Seat, cresce l’autonomia chilometrica della gamma a metano TGI

Seat conferma sempre di più il proprio impegno verso la mobilità a metano. La Casa spagnola ad oggi infatti offre una gamma estremamente ricca di modelli, gamma che include Ibiza TGI, Arona TGI e Leon TGI. Questi modelli sono stati recentemente riconfigurati con una maggiore autonomia rispetto alle precedenti versioni.

Nel dettaglio, la principale novità è rappresentata dall’introduzione di un terzo serbatoio per il metano. Nel caso di Ibiza e Arona, l’autonomia a metano raggiunge ora i 360 km (ciclo WLTP), mentre la Leon arriva a percorrere 440 km (ciclo WLTP). “La decisione di Seat di puntare sull’aumento dell’autonomia a metano – si legge in una nota della Casa di Martorell – è legata alle richieste dei clienti che attualmente guidano un modello a metano, che sono consapevoli della maggiore sostenibilità della vettura e del notevole risparmio di carburante e sanno dove trovare le più vicine stazioni di rifornimento lungo i tratti abitualmente percorsi”.

“In condizioni normali – precisa la nota – le auto a metano di casa Seat sfruttano la benzina soltanto come carburante alternativo quando i serbatoi per il metano sono vuoti. Tuttavia, in virtù dell’elevata autonomia possibile in modalità a metano, è piuttosto raro dover ricorrere all’alimentazione a benzina. Anche in questa eventualità, il passaggio tra le due modalità di alimentazione risulta praticamente impercettibile per il conducente”.

Ibiza, Arona e Leon sono prodotte nello stabilimento Seat di Martorell e ciascun modello viene assemblato lungo la stessa linea di produzione delle altre vetture della gamma Seat, venendo adattate in modo da rendere possibile l’uso del metano come carburante primario.