Presentata a Milano la “Carta metropolitana della mobilità elettrica”

È stata presentata a Milano, in occasione di E-Mob (la Conferenza nazionale sulla mobilità elettrica che si svolta dal 18 al 20 maggio), la Carta metropolitana della mobilità elettrica, un pacchetto di misure per incoraggiare la transizione verso una mobilità più sostenibile, soprattutto nelle grandi città e nelle aree metropolitane.
Tra i punti chiave elencati nella Carta per favorire l’utilizzo dell’elettrico ci sono quelli di accelerare lo sviluppo di una rete di ricarica accessibile al pubblico, di dare un forte impulso al car sharing con veicoli elettrici per ridurre le emissioni inquinanti e la congestione del traffico, di stimolare l’introduzione di mezzi elettrici nei segmenti di mobilità con maggior efficacia e praticabilità.
Sono tanti i sostenitori della Carta metropolitana della mobilità elettrica, tra cui il Comune di Milano, la Regione Lombardia, il comitato promotore di E-Mob e le aziende che si occupano della rete di ricarica (Enel, A2A e Hera), ma anche Itass Assicurazioni, Cobat e  il comitato scientifico composto da RSE, Elettricità Futura, Asstra, Adiconsum, CEI-CIVES, Amat e Utilitalia. Per i firmatari del documento “la rivoluzione delle auto elettriche deve partire dall’Italia dei Comuni attraverso politiche di agevolazioni per le vetture a emissioni zero che possono migliorare la qualità dell’aria e della vita dei cittadini”.