Stellantis: molte novità per un 2022 all’insegna dell’elettrificazione

Il grande gruppo italo-francese punta forte su nuovi modelli ibridi ed elettrici e sui servizi necessari per completare il processo di elettrificazione in corso, con un occhio particolare verso i clienti aziendali

Le novità di Stellantis per il 2022 sono molteplici, a iniziare dalla nuova Peugeot 308 (anche nela versione SW), con un nuovo design e il nuovo logo dela casa. Nuove Peugeot 308 e 308 SW, fedeli al concetto di “Power of Choice”, sono disponibili con motorizzazioni Plug-in hybrid e termiche, benzina o diesel. Entrambe già ordinabili, debutteranno sul mercato italiano da febbraio 2022. Per il 2022 DS punta su DS 4, che, nella versione ibrida plug-in DS 4 E-TENSE 225 è la sintesi del know how tecnologico di DS Performance e dei suoi quattro titoli iridati (Piloti e Team) conquistati nei Campionati di Formula E 2019 e 2020. Questa motorizzazione efficiente e prestante si basa su un motore 4 cilindri PureTech da 180 cavalli accoppiato a un motore elettrico da 110 cavalli con una batteria di capacità totale pari a 12,4 kWh che consente fino a 55 km di autonomia secondo il ciclo combinato WLTP. Il 2022 vedrà poi l’arrivo della nuova generazione di Opel Astra e del nuovo SUV Opel Grandland. All’inizio del prossimo anno sarà nei punti vendita anche la Citroën C5 X, nuova ammiraglia che rinnova il segmento dele vetture grandi stradiste con un design originale, rappresentazione di una sintesi fra l’eleganza di una berlina, il dinamismo e la praticità di una Station Wagon e l’assetto rialzato, robusto e protettivo di un SUV, una proposta innovativa nella più pura tradizione delle grandi automobili Citroën. Nel 2022 il marchio Jeep continuerà a puntare sulla tecnologia ibrida plug-in con la sua gamma 4xe.

La tecnologia ibrida plug-in 4xe equipaggia l’icona Wrangler e i Suv made in Italy Compass e Renegade, che hanno dato il via al percorso del brand verso la mobilità sostenibile con “emissioni zero” quando si guida in modalità elettrica insieme alla sicurezza all-terrain tipicamente Jeep. Non solo: il 2022 sarà l’anno della quinta generazione di Grand Cherokee, il SUV più premiato di sempre che presenta una nuova architettura, un nuovo design degli esterni, nuovi interni all’insegna della qualità artigianale. Soprattutto, la nuova Grand Cherokee 4xe sarà la prima Grand Cherokee ad offrire una versione ibrida plug-in (PHEV). Per ciò che riguarda il marchio Fiat il 2022, oltre alla best seller Nuova 500, vedrà il lancio del nuovo Fiat Professional Scudo e del nuovo Fiat Ulysse. I due nuovi modelli, un nuovo veicolo commerciale leggero medio e un Multi Purpose Vehicle, saranno disponibili sia in versione a combustione interna sia al 100% elettrica (Battery Electric Vehicle). In particolare le motorizzazioni endotermiche adotteranno l’alimentazione a gasolio in abbinamento alla trasmissione manuale o automatica. E il veicolo commerciale leggero offrirà tre configurazioni – Furgone, Combi e Cabinato con pianale – per soddisfare qualunque esigenza di trasporto professionale. I due nuovi modeli andranno a rafforzare la gamma, oltre a segnare un ulteriore passo nella strategia di elettrificazione, rappresentando una soluzione a zero emissioni rivolta alle famiglie numerose, veicoli ricreazionali, trasporti con conducente, professionisti e allestitori.

LE SFIDE DEL 2022

“Con la pandemia – sottolinea Giuseppe Di Mauro, B2B Corporate Sales Director del Gruppo Stellantis – il mondo del’auto ha vissuto e vive una situazione emergenziale che ci ha portati a rimodulare il nostro lavoro con un approccio ancora più attento verso i clienti, con l’obiettivo di tutelarli e minimizzare l’impatto di criticità. Il piano di azione interno per massimizzare la fornitura ha avuto fin dall’inizio della creazione di Stellantis la massima priorità e il più alto livello di escalation. In particolare, abbiamo proattivamente lavorato sulla lista dei componenti più critici, allargando la nostra azione e pressione su tutta la filiera. Azioni significative sono state inoltre messe in atto con gli acquisti, l’ingegneria, la supply chain, la logistica e la commerciale. È un impegno quotidiano aziendale a 360 gradi per limitare l’impatto su ogni fronte in attesa che si ritorni a una condizione di equilibrio tra domanda e offerta”.

GIUSEPPE DI MAURO
B2B Corporate Sales Director
del Gruppo Stellantis

MOBILITÀ ELETTRICA

“Stiamo assistendo da quest’anno ad una netta inversione di marcia per quanto riguarda gli acquisti delle auto: il mercato della mobilità elettrica ha quasi raggiunto la metà delle vendite totali, questo significa che la svolta green è davvero cominciata. Questo cambio di passo ha sicuramente ricevuto impulso positivo dagli incentivi nel nostro Paese, anche per reagire alla pandemia, ma nonostante l’avvio della transizione verso la sostenibilità, l’Italia ha tuttavia ancora il parco circolante autovetture tra i più vecchi d’Europa. Sono quindi necessarie una serie di azioni che aiutino questa spinta a diventare ancora più consistente. Occorre una pianificazione politica per guidare, nel breve e nel lungo periodo, la transizione verso la mobilità ‘green’ compatibile con le esigenze economiche e sociali di un comparto da sempre trainante per l’economia del nostro Paese. C’è molto da fare per sostenere le aziende e i loro parchi auto in questa nuova era, ad iniziare dall’ampliamento della rete di ricarica, uno dei tasseli più importanti per lo sviluppo dele auto elettriche. Serve un piano strategico strutturale per guidare il mercato verso l’elettrificazione dei veicoli e accelerare gli investimenti per le nuove tecnologie per incentivare automazione e connettività, e sostenere, oltre alle infrastrutture di ricarica, anche il mercato dell’energia. Stellantis vuole giocare un ruolo fondamentale in questo scenario con una strategia a 360 gradi per offrire non solo auto ma anche servizi e sostenere i clienti business in questo cambiamento. Lo dimostrano gli investimenti che il Gruppo sta sostenendo per rendere accessibile l’auto elettrica a tutti e raggiungere entro il 2030 il 70% dele vendite in Europa costituito da vetture e veicoli elettrici ed elettrificati. Fondamentale anche il ruolo delle nostre squadre commerciali, che lavorano giorno dopo giorno a fianco delle aziende e dei fleet manager per offrire loro un approccio consulenziale e per aiutarli nella loro transizione energetica, grazie anche al portafoglio prodotti che permette di soddisfare ogni tipo di esigenza aziendale in tema di mobilità”.