Nuova Seat Leon: il primo modello del brand con 5 diverse tipologie di propulsione

La nuova SEAT Leon offre 5 diverse tecnologie di propulsione progettate per offrire ai clienti la giusta combinazione di auto e propulsore, secondo le specifiche esigenze di ciascuno: benzina (TSI), Diesel (TDI), mild-hybrid (eTSI), ibrido plug-in (eHybrid) e metano (TGI).

Fin dal suo lancio nel 1999, SEAT Leon si è rivelata essere uno dei pilastri di SEAT, introducendo nuove tecnologie in un segmento estremamente competitivo.

Oggi, la nuova SEAT Leon è il primo modello del marchio a offrire cinque diverse tecnologie di propulsione, praticamente in grado di rispondere alle esigenze di ogni tipologia di guidatore. Il ventaglio di propulsori all’avanguardia include varianti a benzina (TSI), Diesel (TDI), mild-hybrid (eTSI), ibrido plug-in (eHybrid) e a metano (TGI), permettendo al cliente la scelta dell’auto che meglio rispecchia il proprio stile di vita e le proprie esigenze e offrendo nel contempo l’efficienza e le prestazioni richieste dal mercato.

In totale, per la nuova SEAT Leon sono disponibili 11 diverse varianti meccaniche, con una potenza erogata che va da 90 CV, con il 1.0 TSI, ai 204 CV di SEAT Leon ibrida plug-in. Tutti contraddistinti da efficienza dal punto di vista dei consumi, basse emissioni e, nel contempo, dalle prestazioni, i diversi propulsori offrono al cliente la scelta dell’auto che meglio si adatta alle proprie esigenze. Dotata di Drive Profile (disponibile di serie nella versione FR), la nuova SEAT Leon consente inoltre al cliente la scelta tra diverse modalità di guida pre impostate (Eco, Normal, Comfort e Sport) oltre alla modalità individual, che permette di adattare l’auto alle proprie esigenze, grazie al nuovo selettore DCC.