Renault Clio, con la quinta generazione fa un salto nel futuro

La nuova generazione dell’auto francese più venduta al mondo si presenta con il pieno di tecnologia e tanti sistemi Adas di livello 2.

Dalla prima apparizione nel 1990 è diventata la best-seller del Gruppo Renault nel mondo intero, con 15 milioni di unità vendute e diventando di fatto l’auto francese più venduta nel globo.

Parliamo della Renault Clio, che ora con la quinta generazione si rivoluziona profondamente soprattutto dal punto di vista delle dotazioni tecnologiche, grazie all’introduzione di sistemi di assistenza alla guida di livello 2 (quello massimo oggi consentito): una vera novità per un’auto di segmento B.

Per capire la portata rivoluzionaria della nuova Clio bisogna partire dal contesto. Clio V è la prima auto del piano “Drive the Future (2017-2022)”, il piano con cui il Gruppo Renault prevede entro il 2022 di proporre nella propria gamma 12 modelli ibridi e 8 veicoli 100% elettrici, di portare la connettività a bordo di tutti i veicoli proposti nei mercati e di commercializzare 15 modelli dotati di tecnologie di guida autonoma.

La Nuova Clio è dunque la prima vettura capofila di questo ambizioso piano: è infatti ibrida (con una motorizzazione e-tech full hybrid), è connessa (con il nuovo sistema multimediale connesso Easy Link) ed è dotata di tecnologie di guida parzialmente automatizzata (con dispositivi di assistenza alla guida, come si accennava in apertura, di livello 2).

Proprio i sistemi di assistenza alla guida rappresentano sicuramente il fiore all’occhiello della nuova Clio. Ce ne sono ben 20 e sono suddivisi in tre grandi famiglie: quelli per l’assistenza alla guida, quelli per l’ausilio nelle manovre di parcheggio e quelli per la sicurezza. Da citare su tutti il sistema Highway and Traffic Jam Companion, che è l’associazione di tre Adas: cruise control adattivo, frenata e ripartenza e lane centering (centraggio della corsia).

Attivo da 0 a 160 km/h, questo sistema regola la velocità dell’auto e mantiene le distanze di sicurezza con i veicoli che si trovano davanti, assicurando al tempo stesso il mantenimento nella corsia. Il dispositivo funziona con una telecamera frontale e un radar su strade dove la segnaletica orizzontale (linee continue o tratteggiate) è correttamente visibile. In mancanza di linea di carreggiata, attiva solo il cruise control adattivo.

Il sistema Highway and Traffic Jam Companion (che fa parte degli Adas di livello 2) è inserito nel “Pack Guida Autonoma”, in opzione al prezzo di 1.300 euro che comprende anche i seguenti equipaggiamenti: Blind Spot Warning (sensore angolo morto), Pack Winter (volante in pelle riscaldato e sedili anteriori riscaldati) e Pack Relax (freno di stazionamento elettrico, bracciolo, retrovisore interno fotocromatico, sedile passeggero regolabile in altezza).

È da segnalare che sulla nuova Clio sono disponibili, poi, altri importanti sistemi Adas. Tra questi citiamo l’allerta per il superamento della linea di carreggiata e mantenimento della corsia (lane keeping assist e lane departure warning) e la frenata d’emergenza attiva con riconoscimento di pedoni e ciclisti. Tutti questi sistemi hanno permesso alla nuova Clio di ottenere le 5 stelle ai test di sicurezza Euro NCAP, diventando il 22° veicolo del Gruppo Renault a ricevere lo score più elevato