Nella scelta delle auto le aziende puntano alla sostanza

FLEET MANAGER ACADEMY

Nella scelta dell’auto le aziende puntano alla sostanza

È il prezzo il primo elemento preso in considerazione per la scelta dell’auto aziendale. Questo dato risulta da una rilevazione condotta dal Centro Studi Auto Aziendali su un campione di acquirenti e gestori di auto aziendali (fleet manager). In una scala d’importanza da 1 a 10 il prezzo riceve un voto medio di 8,6. Sarebbe però sbagliato dire che i gestori delle flotte guardano solo al prezzo nell’acquistare le auto che i dirigenti, quadri ed altre persone della loro azienda utilizzeranno per i loro viaggi di lavoro e, nel caso in cui siano autorizzati dalla loro azienda, anche per uso personale. Le caratteristiche di affidabilità e sicurezza hanno infatti un indice di importanza soltanto lievemente inferiore a quello del prezzo (8,5 contro 8,6) e importante è poi anche la considerazione dei costi di esercizio (8) e della facilità di manutenzione e assistenza (7,4). Nella parte bassa della graduatoria troviamo invece le ridotte emissioni di CO2 (indice 7,1) e questo sta indubbiamente ad indicare un modesto interesse per l’impatto sull’ambiente. Abbastanza sorprendente è poi constatare che all’ultimo posto vengono le questioni di immagine (6,1).

Il quadro che emerge è che l’auto aziendale ideale deve avere un prezzo abbordabile, essere sicura per tutelare l’incolumità di chi la guida, dei passeggeri ma anche dei terzi e deve essere anche affidabile cioè non deve creare problemi durante l’utilizzazione in modo da assicurare sempre la piena efficienza durante i viaggi di lavoro.

Naturalmente l’auto aziendale ideale si presta al meglio per la maggior parte delle esigenze aziendali ma vi sono anche esigenze particolari che richiedono apposite caratteristiche della vettura. Ne consegue che nei parchi circolanti c’è spazio per una larghissima gamma di auto.

Il 20 ottobre si svolgerà a Verona Fleet Manager Academy, un’iniziativa organizzata da Econometrica e Centro Studi Promotor per favorire l’incontro tra gli utilizzatori di auto aziendali e le case auto e tutte le aziende che forniscono beni e servizi alle flotte. L’evento prevede un’esposizione di vetture, un ricco calendario di lavori in cui si potranno mettere a fuoco molti dei più importanti temi legati alla gestione delle flotte e alla scelta dei veicoli e delle soluzioni più idonee per le diverse esigenze aziendali. Partecipare a questo evento per i fleet manager è dunque un’importante occasione di aggiornamento professionale ma anche un’opportunità per confrontarsi con colleghi che svolgono mansioni analoghe in altre aziende ed anche con i responsabili di case automobilistiche, società di noleggio ed altri operatori della filiera.

La partecipazione a Fleet Manager Academy è gratuita per i fleet manager previa registrazione sul sito www.autoaziendalimagazine.it .

 

Bologna, 21 settembre 2015