Škoda: nel 2022 sempre più elettrico nelle aziende

Škoda si prepara a un anno ricco di molte novità, con modelli tradizionali e 100% elettrici. Nel 2022 in arrivo la variante coupé del Suv Enyaq iV

“Il 2022 sarà un anno di consolidamento della nostra offerta di prodotto con importanti novità sia sul fronte dei modelli tradizionali a combustione interna sia sul fronte dei veicoli BEV a trazione puramente elettrica – dice Alberto Cestaro, Head of Fleet & Used Car Business di ŠKODA. “In ottica aziendale è importante ricordare che il Nuovo KODIAQ, il nostro grande SUV che può ospitare fino a 7 passeggeri, troverà nel 2022 il primo anno pieno di commercializzazione, visto che la produzione è iniziata da poco tempo. A breve poi, lanceremo la quarta generazione di FABIA, la nostra storica compatta che si presenta completamente rinnovata nello stile, nei contenuti tecnici e di sicurezza. Un modello che troverà sicuro interesse tra gli operatori professionali del rent a car per esigenze di mobilità cittadina, ma che anche per alcune policy aziendali può rappresentare una opportunità vista l’abitabilità al vertice del segmento a fronte di dimensioni contenute. La gamma elettrica di ŠKODA, nel corso del 2022 vedrà invece la presentazione e la commercializzazione del SUV ENYAQ iV nella variante coupé, un modello particolare, dal grande appeal estetico, che riprenderà le caratteristiche tecniche di ENYAQ iV, con autonomia oltre i 520 km grazie al pacco batteria da 82 kWh e sorprenderà i clienti grazie a un’abitabilità ottima nonostante la carrozzeria sportiva. Le novità non finiscono qui, ma non posso ancora svelarvi tutto”.

ALBERTO CESTARO
Head of Fleet & Used
Car Business di ŠKODA

LE SFIDE DEL 2022

La crisi pandemica nel mondo flotte si è concretizzata in molti casi in una proroga dei rinnovi del parco, che già nella seconda metà dell’anno in corso era entrata in un processo di ripresa a pieno ritmo. Purtroppo, questa spinta positiva è oggi rallentata dalla indisponibilità di prodotto per la nota mancanza dei semiconduttori che ha colpito l’intero comparto automotive a livello mondiale. Quindi, il ritorno alla normalità per quanto riguarda il settore delle flotte è già in atto, occorre solo superare questo momento di difficoltà nella produzione, che alla luce dei dati attuali dovrebbe gradatamente esaurirsi nel corso del 2022”.

MOBILITÀ ELETTRICA

“Il 2022 – spiega Cestaro – Sarà a mio avviso un anno di ulteriore incremento della mobilità elettrica anche nel settore delle aziende, sempre più attente e interessate al tema della elettrificazione e della sostenibilità. Ritengo tuttavia, che le richieste saranno ancora fortemente indirizzate alle tecnologie PHEV (ibride) che portano nelle flotte un significativo contributo di sostenibilità, ma non sono ancora il passo definitivo verso una mobilità completamente elettrica. Per favorire questo processo di migrazione convinta all’elettrico c’è bisogno di migliorare la disponibilità di infrastrutture, soprattutto nella rete autostradale di ricarica, per alleggerire l’ansia da rifornimento. Occorre trovare una stabilità nell’incentivazione (eco-bonus) e, non da ultimo, è necessario costruire una continua offerta di prodotto. Proprio su questo punto pensiamo di poter dare un ottimo contributo grazie ai nostri modelli Superb e Octavia IV e BEV di ultima generazione come Enyaq iV, che è già sul mercato da alcuni mesi e la nuova versione coupé che proprio nel corso del 2022 sarà svelata e arriverà presso le nostre Concessionarie”.