Peugeot e-2008 GT, bestseller dal cuore green

Spazio a bordo non penalizzato dalle batterie – linea elegante e sportiva – propulsore elettrico da 100 kW (136 CV). Grande piacere di guida in tutte le situazioni

Nella strategia “power of choice” di Peugeot, che offre al cliente la possibilità di scegliere fra diversi livelli di elettrificazione, la he offre al cliente la possibilità di scegliere fra diversi livelli di elettrificazione, la propulsione elettrica pura è indicata per auto del segmento B, sia per un fatto dimensionale (ideale il rapporto fra peso delle batterie e massa del veicolo) sia per le percorrenze medie giornaliere di questa classe di vetture.

Sono la berlina compatta 208 e il B-Suv 2008 i modelli giusti, realizzati sulla stessa piattaforma CMP, per annoverare nella gamma la variante “e”, elettrica al 100%.

La e-2008 (che il nostro fleet manager ha provato in allestimento GT) conserva le dimensioni delle versioni a motore termico: 4,30 metri di lunghezza, 1,77 di larghezza e 1,53 di altezza, con un passo di 2,61 metri che esalta lo spazio a bordo, per nulla penalizzato dalla presenza delle batterie.

La linea, elegante, snella e sportiva, segue i più recenti stilemi del brand: grande calandra frontale, fiancate scolpite con tocco leggero ma distintivo e luci posteriori con i classici tre artigli.

Guarda anche: Peugeot e-2008 GT: prova su strada con fleet manager

ELEGANZA E TECNOLOGIA

Ad accogliere a bordo il guidatore è il Peugeot i-Cockpit, un must del brand che i clienti hanno già scelto in quasi sei milioni di casi.

L’i-Cockpit rivoluziona il concetto classico del posto guida e si fonda su importanti elementi che determinano una nuova ergonomia di guida: volante compatto, per una maggiore maneggevolezza ed un miglior controllo dell’auto; grande touch-screen HD a centro plancia in posizione ergonomica; innovativo head-up Digital display 3D con due livelli di visione delle informazioni, visibile direttamente sopra la corona del volante e non attraverso il parabrezza come nella maggior parte delle concorrenti.

IL CUORE VERDE

A spingere la Peugeot e-2008 è un propulsore elettrico da 100 kW (136 CV) che, con una coppia di 260 Nm immediatamente disponibili, offre un grande piacere di guida in tutte le situazioni, senza alcuna rinuncia rispetto alle motorizzazioni termiche.

La batteria di grande capacità (50 kWh) assicura un’autonomia fino a 320 km secondo il protocollo di omologazione WLTP ed è garantita 8 anni o 160mila km per il 70% della sua capacità di carica, soglia sotto la quale viene comunque sostituita.

Disporre, sul quadro strumenti, delle informazioni sui flussi energetici permette di adeguare lo stile di guida a quello richiesto da una BEV per salvaguardare l’autonomia che, in città, con pochi accorgimenti, può tranquillamente aumentare sfruttando le diverse modalità di guida. La e-2008 può raggiungere i 150 km/h e passa da 0 ai 100 orari in soli 8,1 secondi, prestazioni notevoli che è comunque meglio sfruttare con moderazione.

VERSATILE NELLA RICARICA

Quanto alla ricarica delle batterie (che è consigliato mantenere fra il 20% e l’80% della carica, suggerimento valido per tutte le BEV), i tempi dipendono dalle potenze delle sorgenti elettriche disponibili. Ci vogliono da 5 ore e 15 min a 8 ore per una ricarica completa da una WallBox (versione trifase 11 kW o monofase 7,4 kW) con relativo cavo di carica da 22 KW (disponibile come accessorio).

Trenta minuti bastano per ricaricare la batteria all’80% da un terminale di ricarica pubblica da 100 kW perché il sistema di raffreddamento a liquido di cui è dotato il pacco batterie permette l’utilizzo di caricatori con questa potenza. Peugeot e-2008 è offerta negli stessi livelli di allestimento delle versioni termiche ed è quindi analoga la ricca dotazione di dispositivi di assistenza alla guida, inclusi tutti quelli che richiedono il cambio automatico.

IL TEST DRIVE DEL FLEET MANAGER

A CURA DI PATRICK VELLA (FACILITY, SERVICE & FLEET MANAGER DI ESTEE LAUDER ITALIA)

Al primo contatto con la vettura risaltano subito il buon livello di finitura e l’ottima qualità dei materiali e tutto è molto intuitivo. Non è la prima auto elettrica che ho provato e nemmeno la prima Peugeot, ma i comandi sono dove ci si aspetta e anche il funzionamento del sistema multimediale si apprende rapidamente. Il sistema di navigazione e la connessione alle app sono facili da usare; molto apprezzabile la presenza di Android Auto e Apple car play.

COMPORTAMENTO SU STRADA

Basta la pressione sul tasto start e la macchina è pronta a partire nel silenzio assoluto. I primi chilometri permettono di apprezzare l’isolamento acustico dall’asfalto; nessun rumore di rotolamento e fruscii di aria: il modo migliore per poter apprezzare il silenzio del motore elettrico. Il comportamento della vettura è ottimo: assenti beccheggio o rollio eccessivo malgrado l’altezza della vettura. Si capisce che un ottimo lavoro è stato fatto sulla distribuzione dei pesi, un equilibrio che rende piacevole e sicura la marcia anche con una guida un po’ più sportiva. Il comfort è ottimo e le prestazioni del motore elettrico sono più che interessanti. Passando dalla modalità sport a quella eco il comportamento cambia radicalmente, ma anche in modalità eco (la mia preferita, cercando soprattutto di ottimizzare la durata della carica della batteria) ripresa e accelerazione restano assolutamente di rilievo.

AUTONOMIA SORPRENDENTE

Dopo avere utilizzato la 2008-e su vari tipi di percorso, da quello urbano, al misto fino a brevi tratti autostradali, sono rimasto piacevolmente sorpreso dall’autonomia che è anche maggiore di quella inizialmente indicata dalla strumentazione con batteria al 100% e non lontana da quella dichiarata di 320 km. I cavi di ricarica trovano comodo alloggiamento nel “doppio fondo” del baule. Ho testato solo la ricarica “lenta” e non un fast charger. Così facendo ho “recuperato” una discreta percentuale di batteria in una notte di ricarica, ma certamente in caso di utilizzo prolungato la carica veloce è una necessità. La ricarica fino a 100kw permette sicuramente di affrontare viaggi più lunghi con soste per la ricarica compatibili con le esigenze di lavoro.

CAR LIST E TCO

Concludendo posso dire che si tratta di una vettura sicuramente interessante, che alla guida trasmette sensazioni da categoria superiore sia per spaziosità sia per comfort. A fine test mi sono chiesto se la Peugeot 2008-e possa interpretare il ruolo di vettura aziendale. Ebbene l’appeal del modello è certamente un fattore personale, ma la funzionalità della vettura è oggettiva anche come vettura aziendale. Ovviamente mi riferisco a quella fetta di utenti per cui la tipologia di percorso sia compatibile con l’autonomia e i tempi di ricarica. Nella sua categoria l’autonomia è allineata alla concorrenza. La differenza però la fanno le dotazioni di sicurezza, il comfort, lo spazio con dimensioni esterne compatte la mettono sicuramente nella parte alta della classifica tra le possibili scelte. Peugeot, come anche altri costruttori, si sta dimostrando pronta e presente con prodotti elettrici funzionali ad una parte delle nostre flotte. Purtroppo quello che ancora è troppo in ritardo sono gli investimenti e le politiche pubbliche sulle infrastrutture veloci di ricarica e, tema altrettanto importante, sulla regolamentazione dei costi di ricarica che oggi, non solo in Italia, sono sproporzionatamente elevati.