Si torna a viaggiare: +65% di spostamenti in autostrada

Tra gennaio e giugno 2021 i mezzi leggeri hanno viaggiato il 65,7% in più rispetto allo stesso periodo del 2020. Crescono anche i movimenti di quelli pesanti: +20%.

L’Italia riparte con le attività economiche e gli eventi in presenza, ma anche con gli spostamenti nel tempo libero sulle autostrade. Nei primi sei mesi del 2021 si è viaggiato molto di più rispetto alla prima metà del 2020: in particolare, dal 19 gennaio al 2 giugno 2021, le percorrenze autostradali dei mezzi leggeri sono cresciute del 65,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

In particolare il picco di spostamenti di questa metà del 2021 si è avuto ad aprile (+363% rispetto ad aprile 2020) e a maggio (+143,6% rispetto a maggio 2020).

Le indicazioni, incoraggianti, arrivano dall’Infoblu Mobility Trend, l’osservatorio delle tendenze della mobilità italiana in autostrada promosso da Infoblu, società del gruppo Telepass.

RIPRESA ANCHE DEI MEZZI PESANTI

Anche i veicoli pesanti, che tuttavia avevano avuto un calo più contenuto, stanno recuperando il gap accumulato durante il 2020.

Le percorrenze autostradali dei mezzi pesanti hanno infatti registrato un incremento di quasi il 20% nel periodo di riferimento. Anche in questo caso il mese che mostra il balzo più elevato è aprile.

La variazione dei veicoli pesanti di maggio su aprile 2021 mostra che l’andamento (-0,21%) è posizionato già sui valori massimi compatibili con la ripresa dell’attività economica ed è prevedibile che aumenti in modo sensibile a partire da giugno con la progressiva eliminazione di tutte le restrizioni.

Considerando invece i dati su fascia oraria su tutta la rete stradale, il risultato più evidente è l’incidenza del coprifuoco sul traffico 2021, che ha causato una diminuzione del traffico leggero rispetto al 2020, nonostante il lockdown fosse molto più rigido.

DIFFERENZE REGIONALI

Ovviamente, la ripresa delle mobilità in autostrada risente di differenze territoriali. Le Regioni che hanno subito limitazioni più severe sono generalmente quelle che vedono il maggior incremento di traffico leggero.

A fare registrare i maggiori aumenti di traffico autostradale e stradale sono state Piemonte (+ 71,2% leggeri e + 19,7% pesanti), Liguria (+ 67,1% leggeri, + 15,5% pesanti) e Puglia (+ 63,7% leggeri, + 39,1% pesanti).

In Piemonte e Liguria si sono manifestati andamenti simili con un notevole salto in avanti ad aprile (rispettivamente + 310,6% e +287,2% per i leggeri) e una successiva prosecuzione in positivo con la Regione della Riviera che ha potuto beneficiare di un +143,4% in occasione del ponte del 2 giugno. Anche nel caso della Puglia il consueto aprile in forte crescita (+229%) ha visto conferme nel mese successivo e a inizio giugno.

Leggi anche: Telepass, esordio nel settore assicurativo