Advertisement

Telematica di bordo: con feedback immediato riduzione limiti di velocità, guida più sicura, meno consumi

Il monitoraggio dello stile di guida dei driver (attraverso soluzioni telematiche) ai fini della sicurezza e dell’abbassamento di consumi e emissioni è una questione di grande importanza per chi si occupa di gestire una flotta di veicoli. Ma qual è il reale impatto fornito dagli strumenti telematici di elaborazione, feedback e reporting sul comportamento di guida? Esiste una differenza tra feedback immediato a bordo e feedback a posteriori? A rispondere a queste domande è un recente studio realizzato da Masternaut (società specializzata in servizi telematici di gestione delle flotte e geolocalizzazione dei veicoli).

 

Dallo studio, condotto su 446 aziende in tutta Europa e 9.000 veicoli commerciali grandi e piccoli, è emerso che i driver sottoposti ad un immediato feedback sullo stile di guida raggiungono migliori performance – in termini di miglioramento della sicurezza alla guida del driver e di riduzione delle emissioni di CO2 e dei costi di consumo –  rispetto ai conducenti a cui il feedback viene sottoposto a posteriori. 

 

 

In particolare, con un sistema di feedback a bordo attivo, è possibile ottenere una riduzione del 53% del superamento dei limiti di velocità. Di conseguenza, anche il numero degli eventi bruschi alla guida si riduce significativamente (da 5.7 a 4.2 eventi bruschi per ora guidata) e inoltre calano anche i consumi di carburante

 

Un altro aspetto interessante che emerge dallo studio è che la percentuale di tempo di un veicolo in sosta con motore acceso diminuisce in maniera notevole se viene fornito un immediato feedback ai driver piuttosto che a posteriori (la percentuale cala dal 9% al 7,5% in rapporto al tempo totale effettivo di guida). 

 

Tutti questi miglioramenti in efficienza di consumo fin qui identificati si traducono in una riduzione complessiva della spesa di carburante (e relativo abbassamento delle emissioni di CO2) che è stata quantificata del 5% per i grandi vans e del 6% per i piccoli vans.