Telepass: un unico abbonamento per un’offerta completa di mobilità

di Ermanno Molinari

Ispirandosi al modello della Subscription Economy, Telepass ha introdotto nella sua offerta molti servizi di mobilità innovativi. Abbiamo approfondito questo tema, e molti altri ancora, con Gabriele Benedetto, CEO di Telepass

Tra le aziende più importanti attive nel settore della mobilità, Telepass sta sviluppando nuove soluzioni e sta allargando il novero dei servizi offerti agli utenti privati e aziendali per venire sempre più incontro alle loro necessità. Per capire quali sono le novità introdotte sul mercato e le direttrici individuate per lo sviluppo dell’azienda abbiamo intervistato Gabriele Benedetto, CEO di Telepass.

Dottor Benedetto, il Gruppo Telepass si configura come un ecosistema completo di servizi di mobilità interconnessa e digitale. Quali sono state le direttrici del vostro sviluppo e le principali innovazioni al servizio della mobilità di privati ed imprese?

“La mobilità è un settore in forte trasformazione e avrà sempre più bisogno di soluzioni e servizi di nuova generazione dedicati all’auto e anche alla persona. Telepass ha avuto l’intuizione di sviluppare un ecosistema di servizi innovativi e tecnologici, data-driven, personalizzabili sul comportamento dei clienti e attivabili attraverso un solo abbonamento, seguendo il modello di subscription economy. Le principali direttrici che hanno guidato lo sviluppo del business sono state la digitalizzazione, l’analisi dati sulla mobilità, l’integrazione di servizi e la sostenibilità. Insieme ci hanno consentito di ampliare sempre più l’offerta di Telepass garantendo la facilità di accesso ai servizi, l’utilità secondo le esigenze del cliente e un circuito di pagamento sicuro e invisibile, con un forte orientamento alla sostenibilità e alla riduzione dell’impatto ambientale”.

La conseguenza è che privati e imprese clienti possono così contare su un solo operatore per usufruire di un’articolata offerta di mobilità. Ai vostri utenti non resta che scegliere le opzioni che interessano ed attivarle con facilità, non utilizzando carte e contanti e senza inutili complicazioni…

“I vantaggi sono diversi. Telepass offre una mobilità integrata, flessibile, sicura e sostenibile. Integrata perché tutti i servizi sono usufruibili tramite un’unica piattaforma Telepass Pay. Flessibile perché soddisfa tutte le esigenze di mobilità, urbana ed extraurbana. Sicura perché grazie alla natura cashless si riducono le occasioni di contatto. Sostenibile perché diamo spazio a mezzi a emissioni ridotte o a emissioni zero, con focus anche sulla micromobilità, soprattutto in ambito urbano. Tutti questi aspetti sono per noi equamente importanti”.

Gabriele Benedetto, Ceo di Telepass

Un ambito di rilievo della strategia Telepass  è quello dello sviluppo di nuove modalità di trasporto intermodale e di smart mobility. Con quali modalità e vantaggi operativi le proponete a favore di chi ha e utilizza l’auto aziendale?

“L’intermodalità rappresenta il futuro della mobilità e permette alle persone di muoversi in modo più veloce ed efficiente utilizzando sinergicamente più mezzi di trasporto, con una ottimizzazione dei tempi. Telepass dal canto suo offre una piattaforma che permette una rendicontazione unica anche nel caso di cambio di più mezzi di trasporto e questo facilita le procedure aziendali e fa sì anche che le aziende possano quindi accettare viaggi che nell’ultimo miglio diventino più green. La nostra strategia è quella di confermarci il facilitatore di mobilità per i cittadini, e di diventarlo sempre di più anche per le aziende. Con l’offerta Telepass Business e Telepass Fleet, i fruitori di auto aziendali possono accedere a numerosi servizi che vanno oltre il pagamento dei pedaggi autostradali come, ad esempio, l’ingresso nei parcheggi in struttura – convenzionati presso aeroporti, stazioni e fiere – e nell’area C di Milano o l’acquisto dei biglietti dei traghetti per attraversare lo Stretto di Messina. Inoltre, nell’area riservata sull’ app dedicata, l’utente potrà distinguere con una rapida selezione gli utilizzi aziendali da quelli privati, per addebitarli sul conto dell’azienda”.

Con riferimento alla transizione alla mobilità elettrica, con le offerte Business di Telepass avete esteso i vostri servizi non solo ai rifornimenti di carburante, ma anche alla ricarica per i mezzi elettrici un tema molto importante per la mobilità aziendale. Ce ne vuole parlare?

“Telepass si sta impegnando per stimolare la crescita della mobilità elettrica in Italia e per questo ha sottoscritto un accordo di interoperabilità tra Telepass Pay e alcuni tra i principali operatori integrati di servizi di ricarica per veicoli elettrici in Italia, al fine di rendere l’esperienza di guida in elettrico sempre più semplice e diffusa. La partnership ci consente al momento di offrire ai circa 300 mila clienti Telepass che già guidano auto elettriche o ibride l’accesso alla rete di ricarica interoperabile più grande in Italia. Il servizio di ricarica sarà quindi disponibile anche per quelle realtà aziendali che hanno introdotto nella propria flotta veicoli elettrici”.

L’offerta Business di Telepass risponde alle esigenze di semplificazione ed efficienza della mobilità professionale e delle aziende?

“Il nostro obiettivo è fornire un’esperienza di viaggio comoda, flessibile, sicura e sostenibile, sia che si stia viaggiando per piacere che per lavoro. Grazie a Telepass, i veicoli aziendali possono muoversi in autostrada ma anche usufruire di tanti servizi utili nei viaggi di lavoro: accedere ai parcheggi in struttura convenzionati presso aeroporti, stazioni e fiere; effettuare la sosta sulle Strisce Blu in più di 120 comuni italiani utilizzando l’App Telepass Pay; entrare in Area C a Milano in modo automatico e senza prendere multe o attraversare lo Stretto di Messina senza scendere dall’auto per mettersi in coda in biglietteria. Anche per le aziende, Telepass vuole realizzare un ecosistema di servizi per la mobilità che continua ad arricchirsi e che si basa su un unico abbonamento, secondo il modello di subscription economy”.

Ancora una novità: Telepass Assicura, la nuova società del Gruppo che offre una RC Auto innovativa costruita su misura per i clienti Telepass Pay. Qual è la vostra strategia al riguardo e quando pensate di estendere questa possibilità, per ora rivolta ai soli clienti privati, anche a professionisti, PMI ed imprese?

“Il Gruppo Telepass prosegue nel proprio impegno a facilitare la vita delle persone in mobilità e ha dato vita a Telepass Assicura, la sua agenzia assicurativa in partnership con Great Lakes Insurance SE, del Gruppo Munich Re, tra i leader mondiali della riassicurazione. Offre così una RC Auto innovativa costruita su misura per i 700.000 clienti Telepass Pay. Oggi il digitale consente di offrire un servizio personalizzato e unico ai clienti che utilizzano quotidianamente la nostra piattaforma di servizi di mobilità e permette anche di adeguare il costo delle polizze assicurative al corrispondente profilo di rischio, a totale beneficio del’utente finale. Il primo servizio offerto da Telepass Assicura è la garanzia RC Auto, a cui sono abbinabili altre 10 garanzie accessorie, oltre all’Assistenza Stradale su tutto il territorio europeo e al nuovissimo Servizio Ritardi di Telepass – nato dalla partnership con Generali Italia – che permette il rimborso pari al 50% del valore del pedaggio, in caso di gravi rallentamenti nella tratta autostradale percorsa dovuti a incidenti. Al momento l’offerta è riservata alla clientela privata, ma non escludiamo di estendere a breve questa soluzione anche al mondo delle partite Iva e delle aziende”.