Nuova Audi Q2: dettagli di stile e tanta tecnologia

A quattro anni dal lancio della prima generazione, Audi rinnova il Suv compatto Q2 – un modello trendsetter che ha riscosso grande successo – con alcuni aggiornamenti estetici che rendono più distintiva la silhouette e con l’arricchimento dei servizi Audi Connect.

Nuova Audi Q2 si presenta come una vettura decisamente innovativa nel segmento dei Suv, sia sul fronte del design che su quello dei motori e delle dotazioni tecnologiche.

Partendo dal design, il restyling del poderoso Compact-Suv della Casa dei Quattro Anelli si è concentrato nel rendere i tratti stilistici più netti e squadrati, il tutto a fronte di dimensioni che crescono di pochi millimetri solo in lunghezza – ora di 4,21 metri – per effetto del nuovo scudo posteriore.  

nuova audi q2

UN LOOK DECISO

Il frontale della nuova Audi Q2 è stato ridisegnato, per valorizzare le superfici al di sotto dei gruppi ottici. In particolare spicca il single frame ottagonale, collocato in posizione lievemente ribassata rispetto al precedente modello, e il paraurti che integra un inedito estrattore con cinque inserti.

Le varianti con estetica advanced ed S line sono contraddistinte dalle affilate feritoie tra calandra e cofano motore, omaggio alla mitica Audi Sport quattro del 1984, icona rallystica della casa tedesca. Le prese d’aria, ampliate, rendono ancora più espressivo il frontale, specie nella versione S line edition.

PRIMA ASSOLUTA: I PROIETTORI MATRIX LED

I fari anteriori ora sono full led di serie in tutti gli allestimenti e, novità assoluta per Audi Q2, è possibile richiedere la tecnologia Matrix led (salvo nella versione Business Plus, che li prevede di serie). Si tratta di sette Led singoli, integrati in un modulo condiviso, che emettono un fascio abbagliante adattivo, così da rischiarare la carreggiata in modo ottimale senza infastidire gli altri utenti della strada. La telecamera anteriore rileva il traffico e permette di disattivare selettivamente alcuni segmenti luminosi, lasciando attivi gli altri a beneficio del comfort e della sicurezza di guida.

I proiettori Matrix Led integrano gli indicatori di direzione dinamici, forti di sette diodi dedicati, le luci diurne dalla firma luminosa specifica – affidata a dieci Led collocati dietro ottiche romboidali – le funzioni luci autostradali, che estendono il fascio luminoso alle velocità più elevate, e di regolazione automatica della profondità oltre alle animazioni coming home/leaving home che rendono immediatamente riconoscibile la vettura. Da notare che in abbinamento alla navigazione MMI plus, le luci di svolta divengono dinamiche e illuminano la curva prima ancora che il conducente agisca sullo sterzo. 

RITOCCHI INTERNI

Con il restyling sono stati rivisti anche alcuni particolari degli interni dell’Audi Q2, come ad esempio il look delle bocchette di aerazione, la forma del pomello del cambio manuale e quella del selettore della trasmissione S Tronic. Optando per il pacchetto degli interni S line è possibile avere sedili sportivi e specifici inserti. L’utente inoltre con il pacchetto Format, che aggiunge un sistema di retroilluminazione per la plancia disponibile in 10 colorazioni, può personalizzare ulteriormente gli interni dell’auto.

Tra le dotazioni a richiesta spicca la funzione riscaldamento/aerazione supplementare, attivabile a tempo o da remoto a motore spento. Il vano bagagli ha una capienza di 405 litri ampliabile a 1.050 litri abbattendo gli schienali delle sedute posteriori. Sempre a richiesta, sono disponibili il portellone a comando elettrico e il gancio di traino.

CONNETTIVITÀ DI BORDO

Nella nuova Audi Q2 si amplia la gamma di soluzioni per la visualizzazione delle informazioni di bordo e l’infotainment. L’offerta spazia dalla strumentazione con display a colori, di serie dal secondo livello di allestimento, sino alla soluzione integralmente digitale dell’Audi virtual cockpit da 12,3 pollici, di serie per la variante Business plus.

Alla radio digitale MMI plus della versione d’ingresso si affianca il sistema di navigazione MMI plus con MMI touch, ora corredato di uno schermo da 8,3 anziché da 7 pollici. Tra le novità della rinnovata Q2 spicca anche la presenza di serie, sin dalla versione d’ingresso, dei servizi Audi Connect Remote & Control che forniscono informazioni utili sulla vettura, collegandola allo smartphone tramite l’app myAudi. È possibile ad esempio tenere sotto controllo i dati relativi al consumo di carburante, le percorrenze chilometriche, gli intervalli di manutenzione e l’ultima posizione di parcheggio, oltre a bloccare e sbloccare le portiere da remoto. 

SICUREZZA E TECNOLOGIA AL TOP

Le tecnologie di assistenza al conducente di cui è dotata nuova Audi Q2 derivano dai modelli Audi di classe superiore. Avvalendosi di un radar a medio raggio, il sistema Audi pre sense front, di serie sin dalla versione d’ingresso, monitora l’area dinanzi alla vettura così da prevenire gli impatti con altri veicoli, pedoni e ciclisti. L’avvertimento in caso di abbandono involontario della corsia è di serie per la variante Business plus, mentre gli Adas a richiesta sono organizzati nei pacchetti assistenza alla guida e assistenza al parcheggio. Quest’ultimo include la telecamera in retromarcia e i sensori a ultrasuoni anteriori e posteriori.

Il lane change warning con Audi pre sense basic include l’avvertimento al cambio di corsia, il monitoraggio del traffico posteriore, la segnalazione di un veicolo in corrispondenza dell’angolo di visuale cieco e, in abbinamento al pacchetto assistenza al parcheggio, l’assistente al traffico trasversale che aiuta il conducente in uscita in retromarcia da un parcheggio. Il pacchetto assistenza alla guida comprende l’adaptive cruise assist, disponibile in abbinamento alla trasmissione S tronic, che supporta il guidatore regolando automaticamente la distanza dal veicolo che precede e contribuendo, mediante lievi interventi correttivi allo sterzo, a mantenere la direzionalità all’interno della corsia sino a una velocità di 210 km/h. Nel traffico stop-and-go, il sistema frena l’auto sino al completo arresto.

LA GAMMA DEI MOTORI

La rinnovata Audi Q2 ha fatto il suo debutto con un motore a iniezione diretta della benzina: il quattro cilindri 1.5 TFSI da 150 CV e 250 Nm di coppia, accreditato di consumi contenuti in 5,8 – 6,5 litri ogni 100 chilometri nel ciclo combinato Wltp e di emissioni di CO2 di 133 – 149 grammi/km. L’efficienza del propulsore è rafforzata dalla tecnologia cylinder on demand (Cod), che disattiva due cilindri ai carichi medi e bassi. Il propulsore 1.5 TFSI è proposto in abbinamento al cambio manuale a sei rapporti oppure alla trasmissione a doppia frizione S tronic a sette rapporti.

In gamma, attualmente, al 1.5 TFSI si è affiancato il 2.0 (35) TDI quattro S tronic 150 CV. Il quattro cilindri TDI di 1.968 cc è il top di gamma tra i motori Diesel per Audi Q2 e può contare su soluzioni raffinate come i circuiti di raffreddamento separati, il doppio albero di equilibratura e la riduzione degli attriti interni. Dotato della trasmissione a doppia frizione S tronic a 7 rapporti, il SUV compatto dei quattro anelli equipaggiato con il 2.0 TDI scatta da 0 a 100 km/h in 8,2 secondi, raggiunge la velocità massima di 210 km/h e introduce in gamma la trazione quattro, icona tecnologica del Brand. Nello specifico, la frizione multidisco a lamelle, che trasferisce interamente o in parte la coppia alle ruote posteriori, appartiene a una nuova generazione. Rispetto al modello precedente, è più leggera di circa un chilogrammo, mentre molteplici affinamenti di dettaglio, ad esempio alla lubrificazione, rafforzano l’efficienza del sistema 4WD.

SCOPRI DI PIÙ