Viaggi brevi in elettrico, lunghe distanze a combustione

I veicoli PHEV coniugano i vantaggi della trazione elettrica a quelli offerti dai motori tradizionali, con un livello di emissioni di CO2 molto basso.

I propulsori plug-in hybrid sono particolarmente adatti per i conducenti con un certo profilo di guida, i quali possono effettuare privatamente la ricarica. Si tratta dei pendolari e di tutti coloro che coprono giornalmente distanze comprese nell’autonomia interamente elettrica, i quali tuttavia desiderano disporre della possibilità di affrontare viaggi lunghi. La flessibilità dell’autonomia è la stessa per tutti i veicoli plug-in hybrid, in quanto è sempre possibile ricorrere al motore a combustione interna per i viaggi più lunghi.

Il sistema PHEV risulta straordinariamente efficiente anche in modalità combinata (ibrida), poiché il motore elettrico adotta una strategia operativa intelligente di funzionamento insieme al motore a combustione interna. In tal modo, da un lato vengono migliorate le prestazioni dinamiche e dall’altro viene ridotto il consumo di carburante, in quanto il motore a combustione rimane all’interno della fascia di potenza ottimale, quando possibile.

bmw phev

L’AUTONOMIA ELETTRICA PUÒ VARIARE

I modelli BMW plug-in hybrid offrono già autonomie elettriche comprese tra i 50 e i 60 chilometri, mentre la BMW X5 xDrive45e può percorrere fino a 102 chilometri con la sola elettricità.

Fattori quali lo stile di guida personale, il profilo del percorso, le temperature esterne e l’uso del sistema di condizionamento dell’aria e di altre funzioni elettriche incidono notevolmente sul consumo di energia e sull’autonomia elettrica effettiva.

LA MODALITÀ DI UTILIZZO DETERMINA L’EFFICIENZA ENERGETICA

La modalità di utilizzo del motore a combustione e del motore elettrico di un PHEV può variare notevolmente nella pratica. Durante i viaggi lunghi, ad esempio, l’utilizzo del motore elettrico è minore e il consumo effettivo di carburante è approssimativamente pari a quello di un veicolo paragonabile alimentato da un motore tradizionale a combustione interna.

Invece, il consumo effettivo di carburante è prossimo a zero litri ogni 100 chilometri se il conducente effettua solo viaggi e spostamenti giornalieri brevi, con il veicolo sempre in modalità interamente elettrica. Per ogni chilometro percorso da un veicolo PHEV in modalità interamente elettrica, il consumo di carburante e le emissioni di CO2 risultano ridotte.

Leggi anche: The power of choice: proposte su misura per ogni utente
bmw plug-in

TUTTI I VEICOLI PLUG-IN HYBRID BMW OFFRONO BASSE EMISSIONI DI CO2

L’alto livello di flessibilità e la possibilità di guidare senza generare emissioni sono punti nettamente a favore dei modelli PHEV. L’efficienza ambientale dei veicoli plug-in hybrid è talvolta messa in dubbio. Una critica comunemente sollevata nei confronti di questo tipo di propulsione riguarda i processi di produzione a elevato consumo energetico, ad esempio, per la batteria. Per rispondere seriamente a questi dubbi, il BMW Group richiede la certificazione delle emissioni di CO2 per tutti i modelli PHEV prodotti.

La certificazione copre l’intero ciclo di vita, dall’approvvigionamento delle materie prime alla catena di fornitura, alla produzione, alla durata e al riciclaggio finale del veicolo. I certificati attestano che, con un uso combinato medio europeo di elettricità durante il ciclo di vita, queste auto generano emissioni di CO2 ancora notevolmente inferiori rispetto a quelle dei veicoli omologhi alimentati in modo tradizionale.

Leggi anche: Soluzioni di ricarica complete a casa e in pubblico