Trofei GiPA dell’eccellenza: ad Autopromotec premiate 10 aziende

Sono stati assegnati ieri a Bologna i Trofei GiPA dell’Eccellenza 2019. Si tratta di importanti riconoscimenti che vengono assegnati ogni due anni da GiPA (società europea specializzata in ricerca e statistica nel settore automotive) a persone, aziende e progetti che si sono particolarmente distinti nel mondo del post-vendita automobilistico.

La cerimonia di premiazione si è svolta in presenza di un vasto pubblico di operatori e della stampa specializzata a conclusione della prima giornata dell’edizione 2019 di Autopromotec, la più specializzata rassegna internazionale delle attrezzature e dell’aftermarket automobilistico in corso di svolgimento presso il quartiere fieristico di Bologna.

Dieci i premi consegnati per altrettante categorie: dalle strategie all’innovazione e digitalizzazione, dall’attenzione al cliente e all’ambiente fino alla passione. Per la categoria “Contributo all’ambiente”, GiPA ha premiato GPS Motori per il programma “Officine Guasti Gravi”, una rete di officine specializzate, coordinate centralmente, che effettua interventi rapidi. Il riconoscimento per la categoria “Sostenere la filiera e guidare l’officina nell’era digitale” è stato invece assegnato alla Robert Bosch, che si è distinta per il contributo all’accelerazione del processo di digitalizzazione dei riparatori.

Nella categoria “Soddisfazione Reti OES” il premio GiPA è stato assegnato a Opel Italia per i marchi generalisti e a BMW Italia per i marchi premium. In termini di “Strategia di Sviluppo IAM – Distribuzione” sono state premiate tre aziende: Experica, Magneti Marelli e Groupauto Italia.

Airp (l’Associazione Italiana Ricostruttori Pneumatici) si è aggiudicata invece il Trofeo GiPA per la categoria “Economia Circolare”, in virtù dell’impegno profuso nel sostenere la filiera del pneumatico ricostruito, un pilastro storico dell’economia sostenibile. Infine il “Coup de Coeur”, il premio con il quale il Comitato GiPA riconosce una personalità del mondo aftermarket distintasi per scelte vincenti e per il contributo per la crescita del settore, è stato assegnato a Lucio Bartiromo, per la sua “carriera fuori dal comune, inossidabile e di successo”.