Novità in arrivo nel 2020, parlano i protagonisti

di Piero Evangelisti

Abbiamo chiesto ai rappresentanti di società di noleggio (a lungo e a breve termine) attive nel mondo business, di società di car sharing e di car pooling di illustrarci i loro programmi per il 2020. Ecco cosa ci hanno raccontato.

LE NOSTRE DOMANDE

  • 1. Quali sono le novità che avete in programma di lanciare nel 2020?
  • 2. Quali sono le prospettive per il settore delle flotte aziendali nel 2020?
  • 3. In che modo lo sviluppo di un numero sempre maggiore di soluzioni elettrificate sta influendo sulle scelte dei clienti aziendali? Quali sono le prospettive per la diffusione di queste soluzioni nel segmento business nel 2020?

ALD AUTOMOTIVE: TELEMATICA, FLEET MANAGEMENT E CAR SHARING PROTAGONISTI NEL 2020

risponde :GIOVANNI GIULITTI, GENERAL MANAGER DI ALD AUTOMOTIVE

1. ALD Automotive Italia è un operatore particolarmente attivo nell’inventare nuove formule di noleggio flessibili che coniughino innovazione e qualità dei servizi. Penso a ALD Carsharing, la formula che consente di creare una flotta aziendale in modalità condivisa, riducendo i costi. Oppure al “ready to share” di Popgo, un noleggio a lungo termine con la tecnologia necessaria alla condivisione.  

2. La telematica, i servizi di fleet management e di corporate car sharing, così come quelli di assistenza alla guida saranno sicuramente protagonisti del 2020 e del terzo decennio del Duemila.  

3. Oggi circa il 9% della nostra flotta è composto da auto ibride e l’1,5% da auto elettriche. ALD Green è un servizio sul quale investiremo nel 2020. La domanda è destinata a crescere mano a mano che le infrastrutture sul territorio lo consentiranno. La percezione tra i fleet manager sta migliorando. Inoltre l’uscita di nuovi modelli nel 2020 determinerà una ulteriore accelerazione. L’aumento dell’ibrido, invece, procede a ritmo sostenuto, grazie anche alle nuove normative che spingono le aziende verso la mobilità sostenibile.

ALPHABET: UN APPROCCIO PERSONALIZZATO E NUOVE FUNZIONALITÀ

risponde: ANDREA CASTRONOVO, PRESIDENTE E AD DI ALPHABET

1. Continueremo a sviluppare i nostri focus tradizionali e proporremo nuovi servizi, prodotti e strumenti esplorando nuovi canali di vendita insieme a clienti e partner. Il 2020 sarà anche l’anno di Paperless 4.0 il nuovo sistema da poco lanciato sulla rete dealer BMW e Mini che andrà a rivoluzionare la customer experience dei nostri clienti, una soluzione che, tramite un’innovativa app, permetterà di semplificare il processo di firma digitale. Puntiamo ad offrire un approccio personalizzato e multicanale, per cui continueremo a migliorare la nostra app Alphabet Mobility Services, e dotarla di nuove funzionalità con prodotti come AlphaRent (noleggio da una settimana, fino a 24 mesi), o la cooperazione con il brand “NOW” per la urban mobility.

2. La nuova filosofia di mobilità si basa su due aspetti principali: sicurezza e sostenibilità. Per la prima offriamo per le auto aziendali tutti i più moderni ADAS e mettiamo a disposizione dei driver i corsi di guida sicura della Bmw Driving Experience curata da GuidarePilotare di Sigfried Stohr. Grazie a questi corsi di guida avanzata, su un campione di 1.264 allievi, è stato rilevato il -40,5% di incidenti. Mentre per quanto riguarda la sostenibilità al centro dell’attenzione c’è l’elettrificazione.

3. Ad oggi la mobilità elettrica non è per tutti, ma col tempo riuscirà ad abbracciare sempre più le esigenze di mobilità di un numero sempre maggiore di utenti. La cosa fondamentale è guidare le aziende nell’adozione di soluzioni che siano tanto sostenibili quanto realmente adatte a soddisfare le necessità di spostamento dei driver. Per questo grazie ad AlphaElectric offriamo ai nostri clienti molto più di una semplice offerta di noleggio a lungo termine per veicoli elettrici, ma una consulenza approfondita sullo studio delle esigenze di mobilità. Partendo da un’analisi del potenziale di elettrificazione individuiamo quali veicoli elettrici possono essere introdotti nella flotta, quali soluzioni di ricarica possono essere adottate e quali servizi di e-mobility possono supportare al meglio i driver e i fleet manager in un cammino di eco-sostenibilità.

PER ARVAL TRE PRIORITÀ: MOBILITÀ, PARTNERSHIP E CSR

risponde: ŠTEFAN MAJTÁN, DIRETTORE GENERALE DI ARVAL ITALIA

1. Stiamo lavorando a una nuova strategia che si baserà su tre priorità: l’evoluzione della mobilità, le partnership e le nostre iniziative di Corporate Social Responsibility. Puntiamo a migliorare la qualità dei nostri prodotti e dei nostri servizi e a sviluppare il settore privato dove è in crescita la domanda di mobilità condivisa. Più in generale, svilupperemo un’offerta di mobilità a 360° ed è proprio per questo che, a livello globale, la nuova firma di Arval è “For the many journeys in life” che esprime la nostra intenzione di essere sempre più vicini ai nostri driver, proponendo soluzioni semplici, all-inclusive, “end-to-end”.

2. Nel 2019, il settore del noleggio a lungo termine è cresciuto, secondo i dati Aniasa, del 7,7%. Penso che il trend rimarrà positivo anche nei prossimi anni, perché il noleggio è sempre più apprezzato dalle aziende così come dai consumatori privati. La crescita di Arval poi è stata ancora più significativa perché siamo stati in grado di disegnare la nostra value proposition in modo da essere sempre più vicini alle esigenze dei nostri clienti.  

3. Molte delle nostre aziende clienti stanno già lavorando perché i limiti di emissioni vengano presi in considerazione nelle loro car list. Possiamo quindi aspettarci un aumento dei veicoli non diesel nelle flotte (soprattutto a favore di motori ibridi ed elettrici), anche grazie all’arrivo sul mercato di nuovi modelli di tutte le categorie. Arval è preparata a supportare i propri clienti nei loro percorsi verso la transizione energetica. Possiamo farlo grazie allo SMaRT Approach, una metodologia unica sul mercato costruita per soddisfare le esigenze di cambiamento dei fleet manager. Questo progetto internazionale rende Arval la prima società di noleggio ad offrire in modo proattivo un approccio così strutturato e concreto.

ATHLON, MID-TERM E VAN AL CENTRO DELL’OFFERTA

risponde: ATTHIAS MICKE, CEO DI ATHLON

1. Abbiamo lavorato su più fronti, dal Mid-Term al Rental, valuteremo ad inizio anno i trend per verificare se corrispondono alle previsioni stimate. Di base possiamo affermare che sulla scia del 2019, continueremo a puntare molto sul Mid-Term anche con nuove formule molto interessanti. L’altro settore strategico del 2020 sarà il Rental VAN, proveremo a soddisfare maggiormente le richieste pervenute, anche in termini di servizi studiati ad hoc per il cliente più esigente

2. Le grandi aziende dovranno inevitabilmente continuare a confrontarsi con la sostenibilità e con una diffusa insicurezza economica. Aumenterà da parte dei clienti il focus sulle macchine elettriche/ibride e verso le nuove soluzioni di noleggio flessibile. In questo scenario crediamo che nel 2020 avrà un ottimo sviluppo anche il comparto Rental.

3. Nel passato la scelta di una macchina elettrica prevedeva il compromesso nel quale considerare scarsa scelta di prodotti, listini alti ed un’autonomia bassa. Oggi la maggiore offerta di prodotto in combinazione con una rete di colonnine molto più ampia e diffusa anche nella rete autostradale semplificherà questa scelta e invoglierà sempre di più aziende e cittadini, trasformandola in un’alternativa vera e percorribile. Le grandi aziende continueranno a riflettere molto sull’impatto ambientale e sul bilancio CO2. Queste soluzioni supporteranno la loro strategia e di conseguenza ci sarà un aumento di richiesta nel mondo automotive. Nel 2020 continueremo a concentrarci sul miglioramento dell’esperienza di noleggio dei nostri clienti che deve essere efficiente, personalizzata e intuitiva.

AVIS, UN’OFFERTA DI NOLEGGIO EFFICIENTE, PERSONALIZZATA E INTUITIVA

risponde: GIANLUCA TESTA, MANAGING DIRECTOR SOUTHERN REGION DI AVIS

1. Nel 2020 continueremo a concentrarci sul miglioramento dell’esperienza di noleggio e sulla garanzia che i nostri servizi di mobilità soddisfino le attuali richieste ed aspettative dei clienti. Ci concentreremo anche sull’innovazione guardando al futuro per offrire un’esperienza di noleggio efficiente, personalizzata e intuitiva.

2. Il segmento business chiede un servizio di gestione della flotta più personalizzato. Avis Budget Italia ha già risposto alle aziende che richiedono una soluzione di mobilità flessibile offrendo soluzioni di noleggio a breve, medio e lungo termine. Nel 2020 saranno sempre di più le aziende che richiederanno il veicolo adatto ogni volta che ne avranno bisogno. In Italia i nostri brand dimostrano il nostro impegno nel settore del noleggio business con Maggiore FlexyRent e Avis Free Move che offrono soluzioni flessibili: dal noleggio giornaliero a quello pluriennale.

3. Abbiamo rilevato nel 2019 una crescente domanda di veicoli rispettosi dell’ambiente e ci aspettiamo che questa tendenza cresca nel 2020, sia da parte dei clienti business sia della clientela leisure. Abbiamo lanciato il servizio Avis Electric Motion a Roma e Milano, una soluzione di noleggio 100% elettrico che offre tariffe orarie flessibili, accesso illimitato in aree a traffico limitato della città e chilometraggio illimitato per almeno due ore. Questo servizio non solo si adatta alle esigenze delle imprese, ma affronta anche le preoccupazioni ambientali aiutando le città a diventare più green. Siamo certi che la domanda di elettriche crescerà con lo svilupparsi delle reti di ricarica.

EUROPCAR PUNTA SUL CARSHARING UBEEQO E SU PROFESSIONISTI E PMI

risponde: RICCARDO MASTROVINCENZO, SALES & MARKETING DIRECTOR DI EUROPCAR

1. Sul fronte delle flotte aziendali continueremo a puntare sui servizi di Corporate Carsharing – offerti con il brand Ubeeqo – e sul medio termine con l’offerta Mid Term Flex Europcar: l’obiettivo per il 2020 è veder crescere il numero di aziende che scelgono il nostro servizio per ottimizzare la gestione della propria flotta, aumentando al tempo stesso la penetrazione nel segmento dei professionisti delle PMi e dei privati. Ubeeqo, poi, sta riscontrando che sono sempre di più le aziende entusiaste del car sharing per i risvolti positivi in termini di Corporate Social Responsability.

2. Il trend attuale continuerà nel 2020. Le aziende tendono a liberarsi dai vincoli del noleggio a lungo termine, optando per soluzioni più flessibili e dai costi certi. Mid Term Flex di Europcar è un’offerta flessibile a 360°, a partire dalla disponibilità di due diversi pacchetti modulabili sulla base dei bisogni del cliente e dalla durata, un’offerta che si basa sulla disponibilità immediata della flotta e sui diversi metodi di pagamento utilizzabili, come la carta di credito che snellisce il processo di customer approval. Flessibilità e accessibilità caratterizzano il Corporate Carsharing di Ubeeqo che propone un’alternativa conveniente alla gestione di un parco auto in pool.

3. Lo scorso anno abbiamo introdotto alcune vetture elettriche nella flotta Europcar ed abbiamo rilevato che sono richieste soprattutto per noleggi plurimensili o medium term. Guardando al futuro è indubbio che l’utilizzo di vetture elettriche da parte dei dipendenti aziendali prenderà sempre di più piede soprattutto per gli spostamenti cittadini. Anche Ubeeqo mette a disposizione delle aziende elettriche e ibride la promozione di una mobilità urbana sostenibile. L’attenzione per l’ambiente è centrale nella strategia di Europcar Mobility Group.

JOJOB: L’AUTO SARÀ SEMPRE PIÙ ELETTRICA, MA IN CARSHARING O CAR POOLING

risponde: GERARD ALBERTENGO, FOUNDER DI JOJOB

1. Apriamo il 2020 con un’interessante novità: Bringme (la società che ha creato Jojob, principale servizio che in Italia offre alle aziende uno strumento completo di welfare aziendale dal punto di vista della mobilità) ha scelto di trasformarsi in una Società Benefit per sottolineare il suo intento di avere un impatto positivo sulla società e sulla biosfera. Inoltre rivoluzioneremo la nostra piattaforma con tante novità da svelare nei prossimi mesi.

2. Ci auguriamo che il ruolo del mobility manager venga sempre più riconosciuto come decisivo per le aziende italiane, quindi più responsabilità ma anche più risorse che permettano di migliorare la mobilità – e quindi il welfare – dei dipendenti.

3. La diffusione dell’elettrico toglierà lo smog dalle città, ma in generale non verrà risolto del tutto il problema dell’inquinamento, che sarà spostato a monte, alla fonte di produzione dell’energia elettrica. Pertanto, bisognerà immaginare l’utilizzo dell’auto elettrica sempre in un’ottica di sharing, sia privato che pooling, e puntare alla diffusione di mezzi di trasporto pubblico elettrici. Senza sharing non ridurremo le emissioni globali, poiché non diminuiranno le auto su strada, il traffico e la quantità di inquinamento. Il carpooling rappresenta la soluzione più immediata per ridurre il numero di veicoli circolanti. Per gli spostamenti nelle aree urbane, poco servite dal servizio pubblico, l’auto privata continuerà a farla da padrone, ma sarà elettrica e possibilmente in pooling.

LEASEPLAN, EVOLUZIONE PROFONDA SOTTO IL SEGNO DEL CAR-AS-A-SERVICE

risponde: ALBERTO VIANO, AMMINISTRATORE DELEGATO DI LEASEPLAN ITALIA

1. Siamo all’avvio di un nuovo decennio che cambierà profondamente il settore automotive dove ogni attore dovrà proporre soluzioni in linea con le nuove esigenze. LeasePlan con la sua storia e il suo know how è pronta a rispondere alle nuove sfide. Car-as-a- Service è per LeasePlan una missione con cui affrontiamo i 3 grandi temi protagonisti per il nostro settore: diffusione della mobilità sostenibile, presidio sui privati e avvio del corporate car sharing, anche per i veicoli elettrici e per le due ruote, con il rilancio della collaborazione con Cityscoot, la società di scooter sharing presente a Milano e Roma.

2. Per il 2020 ci attendiamo una forte crescita del segmento dei privati, sempre più sensibili verso l’e-commerce e i canali digitali. Nelle aziende di grandi dimensioni ci sarà poi una forte espansione del Corporate Car Sharing, che si sposa perfettamente con la mobilità sostenibile.

3. Sappiamo che i driver italiani sono tra i primi in Europa per disponibilità verso l’elettrico: il 50% sceglierà probabilmente un’elettrica nei prossimi 5 anni. Dal Mobility Monitor 2019 risulta che, su base europea, il 61% dei partecipanti considera favorevolmente la mobilità elettrica e riconosce che la propria opinione verso la guida di veicoli elettrici è positivamente migliorata nel corso degli ultimi tre anni per quanto riguarda l’autonomia, i tempi di ricarica e prezzi che migliorano l’accessibilità all’elettrico. Saremo protagonisti con la proposta Start Electric che unisce alla fornitura del veicolo elettrico e ai servizi di noleggio una consulenza specifica, offrendo anche le infrastrutture di ricarica e una energy card per la ricarica sull’80% della rete pubblica nazionale. Aspetti consulenziali e soluzioni digitali saranno centrali nel nuovo anno, in particolare le seconde.

LEASYS, SERVIZI CUSTOMIZZATI PER IL LAVORO DEL FLEET MANAGER

risponde: ALBERTO GRIPPO, CEO DI LEASYS

1. Nel 2020 continueremo a lavorare per il lancio di prodotti in linea con le aspettative dei diversi target dei nostri clienti. Flessibili e “senza pensieri” per il privato, con servizi customizzati per le grandi aziende che da un lato alleggeriscano e facilitino la vita del fleet manager fornendo al tempo stesso il massimo del valore al driver. Molte delle soluzioni proposte saranno “sostenibili” e in linea con le nuove tendenze della mobilità condivisa.

2. I dati dicono che il settore continuerà a godere di buona salute. Il noleggio a lungo termine continua a crescere e ad essere considerata una delle soluzioni migliori per le flotte aziendali. Notiamo una costante attenzione ai temi della sicurezza (ADAS), alla semplificazione in ottica digitale e alla rivoluzione green.

3. L’impegno ad un uso responsabile delle soluzioni di mobilità è un elemento, anche di CSR, a cui sempre più grandi aziende sono attente. Grazie all’offerta di modelli ibridi ed elettrificati in tutte le gamme e tipologie di veicoli, anche LCV, aumenterà la diffusione di veicoli “a energia pulita”; la presenza di un’adeguata infrastruttura non potrà che essere di aiuto. Noi stiamo lavorando su tutti e due i fronti: offerte modulabili e creazione della più grande rete di colonnine elettriche presso i nostri Mobility Store.

RCI MOBILITY, SOLUZIONI PER IL CORPORATE CAR SHARING

risponde: PAOLO COLORCIO, DIRETTORE GENERALE DI RCI MOBILITY

1. RCI Mobility, società specializzata nel carsharing e parte dell’Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi, conta già più di 5.000 veicoli connessi alla sua piattaforma di carsharing. Prevediamo per il 2020 un nuovo anno di crescita grazie all’acquisizione di nuovi clienti in ambito europeo e agli investimenti fatti in termini di tecnologia. Questa ci permette di offrire oggi un’ampia gamma di soluzioni per il carsharing: dal corporate car-sharing per i dipendenti di aziende, alle soluzioni B2C per gli operatori carsharing, alla digitalizzazione dei servizi di veicoli di cortesia e demo per i concessionari dei marchi automobilistici nostri partner.

2. In un mondo automotive e flotte ormai data-driven, le tendenze emergenti riguardano la connettività, l’elettrificazione e la sharing mobility, confermando la transizione già avviata in questi anni dal concetto di condivisione di beni e servizi a discapito della loro proprietà.

3. Promotori della rivoluzione elettrica saranno le case automobilistiche, con modelli dall’autonomia sempre maggiore, la diffusione capillare della rete di colonnine di ricarica e soluzioni di mobilità digitale quali la nostra piattaforma e le nostre app che portano l’innovazione nella quotidianità dei driver, riducendo per giunta i costi di gestione delle flotte.

SHARE NOW, ESPERIENZA SU MISURA PER LE ESIGENZE DEGLI UTENTI

risponde: ANDREA LEVERANO, REGIONAL DIRECTOR OF
OPERATIONS DI SHARE NOW

1. Daimler, con car2go, e BMW, con DriveNow, sono state tra le prime case automobilistiche a capire che era necessario diversificare l’offerta per soddisfare nuove esigenze dei cittadini, offrendo vari servizi e libertà di movimento e attenzione all’ambiente, ed è stato quindi naturale che abbiano deciso di unire le forze e creare una nuova società, Share Now, per raggruppare le diverse soluzioni di mobilità sotto un unico cappello, e rendere sempre più competitivo il car sharing a flusso libero.

2. Il futuro del carsharing per Share Now è assolutamente elettrico, quindi gli sviluppi futuri della nostra strategia viaggeranno verso questa direzione. L’intento è quello di elettrificare la nostra flotta nel corso dei prossimi anni, ampliando ancora di più il numero di città con una flotta elettrica.

3. Il progetto del car sharing a lungo termine è stato lanciato ad agosto 2019 con l’obiettivo di colmare una lacuna nelle esigenze di mobilità dei nostri utenti. Con il carsharing a lungo termine, la nostra offerta si è ampliata diventando sempre più su misura e rispondente alle esigenze individuali degli utenti. Il processo di noleggio di un veicolo a lungo termine rimane invariato rispetto a quello ordinario: sarà sufficiente possedere un account Share Now e aver scaricato la nostra app per utilizzare il veicolo fino a 14 giorni consecutivi.

SIFÀ: LA ‘CIRCULAR MOBILITY’ CAMBIERÀ IL MODO DI FARE BUSINESS NEL NOLEGGIO

risponde: PAOLO GHINOLFI, AMMINISTRATORE DELEGATO DI SIFÀ

1. La crescita di SIFÀ prosegue; chiudiamo l’anno perfettamente in linea con il piano quinquennale che avevamo definito nel 2015 e il traguardo delle 25mila unità in flotta entro il 2020 è molto vicino. Il nostro principale progetto per il 2020 è denominato ‘Circular Mobility’, che andrà a definire un nuovo modo di fare business: nella visione di SIFÀ, la mobilità del domani è un contenitore circolare, che va dalle materie prime alla produzione e distribuzione dei veicoli fino all’utilizzo, la gestione e lo smaltimento per il riutilizzo. Saremo inoltre pronti a proporre soluzioni NLT anche a livello internazionale grazie ad accordi con partner europei, un passo molto importante e significativo. Apriremo nuovi canali di distribuzione (white labeling), potenzieremo ulteriormente la divisione Van&Go e consolideremo la nostra presenza nel segmento PA.

2. Nei prossimi anni le società di NLT che avranno voglia di investire sulla qualità continueranno a crescere e ad aggiungere vetture alle loro flotte. Questo è un settore che dovrebbe mantenere i volumi del passato. Poi, che l’economia in questo momento freni e che ci sia poca fiducia per fare nuovi investimenti sicuramente ha influenza, dunque continuando così le cose, probabilmente caleranno un pochino i numeri globali. Cambiano le motorizzazioni: c’è l’elettrico puro, limitato dalle autonomie dei veicoli e dalla rete di ricarica ancora carente; c’è l’ibrido, che nella versione plug-in ha delle buone performance, ma oltre un certo chilometraggio la soluzione resta il diesel.

3. Per avere una diffusione significativa di mezzi elettrici dovremo attendere 20 anni ed è quindi assurdo spingere sull’elettrico demonizzando il diesel come è stato fatto in questi anni. Occorre che le alimentazioni siano sostenibili anche per il cliente, e non solo per l’ambiente.

VOLKSWAGEN LEASING, DIGITALIZZAZIONE E NUOVI SERVIZI AL CENTRO DELL’OFFERTA

1. Nel 2020 VWL svilupperà il suo business in diverse direzioni. Prima di tutto con l’aggiunta di servizi collegati alla mobilità come i parcheggi, il corporate car sharing, i servizi di ricarica elettrica (card, infrastrutture per privati e aziende), servizi di noleggio a breve termine collegati al contratto principale di lungo termine, e poi con soluzioni che garantiscono alla clientela retail soluzioni a durata e chilometraggio variabile. La digitalizzazione sarà sviluppata per nuovi canali di vendita e gestione della clientela. Saranno infine estese anche SME/PMI soluzioni già sperimentate con successo con il mondo Corporate.

2. Le annunciate modifiche sulla tassazione delle auto aziendali introdurranno incertezze che le società di noleggio dovranno essere capaci di interpretare per sviluppare proposizioni di car policy flessibili. Continuerà la tendenza delle PMI a spostarsi dal Leasing Finanziario al NLT. Canali come la vendita on line e la diffusione capillare di reti agenziali favoriranno tale allargamento del mercato. In un mercato stabile ci sono migrazioni di quote in base alle logiche commerciali dei vari provider. La tendenza è verso un consolidamento del ruolo delle captive, le uniche che garantiscono loyalty e fidelizzazione.

3. Il ruolo delle società di NLT di emanazione industriale sarà importantissimo perché medierà tra le esigenze dei costruttori di imporre le vetture ad alimentazione elettrica (più in chiave di conquista di visibilità che di redditività) e le ritrosie dei clienti ad abbandonare l’endotermico per problemi di prezzo e di capillarità percepita dell’infrastruttura di ricarica. L’offerta aumenterà significativamente nel 2020 e ancora di più negli anni futuri, più ancora rispetto alla crescita della domanda. Senza incentivi fiscali la diffusione sarà lenta. Noi lavoreremo per ridurre i dubbi con analisi customizzate sui clienti e con prodotti che aumentino la flessibilità (più auto all’interno dello stesso contratto di noleggio).