Come tutelare i driver in caso di omicidio stradale

Come è noto, con l’approvazione della Legge 41/2016 su “omicidio stradale e lesioni personali stradali” sono state introdotte pene pesantissime a carico dei driver che possono arrivare non solo alla revoca della patente ma anche a pene detentive particolarmente severe e che comunque comportano onerosi procedimenti giudiziari.
 
L’esperienza dei primi tre anni di applicazione della legge ha dimostrato che anche se la responsabilità penale è in capo al driver, l’infrazione delle norme della “legge sull’omicidio stradale” comporta sempre pesanti conseguenze e spese non indifferenti anche per l’azienda del driver, spese che non sono coperte dalle normali polizze assicurative. Ha acquistato così grandissima importanza la tutela legale che è un apposito strumento assicurativo volto a tutelare non solo il driver ma anche l’azienda dalle conseguenze delle infrazioni delle norme del Codice della Strada.

L’argomento sarà oggetto di un seminario alla Fleet Manager Academy del 23 ottobre a Bologna che avrà come moderatore Ermanno Molinari Direttore Marketing di Econometrica e Segretario Generale di A.I.A.G.A. mentre relatori saranno Pierlorenzo Costa Responsabile Formazione di UCA S.p.A., Alfredo Penna Direttore Generale di UCA S.p.A. e Christina Fausti Company Mobility & Data Protection Responsible di Continental Italia.
Il seminario è una importante ragione in più per partecipare alla Fleet Manager Academy del 23 ottobre al quartiere fieristico di Bologna che offrirà anche 21 crediti formativi, un ricco programma di seminari, l’esposizione di moltissime novità auto in prima assoluta, la possibilità di incontrare colleghi ed amici del mondo dell’auto aziendale.
Partner