Parcheggio autonomo delle auto? Da oggi è realtà

Bosch e Daimler hanno reso il parcheggio autonomo delle auto una realtà. Presso il garage del Museo Mercedes-Benz di Stoccarda, i due colossi mondiali dell’automotive hanno dato vita infatti ad un progetto pilota che prevede di poter parcheggiare automaticamente un veicolo nel posto assegnato senza doverne controllare i movimenti. Come? Semplicemente tramite smatphone.

In particolare, una specifica app rende possibile la prenotazione di un veicolo che arriva guidando “da solo” presso l’area di ritiro. Una volta terminato l’utilizzo, basterà poi riportare la vettura in una drop-area, scendere e selezionare sull’applicazione la funzione di parcheggio autonomo. In questo modo l’auto si andrà a posteggiare in totale autonomia.

Il parcheggio autonomo è reso possibile dall’interazione tra l’infrastruttura intelligente del garage, fornita da Bosch, e dalla tecnologia automotive di Mercedes-Benz. I sensori installati nel garage monitorano il corridoio di marcia e l’area circostante guidando il veicolo, mentre la tecnologia presente sull’auto converte i comandi dell’infrastruttura del garage alle manovre di guida in modo sicuro e, se necessario, arresta il veicolo per tempo. Dall’inizio del 2018 i visitatori potranno sperimentare in prima persona questo servizio nel garage del Museo.