Nissan Juke supera l’esame di maturità

di Piero Evangelisti

Autentico salto generazionale per un bestseller. Più grande, più spazioso, ma sempre agile e scattante. Soltanto a benzina da 117 CV. Anche con cambio automatico.

Quando esordì, oltre nove anni fa, Juke si presentò con un design molto incisivo, originale e trasgressivo divenendo il benchmark per i crossover compatti – i B-Suv – che seguirono, inaugurando un segmento oggi sempre più pesante e affollato di tanti agguerriti concorrenti, replicando, insomma, il cammino di Qashqai nel segmento superiore.

Oggi lo scenario è decisamente cambiato, non ci sono più spazi da esplorare in un segmento floridissimo e competitivo dove ci si distingue per il design e per la tecnologia, e dunque Juke, dopo aver dato prova di un’inusuale longevità, con oltre un milione di unità vendute nel Vecchio Continente ( 85 mila gli italiani che l’hanno scelto), si presenta nella seconda serie con una linea più importante, più matura, perfetta per sfidare i competitor con la forza di un design sobrio e muscoloso, atletico, come lo definiscono gli stilisti di Nissan.

STILE E COMFORT

Il salto generazionale è scritto già nelle dimensioni: 7,5 cm in più di lunghezza (4,21 m), 2 cm in altezza (1,59 m, come Qashqai), 3 cm in larghezza (1,80 m) e addirittura 10, 5 cm in più per il passo che ora supera i 2,64 metri, un aumento che ha permesso di ridisegnare l’abitacolo dove i passeggeri del divano posteriore hanno quasi 6 cm di spazio in più per le ginocchia e il volume riservato ai bagagli cresce del 20% (422 litri di volume). Nel nuovo look di Juke spiccano i grandi cerchi da 19 pollici e il tetto che sembra fluttuare, un elemento che snellisce i muscoli di fiancate e passaruote. Equipaggiato di tecnologia full LED di serie, la seconda serie di Juke conserva i fari anteriori di forma circolare con un nuovo segno a Y centrale, complementare alla griglia Nissan V-Motion.

Entrano in gamma due eleganti tinte per la carrozzeria, il Burgundy e il Fuji Sunset Red (quest’ultimo in esclusiva per Nissan Juke) per un totale di 11 colorazioni. Per rispondere alla crescente domanda di carrozzerie bicolori fanno il loro debutto le vernici 2-TONE in tre colori disponibili per il tetto a contrasto. Gli interni sono stati completamente riprogettati e disegnati per combinare stile e comfort: migliora la posizione di guida e tutti i comandi sono collocati in posizione ergonomica, come anche i vani portaoggetti. L’evoluzione rispetto alla prima serie si coglie anche nei nuovi materiali soft-touch per il cruscotto, per gli inserti delle portiere e del poggia ginocchia, così come i sedili sportivi “monoform” di serie, che possono essere rivestiti in Alcantara o pelle.

IL MOTORE

In un mercato in trasformazione, sempre più elettrificato, che registra un declino del diesel provocato da un’assurda demonizzazione del carburante più efficiente oggi disponibile, Nissan ha scelto di equipaggiare, per ora, il nuovo Juke esclusivamente di un propulsore a benzina, un moderno mille a tre cilindri che eroga una potenza massima di 117 CV considerata ottimale per assicurare agilità, scatto e ripresa a un crossover che si muoverà prevalentemente nelle città e intorno ad esse.

Con questo motore, inoltre, Juke può essere ordinato anche con la trasmissione automatica, un eccellente cambio doppia frizione DCT a sette rapporti che può essere manovrato anche attraverso le comode alette al volante. Grazie alla corretta rigidità della nuova piattaforma su cui Juke è costruito nella fabbrica Nissan di Sunderland, Juke ha un comportamento sempre stabile, privo di rollio, e, al contempo, si fa apprezzare per l’agilità, merito della progressiva azione del turbo applicato al tre cilindri che non trasmette alcuna vibrazione. In marcia il sound del propulsore è gradevole e contribuisce a una marcia piacevole e divertente. Il consumo medio registrato in fase di omologazione – meno di 5 litri di benzina ogni 100 km – non fa rimpiangere il diesel.

TECNOLOGIE AVANZATE

L’accesa competizione fra suv e crossover compatti è sempre più focalizzata sulle tecnologie di assistenza alla guida e sui sistemi di connettività che, sulla Nissan Juke, sono numerosi ed efficaci. Come, fra i tanti, il Sistema di frenata d’emergenza Intelligente con riconoscimento di pedoni e ciclisti, il Rilevamento della segnaletica stradale, il dispositivo intelligente di Mantenimento della Corsia, quello di rilevamento posteriore degli ostacoli in movimento e il Blind Spot, un’esclusiva nel segmento di Juke che avvisa il conducente della presenza di un veicolo fuori dal campo visivo riportando la vettura nella corsia evitando la collisione.

Con la nuova serie debutta sul crossover di Nissan l’avanzata tecnologia ProPILOT che mantiene una distanza di sicurezza costante dal veicolo che precede, anche nelle code a passo d’uomo, rendendo la guida meno faticosa nei lunghi viaggi con traffico intenso grazie alla funzione Traffic Jam Plus. A migliorare la visibilità di notte provvedono i fari a LED di serie su tutta la gamma, che aumentano il campo visivo di 10 metri in larghezza e 5 metri in profondità, il più ampio della categoria.

SEMPRE CONNESSI SENZA STRESS

Come sottolinea la Casa Juke possiede il sistema di infotainment più avanzato mai installato su una vettura Nissan, che prevede l’integrazione perfetta degli smartphone, oltre a una app per controllare e monitorare l’auto e un in-car WiFi. L’ultima versione del sistema di infotainment NissanConnect, compatibile con Apple CarPlay e Android Auto, permette di riprodurre sul display integrato da 8” le app preferite installate sul proprio smartphone. Se non si usa il navigatore del telefono, è possibile utilizzare le applicazioni TomTom Maps & Live Traffic. Grazie alla compatibilità con Google Assistant, Juke consente ai conducenti di inviare le destinazioni al navigatore dell’auto direttamente dal proprio smart device.  

ALLESTIMENTI E PREZZI

Il listino prezzi di Nissan Juke è molto semplificato in quanto ruota intorno a un’unica motorizzazione e va da 19.620 a 26.780 euro. Sei sono i livelli di equipaggiamento: Visia, Acenta, Business, N-Connecta, N-Design e Tekna. La Juke Business, con cambio automatico DCT 7, costa 23.770 euro. Se si vuole il ProPILOT Pack (1.000 euro) bisogna salire alla versione N-Connecta proposta a 24.220 euro.