Toyota RAV4 Phev, il meglio di due mondi

di Piero Evangelisti

Nuova piattaforma e tecnologie d’avanguardia. 306 CV ma solo 22 g/km di CO2. Autonomia full-electric di 75 km.

Grazie agli incentivi e al desiderio di contribuire realmente alla riduzione delle emissioni delle auto, sono sempre di più gli italiani che acquistano un veicolo green, come minimo ibrido. Toyota, che della tecnologia full-hybrid è stata apripista e poi leader incontrastata per lungo tempo grazie a Prius, è oggi pronta a mettere a disposizione dei clienti modelli con diversi livelli di elettrificazione, una gamma che conterà anche su elettriche, come la Mirai, fuel cell a idrogeno che ha da poco debuttato nella seconda serie, e un imminente Suv “pure electric”.

Ma non tutti, anche nel campo delle flotte, sono pronti al grande salto verso l’elettrico puro, meglio passare, prima, ad una plug-in hybrid, efficiente soluzione intermedia che responsabilizza il guidatore (e il fleet manager nel caso di una company car) nella scelta fra le due fonti di energia che queste auto consentono, come sulla nuovissima Toyota RAV4 PHEV.

Guarda anche: TOYOTA RAV4 PHEV - CLIP VIDEO E SCHEDA TECNICA

AL TOP DELLA GAMMA IBRIDA

Non è la prima volta che la Casa della doppia ellisse utilizza questa tecnologia, già montata su due serie di Prius, una sperimentale e una distribuita in numeri molto limitati, ma la decisione di dotarne il Suv che è il flagship della Marca è legata al raggiungimento di prestazioni da primato, soprattutto per quanto riguarda l’autonomia in modalità elettrica che con RAV4 PHEV arriva a 75 km. Prima che con il “cuore”, comunque, RAV4 – che è lungo 4,60 metri, largo 1,85 e alto 1,69 – conquista con le sue linee maestose ed eleganti che lo rendono immediatamente riconoscibile, anche dalla versione full-hybrid.

I dettagli stilistici esterni e l’abitacolo mostrano un look più raffinato e sportivo per il D-SUV di Toyota. Nella parte anteriore è presente una finitura scura per la griglia e altri dettagli, con una nuova modanatura metallica sulla parte inferiore del paraurti che enfatizza la larghezza e l’aspetto possente del veicolo. I nuovi cerchi da 18 e 19 pollici vantano un contrasto tra la lavorazione brillante e le finiture grigie o nere, mentre nella parte posteriore è presente una finitura metallica per la decorazione sotto il parabrezza e una copertura nera per il sottoscocca.

INTERNI DI PREGIO

Numerosi sono i dettagli specifici dedicati agli interni dove si viene subito attratti dai nuovi rivestimenti di impostazione sportiva, con motivi a coste e inserti in colore rosso a contrasto. Sono da ammiraglia i sedili in pelle nera trapuntata e la console centrale è dotata di un display multimediale touchscreen da nove pollici – il più grande di qualsiasi modello RAV4 – per un controllo chiaro e semplice delle funzioni di intrattenimento, informazione e connettività della vettura.

La posizione di guida rialzata è comoda e consente di avere tutto sotto controllo, nella vettura e sulla strada, e la forte presenza della tecnologia è ben stemperata in un layout che invita al viaggio. Le dimensioni compatte della batteria agli ioni di litio da 18,1 kWh consentono di contenerla interamente sotto il pianale del veicolo, soluzione che non riduce lo spazio per le persone e non penalizza troppo il vano di carico che ha una capacità di ben 520 litri, oltre a conferire al RAV4 Plug-in Hybrid un baricentro basso che migliora la stabilità del veicolo e il comfort di guida.

IL MEGLIO DI DUE MONDI

Muoversi nelle aree metropolitane a emissioni zero e marciare sportivamente, consumando poco, negli spostamenti più lunghi è il sogno, non certo segreto, degli automobilisti di oggi, un sogno che si può concretizzare adesso anche con la nuova RAV4 PHEV. Il suo powertrain è formato da un nuovo benzina 2.5 l, a ciclo Atkinson, da 185 CV abbinato a un propulsore elettrico da 182 CV: insieme forniscono una potenza massima di sistema pari a 306 CV. Scegliendo la modalità ibrida HV, ottimamente assistiti dalla trasmissione automatica a variazione continua di ultima generazione, priva di qualsiasi effetto di trascinamento, i tanti cavalli a disposizione permettono di apprezzare l’autentico piacere della guida sportiva, accelerando da 0 a 100 km/h in soli sei secondi. In modalità di guida EV il RAV4 PHEV può percorrere 75 km a zero emissioni nel ciclo combinato e fino a 98 km nel ciclo urbano (WLTP city), con una velocità massima in EV di 135km/h. Viaggiando in HV il nuovo modello può percorrere 100 km con 1 litro di benzina ed emettere solo 22 g di CO2 per km.

Sviluppato sulla piattaforma Toyota GA-K, RAV4 PHEV è equipaggiato di serie con il sistema di trazione integrale elettrica intelligente AWD-i, già apprezzata sulla versione Hybrid. La coppia alle ruote posteriori è inviata da un motore elettrico da 40kW, alloggiato posteriormente, che entra in funzione soltanto quando le ruote perdono aderenza (fondi scivolosi o fuori strada), anche quando si viaggia in modalità EV.

TOYOTA SAFETY SENSE

Come su tutte le Toyota anche su RAV4 PHEV i principali dispositivi di assistenza alla guida sono raggruppati nel pacchetto Toyota Safety Sense di ultima generazione che comprende, fra l’altro, il sistema di “pre-collisione” (PCS) che riconosce i pedoni anche durante la guida notturna; il Dynamic Radar Cruise Control che coopera con il Road Sign Assist per mantenere la vettura entro i limiti di velocità fissati dalla segnaletica; il Lane Departure Alert combinato con il Lane Tracing Assist che mantiene il veicolo nella corsia di marcia e rileva anche il margine della strada.

Il listino della gamma RAV4 Plug-in parte dai 55.500 euro della versione Dynamic+, un prezzo che, grazie agli Hybrid bonus ed agli attuali incentivi statali si trasforma in un prezzo promozionale di 45.500 in caso di rottamazione. Stessa logica per l’allestimento superiore Style+ che partendo da un listino di 60.000 è proposto ad un prezzo promozionale di 49.000 euro in caso di rottamazione.

Leggi anche: TOYOTA E LEXUS – Speciale 2021