Super ammortamenti a tutto tondo

di Davide De Giorgi

Quesito: Un’azienda nostra cliente che è inquadrata come agenzia di Rappresentanza, quindi agenti di commercio, sostiene che in virtù del super ammortamento una vettura del valore di € 29.100 iva inclusa è deducibile per un importo di € 33.300 in 48 mesi.

Caro Lettore, il limite economico massimo previsto dall’art. 164 del D.P.R. n. 917 del 1986 (c.d. Tuir), per le autovetture utilizzate da agenti o rappresentanti di commercio, a seguito dei c.d. super ammortamenti, è elevato a 36.151,98€. La ricostruzione è stata confermata anche dalla Agenzia delle entrate con la circolare n. 23/E del 26 maggio 2016. Ai fini fiscali, a tale limite economico, deve essere applicata la consueta percentuale di deducibilità fissata nella misura dell’80%. 

Pertanto, la quota di costo massima, complessivamente deducibile ai fini delle imposte dirette, è pari a 28.921,58€.

Naturalmente, tale quota di costo complessivo fiscalmente deducibile, deve essere ripartita per quote annue, seguendo le generali regole previste per l’ammortamento di beni con durata pluriennale. Nel caso specifico, l’ammortamento può essere effettuato mediante applicazione del coefficiente del 25% annuo, ridotto alla metà per il primo esercizio, come previsto ex art. 102 Tuir.