Volkswagen, tutto pronto per entrare nell’era elettrica

Nonostante l’attuale crisi dovuta al coronavirus, Volkswagen avvia la seconda fase della sua strategia TRANSFORM 2025+ che apre all’elettrificazione su larga scala.

La marca Volkswagen entra, ancora più forte, nella fase successiva della sua trasformazione. Nonostante l’attuale crisi dovuta al coronavirus, Volkswagen avvia infatti la seconda fase della sua strategia TRANSFORM 2025+, che apre una nuova era per il brand. L’elettrificazione su larga scala sarà ora visibile anche sulle strade: le consegne ai clienti della ID.3, la prima auto totalmente elettrica basata sulla nuova piattaforma modulare elettrica MEB, inizieranno nel corso dell’estate. Il primo Suv elettrico della Marca, la ID.4, seguirà poco dopo.

L’elettrificazione della gamma tradizionale arricchirà ulteriormente l’offerta. Nel fare tutto ciò, Volkswagen procede sulla strada verso la mobilità a zero emissioni per tutti. Entro il 2022, la Marca offrirà modelli elettrici basati sulla piattaforma MEB in tutti i segmenti strategici. Entro il 2025, saranno vendute ogni anno almeno 1,5 milioni di auto elettriche. L’obiettivo a lungo termine è la completa decarbonizzazione della flotta e del Gruppo entro il 2050.

In un mercato in generale contrazione, lo scorso anno la Casa tedesca ha raggiunto un nuovo record di 6,3 milioni di consegne. Volkswagen è riuscita a guadagnare quote in tutti i mercati più importanti grazie al successo dei suoi prodotti, soprattutto nei segmenti ad alta marginalità dei Suv, in particolare con T-Cross, T-Roc e Atlas. Con oltre 700.000 unità, la Tiguan è stata ancora una volta il modello più venduto della Marca a livello globale. Insieme alla Golf, è nella Top 10 delle auto più vendute al mondo.

Il successo commerciale si riflette anche nei conti: i ricavi sulle vendite della Marca sono cresciuti del 4,5% su base annua, a 88,4 miliardi di Euro. Il risultato operativo ante oneri straordinari è aumentato del 17% a 3,8 miliardi di Euro. Il margine operativo è cresciuto al 4,3% (anno precedente: 3,8%), in linea con gli obiettivi compresi tra il 4 e il 5%. Come per l’anno precedente, la tematica del Diesel ha comportato nello scorso anno fiscale oneri straordinari per 1,9 miliardi di Euro.

“Il 2019 è stato un anno di successi per la marca Volkswagen. I nostri prodotti convincono i Clienti di tutto il mondo. Abbiamo fatto progressi in tutte le aree principali. La nostra strategia sta dando i suoi frutti, stiamo mantenendo le nostre promesse”, ha dichiarato Ralf Brandstätter, Chief Operating Officer di Volkswagen.

“Nel 2020, ci attendono grandi sfide, in particolare nel contesto della pandemia da coronavirus. Tuttavia, sostenuti dai buoni risultati dell’anno scorso, possiamo affrontare la crisi con coraggio e fiducia. La Volkswagen è un’azienda solida con una squadra solida. Abbiamo già dimostrato tante volte di poter raggiungere i risultati, se lavoriamo tutti insieme”, ha concluso Brandstätter.