Mobilità elettrica: ABB protagonista all’ePrix di Formula E

L’ePrix di Formula E che si è tenuto questo week end a Roma – settima tappa della quinta stagione di questa innovativa competizione – è stata un’occasione interessante per puntare i riflettori sul tema della mobilità sostenibile.

Molte sono le aziende legate al mondo dell’innovazione che hanno scommesso su questa competizione, come ad esempio Michelin, Enel X, Bosch e BMW. Tra le altre c’è anche ABB, il colosso svizzero dell’automazione e dell’energia che a inizio 2018 ha siglato con la FIA un accordo pluriennale di sponsorizzazione in base al quale è title sponsor ufficiale della Formula E (il cui nome completo è appunto “ABB Formula E”).

L’impegno sul fronte della mobilità sostenibile di ABB nel nostro Paese è testimoniato anche da altre importanti iniziative. Ad esempio nello stabilimento ABB di Terranuova Bracciolini, in Toscana, sono numerose le sperimentazioni messe in atto per i sistemi di ricarica dei veicoli elettrici. Queste includono Terra HP, il caricabatterie più veloce del mondo, che in soli otto minuti permette una ricarica che assicura fino a 200 chilometri di autonomia.

La produzione di Terranuova Bracciolini è raddoppiata lo scorso anno, a conferma del ruolo chiave che ABB sta svolgendo nel soddisfare la domanda di infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici.