Nuovo Lexus UX, primo contatto in Spagna

Manca poco ormai per il primo porte aperte in Italia (9-10 marzo) del nuovo Lexus UX, il crossover compatto di casa Lexus che nel nostro Paese sarà disponibile solo in versione ibrida elettrificata (UX 250h). Noi di Auto Aziendali magazine l’abbiamo provato sulle strade di Barcellona, dove in questi giorni vi è stata la presentazione stampa europea.

Partiamo subito col dire che si tratta di un modello pensato per ricoprire un ruolo fondamentale non solo nella gamma di Lexus (si posiziona tra il modello d’ingresso Lexus CT Hybrid e il modello più venduto NX Hybrid), ma più in generale nel segmento C dei Suv premium.

“Lexus UX è un vero e proprio game changer”, come lo definisce Ennio Liberali, brand manager di Lexus Italia. “Un modello che permetterà a Lexus di raggiungere obiettivi importanti sia in termini di volumi, sia nel ridefinire la percezione del brand. Ci aspettiamo clienti nuovi, con l’aspettativa di passare dalle circa 4.000 unità vendute a fine 2018 alle 7.500 a fine 2019”. “Ma soprattuto – continua Liberali – è un modello che permetterà al brand Lexus di rinforzare ulteriormente la posizione di leadership nel mercato elettrificato premium dove oggi già rappresenta circa il 50% delle vendite grazie alla sua gamma 100% Hybrid”.

Sulle strade di Barcellona il nuovo Lexus UX Hybrid si è dimostrato perfettamente a suo agio sia sui percorsi urbani che extraurbani. Il nome UX deriva infatti proprio dal concetto che risiede alla base del progetto, Urban e X-over (crossover). Lungo 4,5 metri e con un passi 2,6 metri, UX si caratterizza in prima battuta per un abitacolo spazioso e confortevole, per l’accurata lavorazioni dei materiali degli interni e per una sorprendente silenziosità anche a velocità sostenuta, ottenuta grazie all’impiego mirato di materiali fonoassorbenti in tutto il veicolo.

La vettura è sviluppata sulla nuova piattaforma GA-C, progettata da Lexus per assicurare i massimi livelli di sicurezza e stabilità grazie all’utilizzo di materiali ad elevata elasticità. “UX presenta inoltre il baricentro più basso della categoria– tiene a precisare Liberali – caratteristica di fondamentale importanza per la maneggevolezza e la qualità di marcia, supportata dalle numerose misure atte a ridurre il peso della vettura tra cui l’impiego di pannelli in alluminio per portiere, parafanghi e cofano, e materiali in resina per il portellone posteriore”.

Come detto, nuovo UX verrà venduto in Italia in versione ibrida, con un 2.0 a benzina e un’unità elettrica alimentata da batterie: insieme, erogano 184 Cv, sufficienti per garantire un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 8,5 secondi e grandi efficienze in termini di consumi ed emissioni (i consumi sono pari a 4,1 litri/100 km, con emissioni di 96 g/km di CO2).

Un doveroso accenno merita la ricca dotazione tecnologica che contraddistingue il nuovo Lexus UX, a partire dal pacchetto di sicurezza Lexus Safety System+ che include tutti i più avanzati sistemi di assistenza alla guida, tra cui un sistema Pre-Crash con funzione di rilevamento pedoni con una telecamera speciale che segnala i pedoni anche in caso di scarsa visibilità. C’è poi anche la funzione Pre-Collision Braking che avverte il conducente di una potenziale collisione, e frena automaticamente in una fascia di velocità tra i 10 e i 180 km/h. Altri sistemi di sicurezza disponibili includono il Parking Support Alert che può rilevare i veicoli che attraversano lateralmente e i veicoli statici davanti o dietro l’UX quando si parcheggia, utilizzando le immagini delle telecamere digitali sul display centrale insieme a un segnale acustico.

5 gli allestimenti disponibili: Premium, F Sport, Luxury, Executive e Business (quest’ultima dedicata alla clientela flotte). I prezzi di listino partono da 37.900 euro.