Advertisement

Sicurezza: incidenti stradali in calo (-1,8%), ma aumentano le vittime (+1,1%)

In Italia nel 2015 gli incidenti stradali sono diminuiti (-1,8%), passando dai 177.031 sinistri verificatisi nel 2014 ai 173.892 sinistri nel 2015. Ad aumentare però è il numero delle vittime (+1,1%), che sono state 3.149 nel 2015 contro le 3.381 nel 2014. Si tratta della prima volta dopo 15 anni che si registra un aumento del numero delle vittime per incidenti stradali. Questi dati emergono dal rapporto ACI-ISTAT sui sinistri del 2015 nel nostro Paese. 

La fascia d’età più a rischio, rileva il rapporto, è quella dei giovani tra 20 e 24 anni (282 vittime), ma sono in aumento i decessi tra gli adulti (9% tra i 40-54enni) e gli anziani (+10,5% tra gli 80-84enni). L’aumento delle vittime riguarda in modo particolare gli utenti delle due ruote motorizzate (+7,2%) e i pedoni (+4,0%). Per questi ultimi si tratta del secondo anno consecutivo (+4,9% tra 2014 e 2013). A pesare sul dato complessivo è soprattutto l’incremento della mortalità registrata su autostrade e strade extraurbane (+6,3% e +1,9%). Infine, tra le principali violazioni al codice della strada ci sono l’eccesso di velocità (2.660.547), l’assenza di rc-auto (195.069), il mancato uso delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta dei bambini (189.096) e l’uso del telefono alla guida (148.674).