Rallenta la crescita dei prezzi delle auto nuove: +2,1% nel primo semestre 2020

Il mercato dell’auto evita in una fase delicata di forzare sui prezzi.

Rallenta la crescita dei prezzi delle auto nuove in Italia. Nei primi sei mesi del 2020 i prezzi delle autovetture nuove sono infatti aumentati mediamente del 2,1% rispetto ai primi sei mesi del 2019. Tale incremento percentuale è inferiore rispetto al +2,5% con il quale si era chiuso il 2019. Secondo l’Osservatorio Autopromotec, che ha elaborato questi dati sulla base degli indici Istat dei prezzi al consumo per l’intera collettività, il rallentamento della dinamica dei prezzi delle auto nuove nel primo semestre del 2020 è dovuto alla contrazione della domanda di auto causata dalla crisi economica in atto, crisi che sta spingendo il mercato del nuovo a ritornare lentamente verso livelli di prezzi più contenuti.

Dall’elaborazione dell’Osservatorio Autopromotec emerge poi il quadro della situazione anche per ciò che riguarda i prezzi delle autovetture usate, che nel primo semestre del 2020 hanno visto una diminuzione delle quotazioni dell’1,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Si tratta tuttavia di un calo molto meno marcato rispetto a quello fatto registrare a fine 2019 (-2,7% sul 2018). Segno che i prezzi dell’usato, dopo anni di cali, si stiano proiettando verso una fisiologica risalita.

L’analisi dell’Osservatorio Autopromotec mostra infine anche la dinamica dei prezzi del settore dell’assistenza auto, settore che ha registrato nei primi sei mesi dell’anno un incremento piuttosto modesto (+1,1%) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Nel dettaglio, tra le voci dell’assistenza auto, solo quella relativa alla manutenzione e alla riparazione di mezzi di trasporto privati e quella relativa ai lubrificanti hanno fatto registrare un incremento appena più marcato (+1,2%). In misura più contenuta sono aumentati i prezzi dei pneumatici (+0,8%) e quelli dei pezzi di ricambio (+0,4%).