Program Campus 2021, focus su sicurezza ed efficienza

di Rossana Malacart

Grazie agli Adas (Advanced Driving Assistance Systems) possibili una riduzione dei sinistri, maggiore efficienza, costi ridotti per assistenza e fermo tecnico

Si è tenuta il 9 settembre all’autodromo di Marzaglia (Modena) la seconda edizione di Program Campus, evento dedicato alla sicurezza delle flotte aziendali organizzato dalla società di noleggio a lungo termine fiorentina Program in collaborazione con Audi, Cadillac e Volvo; con la partecipazione come Service Safety Partner di Pirelli, Lo jack, Glass Drive e K4S.

TEST DRIVE

Nel corso della giornata la Ford Driving University ha coinvolto i partecipanti in test drive su vetture sportive della casa che hanno permesso ai driver di toccare con mano la potenza e le performance delle vetture del gruppo statunitense. Senza dimenticare, però, il capitolo sicurezza.

Il Program Campus, è infatti focalizzato sulla sicurezza stradale e sulle opportunità che gli ADAS possono fornire in tale ambito ai fleet manager delle maggiori società italiane e ai driver

GLI ADAS PROVATI

Tra i supporti alla guida più conosciuti e ormai diffusi, i partecipanti al Program Campus hanno avuto modo di testare, a bordo di differenti veicoli, la Frenata di Emergenza e il Cruise Control Adattivo. Il primo dispositivo, grazie a sensori posti sul parabrezza dell’auto, monitora la distanza tra il veicolo e quello che lo precede e, se le informazioni sulle velocità prevedono una collisione, prima avverte il driver della situazione critica e in caso quest’ultimo non freni o modifichi la propria traiettoria attiva la b.

Il Cruise Control è invece uno strumento elettronico che permette di impostare la velocità e mantenerla costante nel tempo, senza premere l’acceleratore, fino a quando il pilota non tocca freno o frizione. Nella versione adattiva il Cruise Control, grazie a un radar, permette di modulare l’andatura prescelta sulla base di quella del veicolo che lo precede, frenando e accelerando senza l’intervento del driver. 

DI SERIE DAL 2022

La formazione di Program in tema di ADAS risale al 2018 e si basa sulla convinzione che i sistemi di supporto alla guida nei veicoli rappresentino ormai un elemento imprescindibile, perché garanti della sicurezza stradale.

Tanto più che da maggio del 2022 i supporti ADAS non saranno più disponibili a discrezione delle case auto soltanto su modelli premium, ma obbligatori di serie su auto, furgoni e camion nuovi.

Dopo un accordo con il Parlamento europeo, infatti, il Consiglio dell’Unione Europea ha firmato il Regolamento sulla sicurezza generale dei veicoli a motore, che riguarda anche la protezione degli occupanti dei veicoli e degli utenti vulnerabili della strada.