Yuko with Toyota, primo bilancio positivo per il car sharing ibrido a Venezia

Primo bilancio positivo per il car sharing ibrido Yukolanciato da Toyota a Venezia lo scorso giugno. In otto mesi, il servizio ha raggiunto a Venezia quota 2.500 iscritti, che dal primo giugno 2018 hanno effettuato oltre 4.900 noleggi per un totale di circa 143.000 km, percorsi per oltre il 47% del tempo a zero emissioni. In particolare, il servizio di car sharing Yuko – composto da Yaris ibride e Prius plug-in – ha contribuito a risparmiare, finora, sei tonnellate di CO2.

”Yuko with Toyota – ha commentato l’assessore alla mobilità del Comune di Venezia Renato Boraso – è la dimostrazione che, sfruttando la tecnologia e le innovazioni, si può migliorare non sola la vita di chi vive nella nostra città, ma anche contribuire alla salvaguardia dell’ambiente e dell’aria che respiriamo. Per questo siamo davvero onorati di poter contare su questa collaborazione: Venezia ha scelto Toyota, e Toyota ha scelto Venezia”.

“I dati che abbiamo raccolto dopo questo primo bilancio – ha affermato Andrea Saccone, Responsabile Relazioni Esterne di Toyota – ci dimostra che la scommessa fatta lo scorso anno con il sindaco Luigi Brugnaro ha dato ottimi risultati. I 143.000 chilometri dimostrano come un servizio appena nato è riuscito ad entrare immediatamente nell’interesse di tutti quei clienti attivi, circa 1.100, che hanno effettuato almeno un noleggio dall’attivazione del servizio, registrando una percorrenza media per singolo noleggio di circa 29 Km ed un tempo di utilizzo di circa 2 ore e 30 minuti”.  “È di assoluto rilievo sottolineare – ha aggiunto Saccone – che la tecnologia Full Hybrid Electric di Toyota è in grado di ridurre le emissioni di Ossidi di azoto (NOx) di oltre il 92% per Yaris Hybrid e del 96% per Prius Plug-in, rispetto ai limiti oggi indicati dalla normativa prevista per l’omologazione. Questo a riprova della efficacia di questa soluzione tecnologica per garantire una mobilità sostenibile”.