NLT: cresce l’interesse, dalle aziende ai privati

di Giovanni Tortorici

Il noleggio a lungo termine sta allargando il suo bacino di utenza, portandosi dai soli utenti aziendali sempre di più verso i privati. Molti sono i benefici che possono derivare dall’uso di questa formula di mobilità, con qualche piccolo accorgimento…  

Il mondo dell’auto è alle prese con un periodo di transizione verso uno schema di mobilità futura più facile da descrivere (tutto sarà elettrico, le vetture saranno a guida autonoma, ecc.) che da realizzare (pensate alle condizioni delle strade e dei ponti, alla segnaletica fuorviante, alle reti stradali e autostradali insufficienti, alla burocrazia che allunga i tempi, alle polemiche sull’alta velocità, ecc.).

C’è però già oggi una soluzione che può facilitare la transizione verso la mobilità del futuro, ed è il noleggio a lungo termine, che oltre ad aziende ed enti pubblici, oggi interessa sempre di più a PMI, partite Iva, professionisti e privati. Proprio per questi utenti è necessario mettere a fuoco alcune questioni che caratterizzano questo prodotto e che possono aiutarli a valutare in maniera più efficiente la sua convenienza.

CON ANTICIPO E SENZA?

La formula del Noleggio a Lungo Termine che sta riscuotendo un certo successo tra i privati è quella che non richiede una quota da versare in anticipo, che è la somma di denaro che potrebbe essere richiesta per l’affidamento di una vettura da parte del noleggiatore e che aiuta a ridurre la rata mensile (canone). L’anticipo è calcolato in base percentuale sul valore del veicolo ed oscilla generalmente dal 10% al 20%. Fatto fondamentale è che l’anticipo non viene restituito e quindi rappresenta un investimento non recuperabile, da parte del privato, ma è fatto per ridurre il canone mensile. Senza anticipo, la rata mensile aumenta.

Il Noleggio a Lungo Termine con anticipo si è affacciato al mercato con l’obiettivo di facilitare i professionisti che utilizzano l’automobile per lavoro. L’anticipo permette di mantenere più bassa la rata mensile, e inoltre garantisce la società di noleggio che ha una copertura data dalla somma versata dal cliente all’atto della stipula: non è impossibile che qualche cliente diventi insolvente nei riguardi della società di noleggio. Si può, dunque, concludere che l’NLT con anticipo è indicato per chi ha intenzione di tenere a lungo l’automobile che noleggia o a chi dispone magari di un piccolo capitale da investire e preferisce non esporsi troppo mensilmente, perché non vuole pesare troppo sullo stipendio o sulla pensione.

A CHI CONVIENE?

L’NLT senza anticipo ha preso piede da non moltissimo tempo, ma ha avuto fin da subito molto successo, tanto che l’opzione è stata estesa anche per i noleggi ai privati. Come è facile intuire, però, questa formula prevede che la rata mensile sia più alta, di circa il 20%, rispetto a quella che si potrebbe ottenere se si versasse un anticipo. A chi conviene il Noleggio a Lungo Termine senza anticipo?

Sicuramente a chi non ha capitale da investire, se privato, o a quelle aziende che hanno la necessità di noleggiare più di un’automobile e di non immobilizzare il capitale, perché preferiscono investire nello sviluppo del proprio business. Avvantaggiati da questa formula, però, sono anche quei clienti che amano cambiare spesso il mezzo e privilegiano i contratti più brevi; in questo modo hanno, infatti, la possibilità di poter guidare sempre un modello di auto appena uscito sul mercato a costi controllati.

DEPOSITO CAUZIONALE

Altro argomento sul quale il privato deve prendere conoscenza è il deposito cauzionale, cioè una garanzia che potrebbe essere richiesta per l’affidamento della vettura. L’importo equivale normalmente ad uno o più canoni mensili di noleggio. Il deposito cauzionale viene restituito alla fine del noleggio. Si tratta di un deposito infruttifero stabilito in misura al singolo ordine. Il locatore ha facoltà di determinare la misura di tale deposito senza alcun limite specifico se non quello ricavabile dai principi generali della proporzionalità rispetto all’interesse che si intende perseguire ovvero della garanzia dell’adempimento delle obbligazioni di pagamento del canone di noleggio e degli oneri accessori.

Il deposito cauzionale di norma generale equivale allimporto della franchigia. In questa maniera la società di noleggio si protegge da eventuali costi per danni inclusi nella franchigia. La maniera di non lasciare un deposito equivalente alla franchigia è quello di abbattere la stessa a zero, ma questo determina ovviamente un incremento del canone.

UNA SOLUZIONE CHE RESTA INTERESSANTE

In conclusione non si può che confermare che il Noleggio a Lungo Termine è interessante anche per i privati sia che si scelga l’opzione con anticipo sia che si scelga quella senza. La possibilità di avere a disposizione un’automobile nuova (o, se usata, super garantita) senza doversi preoccupare dell’antipatica burocrazia obbligatoria e dei costi connessi al suo possesso è già di per sé un vantaggio.

Sicuramente non è tutto rose e fiori, nel senso che comunque un po’ di burocrazia resta: quella che nelle aziende viene seguita dai fleet manager e dall’amministrazione resta e talvolta qualche incomprensione con la società di noleggio rende particolarmente “irritabili” i driver.