciale nelle strategie di Corporate Social Responsibility (CSR). Il fleet manager, infatti, contribuisce a costruire il capitale intellettuale dell’impresa attraverso l’allineamento strategico del capitale umano, l’efficacia e l’efficienza dei processi del business, lo sviluppo del capitale organizzativo e relazionale dell’impresa. All’interno di questo quadro concettuale, il seminario offre spunti di riflessione per analizzare la performance del fleet manager nella prospettiva della creazione di valore dell’impresa, proponendo ai partecipanti gli strumenti operativi per definire la balanced scorecard della gestione della flotta aziendale.


18 aprile e replica 19 aprile

ore 14.00 – 15.00

clip_image006

“Gestione del Total Cost of Ownership delle flotte aziendali”

 

Angelo Paletta, professore di Economia Aziendale all’Università degli Studi di Bologna

Nicola Pumilia, European Fleet Sales Director di Fiat Group Automobiles

Giovanni Tortorici, presidente A.I.A.G.A. (18/04)

Gian Primo Quagliano, presidente Econometrica (19/04)

A livello internazionale, la persistente crisi economica mondiale e la riconversione dei processi produttivi e dei prodotti in una prospettiva di sostenibilità ambientale sono i due grandi fattori che stanno influenzando in modo strutturale la gestione delle flotte aziendali. Poiché in molte aziende il budget della flotta aziendale rappresenta una quota consistente dei costi generali, il fleet manager è una delle figure manageriali che maggiormente subisce la pressione di riduzione delle spese. Il fleet manager rischia di trovarsi “sul tavolo” di indiscriminate politiche di cost reduction se non è capace di proporre in chiave strategica la gestione dei costi della flotta aziendale. In tale ottica, il seminario si sofferma ad analizzare il Total Cost of Ownership (TCO) come una filosofia gestionale della flotta che permette di avere una visione sistemica dei costi totali e delle loro cause (drivers), in una prospettiva di green accounting in cui la salvaguardia dell’ambiente diventa anche una strategia di cost reduction.

 

 


18 aprile e replica 19 aprile

ore 16.00 – 17.00

clip_image011clip_image012

“L’auto elettrica nelle flotte

Andrea Solari, Vice Direttore generale di Arval Service Lease Italia

Michele Ricco, Responsabile dei Progetti di Sviluppo e Gestione dell’Auto Elettrica nella Flotta di Enel

Ermanno Molinari, segretario generale A.I.A.G.A. (18/04)

Giovanni Tortorici, presidente A.I.A.G.A. (19/04)

Il crescente impegno per la mobilità sostenibile e l’ormai ampia offerta messa in campo dalle case automobilistiche, fanno aumentare l’interesse di molte le aziende nei confronti della scelta di veicoli elettrici. Nel corso del seminario Arval ed Enel forniranno una testimonianza ed una esemplificazione delle proprie specifiche esperienze. Enel, tra le prime in Italia, a coniugare strategie di sostenibilità economica ed ambientale per il proprio parco mezzi, implementando un importante programma di mobilità elettrica in coerenza con i propri obiettivi di sostenibilità rendicontati annualmente. Arval, punto di riferimento in Italia nel noleggio auto a lungo termine, sta integrando la propria offerta con una gamma di prodotti e servizi di mobilità elettrica, proponendosi come e-mobility integrator, vale a dire collettore di esperienze e conoscenze di tutti gli attori (aziende, costruttori, clienti, aziende erogatrici di energia elettrica) coinvolti nella diffusione di una nuova cultura della mobilità a zero emissioni.

Lascia un commento