Volvo V40 Cross Country: berlina anche per l’off road

di Luca Roberti

imageLook tra il fuoristrada e lo stile da campagna per questo modello grazie alla carrozzeria rialzata, alle piastre di protezione e ai cerchi da 19 pollici. Una versione integrale, le altre, sia diesel che benzina, con la trazione sulle ruote anteriori. Motori brillanti e consumi contenuti. C’è anche l’airbag per il cofano se si investe un pedone. Il boom dei Suv in Italia sta trascinando in alto le vendite di modelli che ai Suv si ispirano, ma che sono strettamente derivati da berline di serie perché la grande platea degli automobilisti si è accorta che un mezzo del genere è l’ideale per l’uso di tutti i giorni, per tutti i giorni dell’anno con la possibilità di prendersi qualche libertà quando se ne ha voglia o quando è necessario, causa neve o fango o strade impervie. In altre parole, senza scomodare i Suv, piacciono le varianti in stile off road di un’auto normale. E la Volvo, come altre Case, ha seguito questa tendenza creando dalla V40, berlina compatta di successo, la variante in stile off road, la V40 Cross Country, un nome quest’ultimo che in Casa Volvo gode di una lunga tradizione essendo stato introdotto con la fortunatissima V70.

È successo così che senza grandi innovazioni tecnologiche, ma con una eccellente dose di fantasia si è trasformata una elegante compatta a due volumi (hatchback) come la V40 in una originale vettura “tuttoterreno”, adatta sia alla marcia sull’asfalto che sullo sterrato. L’operazione è perfettamente riuscita ai tecnici Volvo che hanno confezionato un abito su misura (leggi carrozzeria rialzata) per la V40 con un look tra lo sportivo e lo stile da campagna, un po’ rude, ma certamente ideale anche per le scorribande in “off road”.

imageUn pizzico d’avventura
È nata così la Volvo V40 Cross Country ispirata al mondo del fuoristrada, che si distingue dalla “sorella” (con la quale condivide piattaforma e carrozzeria) per una serie di finiture specifiche come le protezioni laterali in plastica color alluminio e quelle anteriori e posteriori inglobate nel paraurti, i cerchi in lega esclusivi (che possono arrivare fino ai 19 pollici), le luci diurne a led verticali, le barre longitudinali sul tetto, l’ampia griglia anteriore a nido d’ape, i doppi scarichi posti alle estremità della parte posteriore.
“La V40 Cross Country è un’auto studiata per coloro che vogliono aggiungere un pizzico d’avventura alla vita di tutti i giorni” dichiarano in  Volvo e la conferma di questa vocazione viene dalla versione più potente, la T5 AWD di 2.5 litri a benzina con 254 cv, a suo agio sulle strade innevate di Madonna di Campiglio, il noto centro invernale che ha ospitato la nostra prova su strada, grazie alla trazione integrale e allo straordinario grip delle sue gomme termiche. Ma anche le altre Cross Country con la sola trazione anteriore se la sono cavata con disinvoltura su sterrato e fondi scivolosi per via di un assetto particolarmente affidabile. imageA queste qualità si aggiungono quelle dei motori, soprattutto i diesel, elastici e dai consumi contenuti come quelli dichiarati da Volvo per il 4 cilindri di 1.6 litri turbo con 115 cv (26,3 km con un litro di gasolio nel ciclo misto) che raggiunge i 185 km/h. Interessanti anche gli altri due diesel di 2.0 litri con 150 e 177 cv con velocità massime superiori ai 200 km/h e percorrenze medie di 22,7 km/l.

All’interno
Novità divertente nell’abitacolo: il pilota può scegliere tra tre modalità e altrettanti temi grafici per il cruscotto: Elegance per creare un’atmosfera tranquilla; Eco di colore verde e di ispirazione ambientalista; Performance di colore rosso per un tocco sportivo. Per il resto materiali di qualità nello stile Volvo: comodissimi i posti anteriori. Buona la visibilità in avanti, mentre per le retromarce c’è la telecamera che offre un aiuto determinante dal momento che il retrotreno è rialzato ed il lunotto ha dimensioni ridotte ed una forte inclinatura.
La fama delle Volvo come auto supersicure viene confermata anche con la Cross Country. Efficacissimo lo speciale airbag che esce dalla parte superiore del cofano per offrire un riparo alla testa del pedone in caso di investimento (PedestrianAirbag): si tratta di un’anteprima mondiale destinata a salvare molte vite in caso di malaugurato investimento di chi attraversa la strada a piedi. Poi c’è, in favore della guida sicura, il Lane Keeping Aid che applica una sterzata supplementare quando la vettura sta per uscire improvvisamente dalla corsia di marcia e la riporta in traiettoria. È un sistema che dovrebbe evitare in molti casi le disastrose conseguenze di un colpo di sonno con uscita di strada o, peggio ancora, con un frontale con l’auto che in quel momento incrocia.
imageAltri sistemi elettronici a disposizione: il parcheggio assistito, i sensori radar nella sezione posteriore per segnalare l’arrivo di un’auto da una strada laterale, i fari abbaglianti attivi con commutazione automatica con gli anabbaglianti, la distanza mantenuta in maniera predefinita con il mezzo che precede, la segnalazione della stanchezza del pilota con l’invito a fermarsi e così via.

Al volante
Nella prova su strada, realizzata nei mesi scorsi quando ancora neve e ghiaccio erano presenti in maniera consistente, la V40 Cross Country con la trazione integrale AWD ed il motore a benzina a 5 cilindri di 2.5 litri con 254 cv, una potenza addirittura esuberante, si è dimostrata efficacissima nell’affrontare percorsi tortuosi e ghiacciati con un grip eccezionale e la capacità di arrampicarsi su sentieri impegnativi. Grazie anche alla trazione intelligente (in azione solo quando serve) attraverso il sistema Haldex che distribuisce con una frizione multidisco a controllo elettronico la forza motrice in maniera variabile tra le ruote anteriori e posteriori quando si verificano fenomeni di slittamento, dispositivo davvero efficace.
La V40 Cross Country nasce non solo con la vocazione per le condizioni estreme (grazie all’altezza dal suolo superiore di 40 millimetri rispetto alla berlina) ed anche senza la trazione integrale è in grado di affrontare un off road non particolarmente impegnativo o, se preferite, strade non troppo innevate. Infatti la gamma di questo modello è composta soprattutto di versioni con la trazione a due ruote a conferma del fatto che Volvo crede in questo tipo di soluzione. Premesso che la vocazione delle V40 Cross Country con motori diesel resta fondamentalmente stradale, va sottolineato come le versioni a trazione anteriore abbiano affrontato con disinvoltura percorsi montuosi alle prese con neve e ghiaccio, grazie anche all’aiuto fondamentale delle gomme termiche. I consumi registrati con le motorizzazioni a gasolio hanno oscillato a cavallo dei 20 km/l, un dato più che interessante per i grandi viaggiatori. In altre parole l’eccellenza sta anche tra i modelli senza trazione integrale. Prezzi al pubblico a partire da circa 28.000 euro, Iva inclusa.

Guarda il video: