Program, la buona manutenzione fa bene al noleggio

Il servizio di assistenza manutentiva è il cuore pulsante del business di Program Autonoleggio, che punta ad offrire elevati standard di eccellenza grazie ad una rete di assistenza capillare, selezionata e preparata.

Riccardo Pierinelli, Responsabile Servizi Post Vendita di Program

La corretta gestione della manutenzione ha una grande importanza per le società di noleggio. Due sono gli obiettivi a cui mirare: mantenere alta la soddisfazione dei clienti e proporre soluzioni semplici ed efficaci. Lo sa bene Program, società di noleggio che ha fatto proprio della manutenzione un elemento chiave per garantire un servizio distintivo.

“Un servizio di noleggio è distintivo quando riesce a creare un vero e proprio valore aggiunto, percepito dal cliente che ne usufruisce”, dichiara Riccardo Pierinelli, Responsabile Servizi Post Vendita di Program.

“Nel caso del noleggio diventa necessario essere pronti a rispondere tempestivamente e correttamente alle esigenze dei propri clienti proponendo soluzioni semplici ed efficaci. Proprio per questo in Program parliamo spesso di soluzioni di noleggio”.

MANUTENZIONE ELEMENTO CHIAVE

Per Program il servizio di assistenza manutentiva rappresenta dunque uno degli elementi chiave per potersi distinguere dai competitors ed essere riconosciuti come grandi player del mercato. La società dispone di una rete di assistenza capillare, selezionata e preparata.

“Oggi garantiamo ai nostri Drivers la competenza, la cura, l’attenzione, la preparazione di un team di professionisti quotidianamente formati all’eccellenza”, spiega Pierinelli. “Eccellenza significa qualità effettiva percepita superiore alla qualità attesa, attenzione ai minimi dettagli, immediata capacità di porsi nei panni del Driver, tradurre in rapide e concrete soluzioni le sue aspettative, necessità ed esigenze”.

Leggi anche: Program lavora per un noleggio più semplice e flessibile

L’IMPATTO DELLA PANDEMIA

L’attenzione agli aspetti legati alla manutenzione, tra l’altro, assume oggi una centralità ancora maggiore soprattutto se si considera che il 2020 è stato un anno difficile per il comparto dell’autoriparazione. Lo scorso anno la spesa degli automobilisti italiani per la manutenzione e la riparazione delle loro auto è stata inferiore del 18,9% rispetto a quella corrispondente relativa al 2019 (fonte Autopromotec). Tale calo è imputabile principalmente agli effetti della pandemia da Covid-19 che ha colpito duramente l’intera industria automotive, incluso il comparto dell’autoriparazione. Anche il settore del noleggio è stato impattato da tale trend.

“Per quanto riguarda la nostra realtà – continua Pierinelli – nei mesi di marzo ed aprile 2020 abbiamo registrato una contrazione degli eventi manutentivi – e della relativa spesa postvendita – rispettivamente del 30% e del 50% rispetto agli stessi mesi del 2019. A partire dal mese di maggio la situazione è tornata pur lentamente ma gradualmente alla normalità. Questo inatteso saving ha comportato un decremento della spesa totale su base annua superiore al 15% rispetto al 2019”.

Nonostante il lockdown e l’inevitabile contrazione del volume di attività postvendita che ne è conseguito, Program ha costantemente garantito un’adeguata copertura del servizio postvendita con presenza fisica in azienda degli operatori. “Assicurare anche soltanto il conforto di un supporto telefonico ai Driver, in un momento di ansia, preoccupazione e smarrimento per un evento pandemico inatteso e di portata mondiale – aggiunge Pierinelli – è stata un’iniziativa assolutamente non scontata né banale, oltretutto fortemente apprezzata e riconosciuta dai nostri Clienti”.

LA SICUREZZA AL CENTRO

In questo contesto resta centrale per Program il tema della sicurezza della propria flotta, tema sul quale la società crede e investe da sempre proponendo soluzioni di noleggio flessibili, innovative ma soprattutto sicure. La società propone infatti costantemente ai fleet manager una formazione completa in termini di ADAS, pneumatici premium, corsi di guida sicura e test drive con l’obiettivo di incrementare la consapevolezza dell’impatto che tali investimenti e best practices hanno in termini di risparmio economico e di tempo.

‘’Per poter parlare di soluzioni di noleggio di valore dobbiamo infatti mettere la sicurezza dei nostri clienti al primo posto. Proprio per questo il nostro obiettivo è quello di noleggiare vetture sempre nuove e sicure e garantire al cliente una manutenzione predittiva che tenda all’azzeramento dei possibili rischi e guasti”. conclude Pierinelli. “Il gestore di un parco auto deve infatti avere la possibilità di fronteggiare un evento negativo prima che questo si verifichi, monitorando in tempo reale i parametri vitali dei propri veicoli. In questo ambito, abbiamo concluso la prima fase di test.”

Leggi anche: Program e LoJack, una partnership per rendere più sicure le flotte aziendali

CHE COS’È LA MANUTENZIONE PREDITTIVA

La manutenzione predittiva si differenzia da quella ordinaria programmata, in cui gli interventi vengono eseguiti a certe cadenze temporali o di utilizzo del mezzo, e da quella reattiva, in cui la riparazione si esegue solo in caso di guasto o malfunzionamento, per la capacità di tracciare le prestazioni delle apparecchiature del veicolo e individuare eventuali anomalie prima dell’insorgere di avarie, così da anticipare il verificarsi di eventi negativi e ridurre i tempi di fermo della macchina.

Questo ambizioso progetto è stato attivato grazie alla preziosa collaborazione con il partner LoJack e la piattaforma LoJack Connect, che ha la capacità di produrre da remoto una diagnosi di potenziali guasti, inviare segnali di allarme, promemoria delle scadenze di manutenzione e del cambio dei pneumatici.