Renault: con elettrico e car sharing l’hi tech conquista le flotte

di Margherita Marchi

Volano le flotte di Renault. “Su un mercato in crescita del 14,2% nel 2016 abbiamo messo a segno un progresso del 19%, aumentando la nostra quota di mercato”, ha spiegato ad Auto Aziendali Magazine Fabrizio Piastra (foto in basso), direttore vendite flotte di Renault Italia, che individua nell’andamento particolarmente vivace del noleggio e nel super ammortamento del 140% sui beni strumentali, fattori ulteriori in grado di consolidare le performance per il 2017. 

 

Clio e Captur al vertice 

Clio e Captur al top insieme a una gamma che annovera vetture molto quotate tra i fleet manager: “A livello numerico lo scettro va a Clio – conferma Piastra – molto apprezzata come vettura operativa, ma sono incoraggianti anche i risultati dei modelli di segmento C (gamme Mégane e Scénic) entrate in car policy grazie alle versioni business, in cui tutto è compreso e la scelta del colore è libera”. “Buoni i risultati anche per i Suv della Casa: Captur, Kadjar e Nuovo Koleos”, sottolinea Piastra, aggiungendo che sull’onda del buon momento del noleggio a lungo termine Renault ha lanciato la propria captive: Renault Lease e Dacia Lease, pensata per il noleggio di privati e piccole imprese. “Tutta la rete di vendita propone con successo questo prodotto”, conferma Piastra. 


Lo sviluppo del car sharing

E le novità di Casa Renault non sono finite: c’è grande attenzione anche per le modalità di utilizzo alternative dei veicoli: car sharing e car pooling, soprattutto grazie alla gamma Renault Z.E. (zero emissioni): “La gamma Z.E. e in particolare la berlina compatta Zoe e il nuovo furgone 100% elettrico Kangoo Z.E., sono perfetti per l’utilizzo in sharing. Zoe, 100% elettrica, ha una autonomia di 400 Km (300 in utilizzo urbano e periurbano). Il caricatore Camaleon consente a Zoe una ricarica più veloce sulle infrastrutture a corrente alternata, le più diffuse sul territorio, adattandosi a tutte le potenze, monofase e trifase. Piacevole da guidare, è l’auto più utilizzata nei car sharing ecologici d’Italia”, puntalizza Piastra. 

 

Le proposte per i veicoli commerciali 

“Il nuovo furgone Kangoo Z.E., invece, offre un’autonomia pari a 270 Km, consentendo di percorrere circa 200 chilometri senza ricaricare la batteria – spiega Piastra – e recupera 35 chilometri di autonomia in un’ora: il tempo di una pausa pranzo, o di un carico completo prima di un nuovo turno di consegne, permettendo quindi due turni giornalieri e ottimizzando l’utilizzo in sharing”. Utilizzo che Renault sta implementando anche per il segmento flotte con una versione station based, ideale per le aziende che vogliono mettere a disposizione i mezzi – in particolare elettrici – sia per l’utilizzo aziendale sia per quello privato dei dipendenti, attraverso una app e un sito internet. Si tratta di una tecnologia anche per una piattaforma, destinata ai fleet manager, che Renault Italia e RCI Bank, finanziaria del Gruppo, stanno mettendo a punto per una gestione sempre più efficiente ed efficace delle flotte, grazie, ad esempio, alla possibilità di monitorare consumi e livello di usura e geolocalizzare le vetture.