Secondo trimestre 2018: immatricolazioni diesel -15,5% in Europa, benzina +19,8%

Nel secondo trimestre del 2018 le immatricolazioni di auto diesel in Europa sono in calo (-15,5% rispetto allo stesso periodo di un anno fa), mentre quelle delle auto a benzina sono in deciso rialzo (+19,8%). Cresce anche l’elettrico (+43,8%), anche se rappresenta solo una consegna su 60. Sono questi i principali dati che emergono dal rapporto periodico sulle immatricolazioni di veicoli in Europa diffuso da Acea, l’associazione europea tra i costruttori di autoveicoli.

 

 

Secondo tale rapporto, sempre con riferimento al secondo trimestre 2018, la domanda di veicoli ad alimentazione alternativa nell’Unione Europea è cresciuta significativamente (+44,3%), trainata dalle vendite di ibridi ed elettrici puri.

Tra i cinque mercati chiave europei, hanno fatto registrare la maggiore crescita di veicoli ad alimentazione alternativa Spagna (+79,4%) e Germania (+72,1%). La domanda di questi veicoli ecologici è continuata a crescere anche in Francia (+43,4%), Regno Unito (+42,3%) e Italia (+20,7%).