Tecnologia e telematica gestiranno le flotte del futuro

di Matteo Quagliano

La gestione della flotta migliora se si utilizzano sistemi di “controllo” e localizzazione dei mezzi. Aumenta anche la sicurezza dei driver e delle merci trasportate.

Scegliere coerentemente sistemi telematici e tecnologici può portare a significativi miglioramenti operativi con conseguenti benefici economici. Questi sistemi possono aiutare a migliorare produttività e gestione della flotta, attraverso una precisa pianificazione dei compiti e un’esatta localizzazione dei veicoli sul campo.

Per le flotte che lavorano a stretto contatto con il cliente, come ad esempio corrieri e servizi di soccorso stradale, la localizzazione e il monitoraggio dei veicoli possono servire a comunicare in tempo reale dove sono i veicoli e in che modo vengono utilizzati. Allo stesso tempo le informazioni sul traffico e il percorso migliore da seguire possono essere inoltrate ai conducenti.

TEMPISTICA E PIANI DI LAVORO RISPETTATI

I sistemi automatizzati di pianificazione e ottimizzazione dei percorsi possono assegnare automaticamente compiti ai differenti veicoli durante il giorno, in base a chi è più vicino a una data mansione da svolgere. Queste informazioni possono determinare in modo più preciso i tempi di arrivo, che a loro volta possono essere comunicati al cliente migliorando così il servizio e la soddisfazione. I conducenti possono anche registrare il loro stato di attività o comunicare la disponibilità per il prossimo lavoro.

Normalmente il piano di lavoro viene stabilito all’inizio della giornata, in modo da poter monitorare progressi e scostamenti rispetto a quanto programmato. Grazie a una migliore pianificazione, a una maggiore produttività e all’aumento dell’utilizzo dei veicoli, è possibile ridurre i costi operativi e aumentare la produttività del personale. Coprendo meno chilometri e migliorando lo stile di guida, è possibile tagliare anche l’uso di carburante e le emissioni di CO2.

PIÙ RISPARMI CON LA TELEMATICA

La telematica può fornire ulteriori strumenti per l’ottimizzazione delle attività aziendali. Se i guidatori dichiarano di lavorare oltre il normale orario, la telematica può verificare dove e per quanto tempo sono stati, riducendo quindi le richieste di straordinario. Un altro esempio possono essere i veicoli commerciali che trasportano attrezzature costose: in questo caso un software telematico può monitorare gli elementi chiave della sicurezza, come le porte posteriori aperte.

Meno del 10% dei gestori di flotte di veicoli commerciali utilizza i sistemi telematici per controllare i loro spostamenti, ma questa percentuale sale al 53% per le flotte con più di 50 veicoli. Le flotte che implementano soluzioni tecnologiche e telematiche possono vedere risparmi significativi nel consumo di carburante, nel maggiore utilizzo dei veicoli e nella riduzione del tasso di incidenti.

PRESTAZIONI E CONSUMI SOTTO CONTROLLO

La diagnostica e il monitoraggio delle prestazioni del veicolo, compresi malfunzionamenti del motore, guasti o avvertenze, possono prevenire fermi del veicolo. I tempi di fermo del veicolo possono essere un fattore critico nelle flotte di veicoli commerciali. Il risparmio di carburante può essere ottenuto utilizzando dati più precisi e specifici per ogni veicolo in flotta.

Da uno studio condotto su diversi gestori di flotte aziendali è emerso che gran parte del consumo di carburante in eccesso dipende dallo stile di guida, compresa la velocità eccessiva e l’accelerazione brusca. Anche in questo caso la telematica offre un livello di accuratezza nel monitoraggio che non è possibile ottenere con altri sistemi di gestione del combustibile, come ad esempio con le carte carburante, che si basano sulla precisione del guidatore nella compilazione.