SIFÀ, Bper Banca e Unindustria Reggio Emilia organizzano l’evento “Circular Mobility – Il ciclo della mobilità tra sviluppo sostenibile e innovazione”

A Reggio Emilia, il 29 ottobre, un incontro per approfondire l’attuale situazione e l’evoluzione in atto della mobilità sostenibile e di una nuova idea di mobilità circolare.

Si terrà martedì 29 ottobre (ore 17:00 presso la Sala degli Specchi del Teatro Valli di Reggio Emilia) l’evento “Circular Mobility – Il ciclo della mobilità tra sviluppo sostenibile e innovazione”. Si tratta di un incontro organizzato da SIFÀ (Società Italiana Flotte Aziendali) e Bper Banca, in collaborazione con Unindustria Reggio Emilia, in cui verrà presentata in anteprima la Survey sulle Imprese realizzata da Nomisma nell’ambito dell’Osservatorio sulla Mobilità Smart&Sostenibile.

L’indagine, frutto di una survey basata su un campione di oltre 200 aziende, sarà anche uno degli argomenti del dibattito della tavola rotonda che coinvolgerà illustri ospiti del mondo imprenditoriale, istituzionale e della ricerca. Obiettivo, quello di delineare un quadro completo sulla mobilità del futuro, indagando sfide e opportunità per le imprese, che danno un contributo fondamentale alla crescita del mercato della mobilità.

Parteciperanno all’incontro Paolo Ghinolfi, Amministratore Delegato di SIFÀ, Fabrizio Togni, Direttore Generale di Bper Banca e Filippo Di Gregorio, Direttore Generale di Unindustria Reggio Emilia. Inoltre, a testimonianza del mondo imprenditoriale, porteranno il loro contributo Stefano Sordelli, Future Mobility Manager di Volkswagen Group Italia e Fabio Teti, Direttore Amministrazione, Finanza, Controllo e Sviluppo Commerciale di Tper.

I relatori approfondiranno l’attuale situazione e l’evoluzione in atto della mobilità sostenibile e di una nuova idea di “mobilità circolare”. Saranno inoltre affrontati temi di attualità connessi all’impatto dei veicoli elettrici ed ibridi sulla mobilità urbana ed extraurbana, senza tralasciare nuove tipologie di servizi, come il car sharing, e innovativi dispositivi tecnologici che potrebbero favorire una significativa diminuzione di emissioni di CO2 nelle nostre città.

Questo incontro sarà quindi l’occasione, attraverso il dibattito e la condivisione di esperienze significative, per proporre soluzioni concrete ai problemi di mobilità di persone e merci, indagando su nuove abitudini e su come le città, così come gli spazi extra-urbani, vi si stiano adattando.