NLT: ecco i programmi per la sanificazione delle flotte

di Luigi Gemma

La sanificazione è oggi diventata una vera e propria necessità soprattutto per le società di noleggio, che si stanno attrezzando per offrire questo servizio ai loro clienti. Abbiamo chiesto di illustrarci cosa stanno facendo, ecco le loro risposte.

Come stanno reagendo le società di noleggio alle richieste sempre più pressanti di sanificazione delle vetture delle flotte? Che procedure stanno mettendo in campo? Con quali strumenti?

Sono queste, e anche molte altre, le domande che abbiamo posto alle principali società di noleggio a lungo termine che operano nel nostro paese per chiarire i loro programmi in merito alla questione della sanificazione. Ecco cosa ci hanno risposto.  

Alphabet, obiettivo garantire la massima sicurezza

Roberto Sticca, direttore operativo di Alphabet Italia

Che la sanificazione fosse un tema già noto alle società di noleggio lo conferma anche Roberto Sticca, direttore operativo di Alphabet Italia. “Il Covid 19 – dice Sticca – ha portato questo tema alla riblata. I nostri sforzi sono stati concentrati per capire l’evoluzione d iquesta nuova esigenza, con un approccio di tipo emergenziale. L’obiettivo che ci poniamo è garantire ai nostri utilizzatori la massima sicurezza. Abbiamo introdotto la sanificazione delle vetture in ogni occasione in cui il driver deve ritirare un’auto”.

“Inoltre affinché tutti i clienti possano ricevere i servizi di sanificazione ad un prezzo competitivo; abbiamo negoziato con la nostra rete di assistenza su tutto il territorio nazionale un ottimo costo. In aggiunta abbiamo previsto di includere sui futuri contratti il servizio direttamente nel canone, per tutti i clienti che ne faranno richiesta, sia per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria che per gli interventi di riparazione a fronte di incidenti”.  

Arval, un servizio di qualità per clienti e driver

Tomaso Aguzzi, Sales Director di Arval Italia

Arval si aspetta che il trattamento di sanificazione diventi un servizio sempre più importante, soprattutto per i veicoli in pool o per quelli delle flotte in corporate car sharing. “Al fine di rispondere in modo puntuale alle nuove esigenze dei clienti – dice Tomaso Aguzzi, Sales Director di Arval Italia – ci siamo subito attivati per offrire un servizio di qualità ai nostri clienti e driver.

Abbiamo prima di tutto individuato i centri riparativi in grado di erogare il servizio e che, anche in questo periodo di emergenza, continuano a essere operativi. Abbiamo concordato con questi delle tariffe fisse e concorrenziali e, su richiesta del cliente o del driver, siamo in grado di indirizzarli verso queste strutture. Al termine dell’intervento, sarà rilasciato al driver o a bordo del veicolo un certificato che attesta l’avvenuto trattamento di sanificazione del veicolo”.

LeasePlan, procedure certifificate nel rispetto delle normative

Alberto Viano, Amministratore Delegato di LeasePlan Italia

LeasePlan si dice pronta alla sanificazione dei veicoli sul territorio italiano nel rispetto di tutte le normative emanate in materia di Covid 19. “Ai nostri clienti – sottolinea Alberto Viano, Amministratore Delegato di LeasePlan Italia – offriamo la possibilità di sanificare le auto in noleggio con procedure certificate e nel rispetto di tutte le normative emanate in materia di Covid 19, sia per le auto nuove in consegna, le auto gestite in pool, per il servizio di corporate car sharing e per le auto a medio termine del prodotto FlexiPlan, con costi competitivi che solo un leader di mercato è in grado di offrire”.

“Riteniamo essenziale garantire a clienti e driver la massima sicurezza in tutte le fasi del noleggio e dei servizi ad esso collegati. Io penso che un leader di efficienza come LeasePlan Italia deve proporre ai propri clienti soluzioni rapide ed efficienti legate alle nuove esigenze di mercato”.  

Per Leasys procedure rigorose con uso di prodotti specifici

Andrea Pertica, CEO di Leasys Rent

In questo periodo emergenziale, Leasys Rent ha rafforzato i già elevanti standard di pulizia dei veicoli e degli ambienti, in linea con le indicazioni dell’OMS e del Ministero della Salute, così da poter garantire – ai clienti come al personale – la massima sicurezza igienico-sanitaria.

“Sui nostri veicoli – dice Andrea Pertica, CEO di Leasys Rent – prima di ogni noleggio applichiamo rigorose procedure di igienizzazione con uso di prodotti specifici, dai detergenti ai disinfettanti usati a livello ospedaliero. Prestiamo particolare attenzione alle superfici toccate più di frequente, come il volante, il cambio, la chiave di avviamento, i pulsanti e leve interne etc. Inoltre, da qualche giorno, i clienti trovano in auto anche un gel disinfettante per le mani, a ulteriore supporto per l’igienizzazione e l’utilizzo sicuro della vettura”.  

Popmove riparte in sicurezza con “Covid Car free”

Alberto Cassone, AD di Popmove

Popmove è la società che – grazie alla partnership tra Hurry e Ald – ha creato il primo ‘social mobility network’, e cioè un’innovativa piattaforma di car sharing che consente di trovare un’auto quando se ne hab isogno e di condividere la propria auto a noleggio a lungo termine quando non la si usa. Per venire incontro alle necessità di sanificazione depi ropri clienti ha realizzato un procedimento che si chiama “Covid Car Free” e prevede tre livelli di sanificazione degli autoveicoli, chiamati CCF1, CCF2 e CCF3. Ogni livello si declina a sua volta in ulteriori step.

“La nostra è una scelta impegnativa in termini di impegno e di costi, ma coerente con gli alti standard di servizio che da sempre Popmove punta a garantire” spiega l’amministratore delegato, Alberto Cassone. “Siamo stati travolti da un’onda imprevista, ma vogliamo rialzarci e la salute dei nostri clienti rappresenta una priorità assoluta. Un riavvio ben coordinato e tempestivo nel settore dei servizi per la mobilità è della massima importanza per mitigare l’impatto della crisi sulla società e anche per venire incontro a chi cercherà soluzioni alternative all’uso dei mezzi pubblici.  

Sifà, sanificazione garantita e piazzali pronti e attrezzati

Roberto Parlangeli, Direttore Centrale e Chief Customer Officer di Sifà

Sifà sta mappando le disponibilità e spingendo la rete assistenza verso la dotazione di macchinari e tecniche di sanificazione. “Siamo attenti – dice Roberto Parlangeli, Direttore Centrale e Chief Customer Officer di Sifà – a individuare le modalità migliori per effettuare questi interventi. Ogni sosta presso la nostra rete sarà garantita da un processo di sanificazione per il nostro cliente ed il suo mezzo”.

“Anche i nostri piazzali saranno pronti ed attrezzati così come saremo pronti anche per il servizio di sanificazione al domicilio dei clienti anche con flotte importanti. I dispositivi e materiali impiegati dalle strutture della nostra rete sono igienizzanti a base alcool 80% in bombola aerosol, il perossido di idrogeno, l’Etanolo 70, l’ipoclorito di sodio, e altri materiali a base di Cloro. In tutti i casi le pulizie saranno eseguite dagli addetti con guanti e dispositivi di protezione individuale”.  

RCI Mobility, procedure specifiche per le operazioni di sanificazione 

Paolo Colurcio, Ceo di RCI Mobility

Anche RCI Mobility, società leader nelle tecnologie e soluzioni di carsharing, ha tra i suoi clienti operatori carsharing, aziende che offrono ai propri collaboratori un servizio di carsharing e le concessionarie auto, diverse strategie e soluzioni per far fronte a questo periodo di emergenza sanitaria.

“In effetti – sottolinea Paolo Colurcio, Ceo di RCI Mobility – sebbene la crisi Covid abbia reso inevitabile la chiusura al pubblico della maggior parte dei servizi di carsharing, una parte dei nostri clienti e partner, decisi a supportare enti e operatori, sanitari e pubblici, coinvolti in prima linea nell’assistenza ai cittadini, hanno messo a disposizione degli stessi le loro flotte dei veicoli. A tal fine, le strutture preposte a questo servizio hanno adottato specifiche procedure per permettere di espletare le operazioni di sanificazione dei veicoli secondo i protocolli delle direzioni degli uffici sanitari a livello regionale e nazionale.  

Si attivano anche i broker

Ma non sono solo società di noleggio a prendere posizione nei confronti della sanificazione. Anche i broker, gli operatori che fungono da mediatori nella vendita di servizi di noleggi alle PMI e ai privati, si stanno muovendo in questa direzione. L’intero settore si sta muovendo per far fronte anche a questa esigenza.

“Siamo in contatto costante con le società di noleggio – dice Iacopo Chelazzi, presidente di Amina, l’associazione di categoria – e allo stesso tempo stiamo verificando le esigenze dei nostri clienti nella fase di ripartenza delle attività e siamo pronti a supportarli anche venendo incontro alle loro necessità in tema di sanificazione”.