Nell’era Covid soffre il car sharing, ma cresce la durata del noleggio

L’auto condivisa ha risentito molto delle restrizioni alla mobilità, ma nel 2020 si è guidato il 25% in più per singolo utilizzo

I lockdown e le limitazioni degli spostamenti del 2020 hanno determinato un calo di tutte le modalità di trasporto, anche se alcune hanno retto meglio di altre.

CALO CONTENUTO

Su tutte spicca la sharing mobility, che a sopresa ha tenuto. Nel 2020 la mobilità condivisa ha infatti subito complessivamente un calo delle percorrenze di appena il 30,6%: una flessione molto inferiore rispetto a quella sperimentata dal servizio ferroviario regionale (-38%), dall’alta velocità (-66%) e del trasporto aereo (-69%). Le indicazioni arrivano dai dati 2020-2021 presentati dell’Osservatorio nazionale sulla sharing mobility.

Nell’era del Covid gli italiani hanno apprezzato l’offerta di mezzi convidisi, arrivata in Italia al 31 dicembre 2020 a ben 158 servizi di sharing mobility: il triplo di quelli attivi nel 2015 del 2015. La sola città di Milano ha superato quota 28 mila mezzi condivisi, di cui 2.815 auto, 15.430 bici, 4.532 scooter e 5.250 monopattini.

SOFFRE IL CAR SHARING

Usare il mezzo condiviso piace sempre di più, anche se con qualche differenza per tipo di veicolo. La domanda di carsharing è quella che ha risentito maggiormente delle restrizioni alla mobilità, ma in maniera diversa tra servizi a flusso libero (-42%) e quelli “station-based” (-32%).

Il calo del carsharing, secondo l’Osservatorio, non è spiegabile con la paura dell’utilizzo di un’auto non sanificata, ma col venir meno di alcuni segmenti di domanda tipici di questo servizio, scomparsi col lockdown e le chiusure. Tuttavia nel 2020 il carsharing è stato utilizzato sempre di più nei weekend, facendo crescere del 25% la durata media del noleggio, arrivata a 40 minuti.

BENE BIKE E SCOOTERSHARING

Nello studio emerge che soffre molto anche il bikesharing (-55% di noleggi), mentre tiene molto bene lo scootersharing (-25% di noleggi), complice anche l’aumento dell’offerta di veicoli e iscrizioni (+ 45% e +30%).

A convincere sempre di più gli italiani sembra però essere il monopattino. Un veicolo condiviso su 3, in Italia, è un monopattino. Nel 2020 sono stati compiuti 7,4 milioni di noleggi in monopattino e percorsi 14,4 milioni di chilometri. Rispetto al 2019, nel 2020 è aumentata la durata (12,1 minuti) e la distanza dei noleggi (1,8 km) effettuati con questo veicolo.