Opel, completata a Rüsselsheim l’installazione di 350 colonnine di ricarica

Rüsselsheim, la località dove ha sede Opel, punta a diventare “la Città più elettrica d’Europa”.

Traguardo importante per Opel, che ad un anno esatto dall’annuncio di “Città Elettrica” (progetto congiunto che vede coinvolti diversi partner tra cui il Comune di Rüsselsheim am Main e l’Università RheinMain) ha completato la prima parte del suo progetto con l’installazione di 350 colonnine di ricarica al servizio della propria flotta di veicoli elettrici nella città di Rüsselsheim

L’iniziativa congiunta si pone come obiettivo quello di velocizzare l’espansione dell’infrastruttura di ricarica per i veicoli elettrici. Grazie alla sponsorizzazione del ministero Federale dell’Economia, in tutta la città tedesca saranno installate circa 1.300 colonnine di ricarica.

Opel, ‘Città Elettrica’: installate 350 stazioni ricarica

“Lo slogan ‘Opel diventa elettrica’ non è una promessa vuota”, ha dichiarato Michael Lohscheller, Ceo di Opel. “Una coerente strategia di elettrificazione rappresenta un pilastro importante del nostro piano aziendale PACE!, che prevede anche la creazione delle necessarie infrastrutture di ricarica per i veicoli elettrici che sviluppiamo qui a Rüsselsheim”.

“Adesso l’infrastruttura esiste“, ha aggiunto Lohscheller. “Desidero fare i complimenti alla squadra per la rapida realizzazione del progetto. Per consentire alla mobilità elettrica di diventare una vera e propria rivoluzione sono necessari altri progetti infrastrutturali come questo”.