SsangYong punta a rafforzare la sua presenza in Italia

SsangYong si prepara a mettere in campo una serie di azioni che ne affermino la presenza sul mercato italiano, con un piano di sviluppo che partirà nell’ultimo trimestre del 2018.

Come per gli altri paesi europei e in linea con un investimento previsto sul brand da parte di Mahindra Group (il Gruppo a cui appartiene la casa coreana) di 1,3 miliardi di dollari nei prossimi quattro anni, anche SsangYong avvierà dunque un importante programma di promozione del marchio nel nostro Paese.

 

 

In particolare la strategia prevede, da una parte, un processo di rinnovamento della rete di concessionarie su tutto il territorio Italiano; dall’altra, il rafforzamento della gamma. Nel 2015 fu Tivoli il modello di punta del marchio coreano, seguito nel 2016 da XLV e dal nuovo Rexton, mentre per il 2019 è attesa la nuova versione di Korando che sarà proposto anche in versione full electric nel 2020.

“In questi mesi abbiamo concentrato le energie nella strutturazione delle divisioni e nella razionalizzazione delle diverse funzioni aziendali”, ha dichiarato Mario Verna, direttore Generale di SsangYong Motor Italia. “Forti di una proprietà solida e ambiziosa come Mahindra & Mahindra, aspiriamo nel futuro prossimo ad entrare con maggior determinazione sul mercato italiano, lavorando sull’awareness del marchio – che sconta ancora una riconoscibilità inferiore rispetto ai diretti competitor – e continuando a mettere al centro la proposta di auto con caratteristiche qualitative e di affidabilità che rispettano appieno lo spirito di attenzione al dettaglio tipico della produzione coreana”.