Guida predittiva: nuova frontiera della sicurezza

 

FLEET MANAGER ACADEMY

A Verona il 20 ottobre nell’ambito di Fleet Manager Academy

 Guida predittiva: nuova frontiera della sicurezza

 

In tema di sicurezza stradale l’obiettivo non può essere che incidenti zero. Gli interventi sulle infrastrutture e le importantissime innovazioni tecnologiche adottate nell’ultimo decennio per le autovetture hanno ridotto in maniera drastica sia il numero degli incidenti che quello delle vittime, ma la battaglia verso l’obiettivo incidenti zero continua.

Una nuova frontiera di grande interesse è quella della cosiddetta guida predittiva che si basa sulla possibilità di prevedere quello che sta accadendo sulla strada davanti all’automobilista. La caratteristica di questo approccio sta nella comunicazione tra i veicoli e tra questi e le infrastrutture. La tecnologia necessaria per la guida predittiva già esiste, occorre applicarla e soprattutto occorre formare gli automobilisti a questo nuovo approccio.

È del tutto evidente che questo tema è di grande interesse anche per le flotte aziendali. E ciò sia per l’aspetto etico insito nella lotta agli incidenti stradali sia per l’impatto economico che l’evitare sinistri ha nella gestione di una flotta e in genere per l’azienda a cui la flotta appartiene. Essendo ormai il tema della guida predittiva maturo, non solo per essere discusso, ma anche per tutte le possibili declinazioni nell’utilizzazione quotidiana delle auto aziendali, Fleet Manager Academy di autunno, che si terrà a Verona il 20 ottobre, dedicherà un importante seminario alla guida predittiva con la presenza di esperti e formatori di grande esperienza.

 

Bologna, 29 giugno 2015