Škoda Kamiq, non il solito Suv

di Matteo Quagliano

Novità nella gamma di Suv Škoda: Kamiq si posiziona nel segmento di mercato B-Suv. Motori a benzina, diesel e a metano (CNG). Tecnologia di alto livello e sicurezza al top.

Škoda è ormai da tempo presente nel segmento Suv con due modelli, Kodiaq e Karoq, che hanno incontrato il favore del mercato e dato una forte caratterizzazione al brand che molto punta su questo segmento. Oggi va a completare questa offerta con Kamiq, city SUV dalle dimensioni compatte e dal grande carattere.

Realizzato sulla piattaforma MQB, questo nuovo modello si inserisce nella linea dei SUV Škoda ampliandola al segmento B-SUV, che vale oggi il 22,4% del mercato italiano. Abbiamo avuto l’opportunità di provare su strada lo Škoda Kamiq prima della sua uscita sul mercato.

GUARDA IL VIDEO: SKODA KAMIQ – PROVA SU STRADA

IL TEST DRIVE

L’organizzazione della giornata di test drive è stata impeccabile; il navigatore già impostato per il ristorante di arrivo, lungo un bellissimo percorso snodatosi tra colline e tratti autostradali, ci ha permesso di mettere alla prova le doti di guida di questo Suv di segmento B. Le impressioni ricavate sono che sia un’auto particolarmente adatta all’uso aziendale, in quanto completa nelle dotazioni di sicurezza, disponibili già nei modelli base. Allo stesso tempo, Kamiq è molto interessante anche per un utilizzatore privato; l’ampio bagagliaio, la seduta posteriore confortevole e spaziosa, fanno sì che Kamiq possa essere un’ottima auto non solo per la famiglia ma anche per il tempo libero.

“Il nome Kamiq proviene dalla lingua degli Inuit, una popolazione che vive nel nord del Canada e in Groenlandia, e indica qualcosa che riesce ad adattarsi a ogni situazione, come una seconda pelle. Inoltre, anche il nome di questo modello, Kamiq, inizia con la K e termina con la Q, proseguendo in tal modo una consuetudine che caratterizza i modelli SUV del marchio Škoda”, ha dichiarato Alain Favey, membro del board Škoda per Vendite e Marketing.

ADAS E SICUREZZA

Škoda Kamiq presenta importanti innovazioni e dotazioni complete in termini di sicurezza già disponibili a partire dalle versioni base. Lane Assistant e Front Assistant basato su radar con funzione di frenata di emergenza city. Il Lane Assistant opera con una telecamera che riconosce la segnaletica orizzontale e supporta il conducente nel mantenimento della corsia di marcia. Nel caotico traffico urbano, il Front Assistant basato su radar con funzione di frenata di emergenza contribuisce ad evitare urti contro pedoni o ciclisti e riduce le conseguenze degli incidenti. Il sistema di assistenza controlla a tal fine la zona antistante la vettura e, in caso di necessità, aziona automaticamente il freno. Per le manovre di sorpasso in autostrada e sulle strade a scorrimento veloce è disponibile il Side Assistant. Questo sistema rileva mediante due radar i veicoli in avvicinamento dalla zona posteriore e avvisa tempestivamente il conducente.

Effettuando manovre in uscita dai parcheggi in retromarcia fino a massimo 15 km/h il Rear Traffic Alert integrato nel Side Assist avvisa il conducente in caso di oggetti che si muovono dietro la zona posteriore della vettura e sorveglia anche il traffico laterale e fino a 70 metri di distanza. Se il conducente non reagisce al segnale ottico, segue una segnalazione acustica e, infine, una frenata di emergenza. Škoda Kamiq offre numerosi sistemi di assistenza derivati dai segmenti superiori che, oltre alla sicurezza, migliorano anche il comfort, come ad esempio la funzione di assistenza al parcheggio oppure il cruise control adattivo (ACC), che fino a una velocità di 210 km/h mantiene la velocità desiderata e frena automaticamente in presenza di veicoli che precedono la vettura.

MOTORIZZAZIONI DISPONIBILI

Tutti i motori dispongono di sistema di recupero dell’energia in frenata e sistema start/stop automatico e soddisfano l’attuale normativa sui gas di scarico Euro 6d-Temp. La motorizzazione top di gamma è rappresentata dal quattro cilindri 1.5 TSI con potenza di 150 cv.

La versione a gas naturale del tre cilindri, il 1.0 G-TEC da 90 cv, è la prima motorizzazione a metano adottata da un Suv Škoda, e consente di avere emissioni di CO2 e NOx più basse rispetto ai carburanti convenzionali. Come motorizzazione diesel viene offerto il 1.6 TDI a quattro cilindri con potenza di 115 cv, dotato di catalizzatore SCR, iniezione di AdBlue e filtro antiparticolato.

TECNOLOGIA A SERVIZIO DEL DRIVER

Addentrandoci nella dotazione tecnologica della vettura, molte sono le novità in merito all’infotainment che il Gruppo Volkswagen offre con questo nuovo modello, a partire da schermi touch screen da 8 oppure 9,2 pollici; come optional viene offerto un impianto audio con dieci altoparlanti. Questo modello è dotato di una scheda eSIM LTE integrata per rimanere sempre connessi e consentire, per esempio, un’ottimizzazione costante e impercettibile della navigazione. Oltre a questo, la eSIM consente anche l’accesso ai servizi online di Škoda Connect. Tra questi figurano Care Connect con accesso remoto alla vettura, Proactive Service e Infotainment Online.

Le app dell’infotainment possono essere scaricate dalla vettura tramite uno shop online. Sono inoltre disponibili la tecnologia SmartLink per il collegamento di dispositivi tramite Apple CarPlay, Android Auto o MirrorLink (a richiesta anche senza cavo, come Wireless SmartLink), un hotspot WLAN, fino a due porte USB C sulla zona anteriore e sulla zona posteriore e un vano portacellulare che consente la ricarica per induzione degli smartphone. Menzione speciale merita il nuovo assistente digitale di Škoda, operato tramite comandi vocali e attivabile semplicemente dicendo OK Laura. Oltre ai semplici comandi, l’assistente vocale comprende anche frasi complete pronunciate con naturalezza.