Škoda Enyaq, emozioni ad alta tecnologia

di Piero Evangelisti

Design dalla forte personalità per Škoda Enyaq. Fino a 204 CV di potenza e 537 km di autonomia. Con Design Selection l’auto su misura. Più avanti anche 4×4.

Sport Utility a emissioni zero. È fatta così oggi l’auto ideale per puntare a una mobilità sempre più sostenibile. In questo percorso, fra gli automobilisti c’è chi procede a piccoli passi, magari cominciando con un ibrido soft oppure un full-hybrid, che non hanno bisogno di essere ricaricati, oppure passando direttamente alla tecnologia ibrida plug-in che non lascia mai a piedi anche dove i punti di ricarica scarseggiano.

Un Suv elettrico puro, invece, per convincere i clienti deve poter contare su un’autonomia elevata e un design capace di conquistare al primo colpo d’occhio e, di conseguenza, distinguere chi lo guida. Risponde compiutamente a questi requisiti Škoda Enyaq iV, il primo Suv elettrico della Casa boema, realizzato sulla piattaforma MEB del Gruppo Volkswagen, la stessa della VW ID.4. Il design, e le emozioni che questo sa suscitare, è tuttora un elemento decisivo nella scelta di un’auto, e ciò vale anche quando si tratta di una BEV, che si suppone frutto di una riflessione profonda.

Guarda anche: ŠKODA ENYAQ - CLIP VIDEO E SCHEDA TECNICA

SEDUCE CON IL DESIGN

Con le Škoda di ultima generazione i designer della Casa boema hanno sviluppato un linguaggio stilistico dalla personalità molto forte, curato fin nei più piccoli dettagli, capace di conquistare già al primo sguardo con una carica emotiva che viene confermata dagli interni, dove la qualità è tangibile. Enyaq iV va oltre, perché quando si sviluppa un’elettrica pura partendo da un foglio bianco, e con l’unico vincolo di conservare il family feeling, i designer possono muoversi con grande libertà dando vita a forme inedite.

Il nuovo Suv elettrico di Škoda si presenta con una silhouette sicuramente sportiva, avveniristica senza eccessi, maestosa al punto da far apparire la vettura ben più grande rispetto alle dimensioni reali (4,65 metri di lunghezza, 1,88 di larghezza e 1,62 di altezza), e ciò grazie anche al passo di 2,76 metri che “spinge” le ruote ai quattro angoli dell’auto. Il frontale, privo ovviamente della griglia di raffreddamento, può trasformarsi in una inconfondibile firma luminosa scegliendo l’optional Crystal Face.

SPAZIO E TECNOLOGIA

Il passo generoso si traduce in uno spazio a bordo di categoria superiore, una dote caratteristica dei Suv e delle vetture boeme particolarmente sviluppata su Enyaq iV, che, nonostante l’ingombro delle batterie, permette a cinque adulti di viaggiare molto comodamente, anche sui sedili posteriori, e mette a disposizione un vano bagagli, ben sagomato, che ha una capienza di 585 litri che può salire fino a 1.710. La tecnologia domina la plancia anche se alcune funzioni possono essere gestite attraverso pulsanti. La strumentazione è visibile sul Digital Cockpit da 5,3” e i dati più rilevanti sono proiettati sul parabrezza da un’Head-up display a realtà aumentata.

Con i suoi 13” lo schermo collegato all’infotainment (gestibile anche con comandi vocali richiamando l’assistente “Laura”) è il più grande mai montato su una Škoda ed è il vero protagonista del layout interno. Complessivamente, la scelta dei materiali, la precisione costruttiva e la dotazione hi-tech della nuova Enyaq rendono sempre più labile, quasi evanescente, la classica frontiera, nel nostro caso superata, fra costruttori generalisti e costruttori premium.

A CIASCUNO L’AUTONOMIA PIÙ ADATTA

Con il nuovo Suv boemo debuttano le Design Selection messe a disposizione del cliente per definire l’allestimento estetico della propria vettura che viene proposta, per ora soltanto a ruote motrici posteriori, in tre livelli di equipaggiamento (standard, Executive e SportLine) da abbinare ad altrettanti powertrain contraddistinti, per immediatezza, dai numeri 50, 60 e 80 che identificano la capacità, arrotondata, delle batterie che alimentano motori di diversa potenza.

Alla base della gamma di Enyaq iV c’è la 50 (batteria da 52 kWh netti, 361 km di autonomia), spinta da un motore elettrico da 148 CV, dalla quale si passa alla 60 (58 kWh, 413 km, potenza massima 179 CV), per poi salire al top di gamma, la 80 da 204 CV che con una batteria da 77 kWh può arrivare a percorrere 537 km prima di essere caricata. Insieme al design e allo spazio a bordo uno dei principali punti di forza di ogni Škoda è il favorevole rapporto qualità prezzo che ritroviamo anche sulla nuova Enyaq iV che, con un listino che va da 35.950 a 50.350 euro (esclusi gli incentivi), è un nuovo punto di riferimento fra i Suv a emissioni zero.

PIACERE DI GUIDA

Fra i tanti pregiudizi che ancora circondano l’auto elettrica c’è la convinzione che siano auto poco entusiasmanti da guidare, un pregiudizio, appunto, che Enyaq iV è pronta a smentire, indipendentemente dalla versione. Inquadrando il nuovo Suv di Mladà Boleslav in un contesto aziendale, dove può rivestire ruoli diversi, è sicuramente la variante 80, in allestimento Executive (48.450 euro), la più indicata per scoprire tutti i vantaggi che un’elettrica può offrire in termini di prestazioni, comfort e sicurezza. Abbiamo provato la 80 su un percorso misto fatto di autostrada, città e strade di montagna, situazioni diverse che l’auto affronta con identica disinvoltura, nonostante una massa superiore alle due tonnellate, e una spiccata agilità. I 204 CV si sentono in accelerazione e in fase di sorpasso mentre la coppia di 310 Nm, pronti subito, aiuta nel risparmio di energia.

Accomodati in quella che non è esagerato definire una “lounge”, assistiti da tanti Adas, offerti di serie oppure optional e gestibili anche attraverso il volante, accompagnati dal silenzio, rotto appena dal rumore di rotolamento delle grandi ruote con cerchi da 21”, si scopre un nuovo modo di guidare, che diverte ma richiede equilibrio nel dosare la pressione sull’acceleratore. Per sfruttare al meglio la frenata rigeneratrice, efficace soprattutto in città, si può selezionare la posizione B che nei tratti in discesa rende quasi superfluo il ricorso al freno. Tutte le Enyaq iV, utilizzando un punto di ricarica veloce, recuperano l’80% della carica delle batterie in poco più di mezz’ora. Nel livello Executive sono di serie Lane Assistant, Adaptive Cruise Control, Crew Protect Assistant, Side Assistant con Rear Traffic Alert ed Exit Warning. Utilizzando MyŠKODA app o il portale web, il proprietario può controllare a distanza la ricarica della batteria, accendere l’aria condizionata prima di iniziare il viaggio o impostare orari di funzionamento preferiti.

Leggi anche: Škoda Octavia Scout: novità auto per le flotte