Share Now, terminato il processo di fusione DriveNow-Car2go

I clienti Share Now possono noleggiare da un’unica piattaforma un totale di 3.000 vetture in condivisione in Italia.

Si è conclusa con successo il processo di fusione tra DriveNow e Car2go (le società dir car sharing rispettivamente del Gruppo Bmw e di Daimler). A partire dallo scorso 21 gennaio tutti i veicoli Bmw e Mini sono disponibili e prenotabili sull’app Share Now, dove sono già presenti i modelli smart (che appartenevano all’ex flotta car2go).

I 700.000 clienti Share Now, risultanti dalla fusione, possono così noleggiare da un’unica piattaforma un totale di 3.000 vetture in Italia.    

“Dopo l’Austria e la Germania, siamo molto felici di poter annunciare anche per l’Italia la conclusione del processo di fusione tra DriveNow e Car2go”, ha affermato Olivier Reppert, Ceo di Share Now.  “L’integrazione è avvenuta con successo e siamo convinti che tutti i nostri clienti beneficeranno di un’esperienza di viaggio ancora migliore. Grazie alla fusione, infatti, saremo in grado di fornire un’offerta più ampia, sia in termini di maggior varietà di modelli, sia per la maggior disponibilità di veicoli”.

Il cambiamento principale ha già avuto effetto per i clienti di Milano, unica location italiana in cui sia Car2go che DriveNow hanno finora operato distintamente: già da ieri, infatti, le flotte di entrambi i servizi sono state unificate e rese disponibili esclusivamente sull’app Share Now. In totale, in Italia, i clienti avranno a disposizione 3.000 veicoli: circa 1.700 a Milano (200 Bmw, 200 Mini e Mini cabrio, 1.300 smart fortwo, forfour e fortwo cabrio), circa 800 a Roma (smart fortwo, forfour e fortwo cabrio) e circa 500 a Torino (smart fortwo, forfour e fortwo cabrio).