Seat punta sulla connettività

Seat, in occasione del Mobile World Congress (MWC) che è in corso in questi a Barcellona, ha svelato la propria visione sulla guida del futuro.
Il marchio spagnolo ha annunciato che tra il 2018 e il 2019 le auto saranno in grado di offrire servizi quali previsioni del traffico in tempo reale e raccomandazioni lungo il percorso di guida (ristoranti, negozi, servizi, etc.). Delle tre grandi tendenze nel futuro del settore automobilistico (elettrificazione, guida autonoma e guida connessa), Seat ha inoltre annunciato di voler “spingere” sulla connettività per posizionarsi di fronte alle sfide della gli anni a venire.
In particolare, la zona principale dello stand di Seat all’interno del MWC vede protagonista uno scenografico simulatore, per mostrare, in uno schermo da 88’’, le tecnologie e le applicazioni che il Brand sta sviluppando in materia di connettività e di sistemi di assistenza alla guida. “L’obiettivo della Seat – ha spiegato Luca de Meo, presidente della Seat –  è poter fare passi in avanti e diventare leader nelle tecnologie che ci permettono di offrire un’esperienza di guida facile, connessa e personalizzata”.
Al Mobile World Congress, Seat ha anche confermato l’avvio del progetto Metropolis:Lab Barcelona, ovvero un centro laboratoriale dedicato allo sviluppo di nuove soluzioni connesse e di nuovi servizi di mobilità per facilitare un’interazione più sicura ed efficiente tra le persone ed i veicoli nei contesti urbani. Questo “laboratorio” della Seat entrerà poi a far parte nel network di ricerca del Gruppo Volkswagen, già presente a Wolfsburg, a Palo Alto e a Berlino: sul piatto ci sono nuovi sistemi di navigazione predittiva, funzioni per la ricerca automatica dei parcheggi liberi e assistenti personali intelligenti, in grado di dare suggerimenti e di anticipare le esigenze degli automobilisti.