Mobilità aziendale, il contributo del rent a car

Il noleggio a breve non è soltanto una soluzione per il turismo, ma anche per il business. Un settore che ha saputo cogliere le evoluzioni del mondo del lavoro con offerte ottimali per razionalizzare i continui e brevi spostamenti aziendali e per far fronte alle problematiche dell’auto sostitutiva.  Il tutto in nome della flessibilità, del contenimento dei costi e con un occhio attento all’ambiente.

di Andrea Perugia

Il mercato del noleggio a breve termine è costituito essenzialmente da tre segmenti. I primi due, sono riconducibili all’area “business” e coinvolgono direttamente la gestione delle flotte aziendali.  Al primo infatti appartengono le persone che utilizzano un’autovettura in noleggio per motivi di lavoro e al secondo quelle che noleggiano per sostituire la propria vettura momentaneamente non disponibile. Il terzo segmento coinvolge invece i turisti che necessitano di una vettura per visitare luoghi di vacanza.

Un mercato in lenta ripresa
Un settore, quello del noleggio a breve, che ha subito le conseguenze della recessione, anche se ci sono timidi, ma incoraggianti, segnali di ripresa. “Dopo un 2009 che ha chiuso con un regresso di circa il 6 % – sottolinea Stefano Gargiulo, direttore generale di Maggiore Rent – il 2010 vede invertire il trend; i primi 9 mesi registrano un aumento del fatturato del 5%. Il recupero però lo si deve al segmento turismo, mentre i noleggi per motivazione business rimangono ancora critici. Il 2011 si prevede sostanzialmente in linea con il 2010. Buona ripresa dei clienti privati e sostanziale andamento frenato da parte della clientela business”. Un segmento, quest’ultimo, che resta importante nelle attività di gestione delle flotte aziendali. Il mondo del lavoro cambia, si evolve e si trasforma. Nascono nuove figure professionali che hanno abitudini ed esigenze di mobilità molto differenziate e, di conseguenza, muta anche il loro modo di usufruire dell’auto.
“Oggi i dipendenti di un‘azienda – precisa Marco Luigi Brotto Rizzo, direttore marketing e comunicazione di Europcar –  si spostano in continuazione con grande dinamicità e variabilità: il noleggio di autovetture a breve termine risponde in maniera adeguata proprio a queste esigenze di mobilità, con l’obiettivo finale di razionalizzare ed economizzare tutti gli spostamenti aziendali, dal noleggio saltuario di un giorno o di una settimana”. Insomma nuove esigenze di mobilità alle quali bisogna accompagnare soluzioni di noleggio sempre più sartoriali, ritagliate sui bisogni del cliente azienda. “Per quanto riguarda la clientela business – precisa Fabio Spaccasassi, general manager di Hertz Italia – il contesto economico imprenditoriale sicuramente richiede sempre maggiore flessibilità con le formule di lavoro “tipiche” e “atipiche”, con l’ingresso di consulenti, con il turnover e i lavori a progetto“.

Servizi “su misura” nel nome della flessibilità
In uno scenario che resta quindi complesso, la sfida nell’immediato si gioca sulla capacità di fornire servizi innovativi, capaci di soddisfare le esigenze della clientela e che abbiano nella flessibilità un tratto essenziale e distintivo.
“Per quanto riguarda il 2011 – sottolinea Brotto Rizzo – cercheremo sempre di rinnovarci per andare incontro alle esigenze dei nostri clienti e pensare alle soluzioni giuste per la loro mobilità. Stiamo lanciando un programma di fidelizzazione a beneficio della clientela aziendale:  sarà un programma ricco e sviluppato su diversi livelli. Più il driver, sia per lavoro sia per il tempo libero, sceglierà il nostro servizio, più usufruirà di benefici addizionali”. Sulla stessa linea strategica é anche Hertz. “Per aziende con esigenze più ampie, abbiamo istituito un servizio di customer service ad hoc che elabora le formule di noleggio più adatte. Il servizio permette all’azienda di avere condizioni speciali per i propri noleggi giornalieri, settimanali o plurimensili, il servizio di consegna e ritiro dell’auto in agenzie selezionate e una serie di agevolazioni per tutte le prenotazioni effettuate direttamente dal nostro sito”.
Flessibilità, servizi ad hoc e una crescente attenzione al post vendita. “Maggiore punta naturalmente a consolidare la qualità del servizio anche al cliente azienda – prosegue Gargiulo – puntando sugli elementi distintivi dell’offerta corporate: approccio consulenziale della forza vendita, offerta “tailored”, analizzando a fondo le esigenze del cliente; tempestività nel conoscere l’esigenza del momento in cui questa si manifesta, immediatezza del servizio, capillarità nella presenza sul territorio sia di una forza vendita orientata non solo alla consulenza preacquisto, ma anche alla soddisfazione del cliente nel post vendita, ovvero un solo venditore conosciuto che segue l’azienda in tutto il percorso comune”.

Un occhio sempre rivolto ai costi

Se flessibilità ed innovazione sono le parole d’ordine per costruire un futuro roseo nel settore, il presente impone di non trascurare la voce “costi”. In un momento congiunturale delicato, la capacità di fornire servizi “economici” costituisce elemento distintivo dell’offerta.
“Consapevole della necessità da parte della clientela Business di ottimizzare i costi – evidenzia Spaccasassi – e per dare comunque la possibilità di farlo pur noleggiando per periodi più lunghi, abbiamo da poco lanciato Hertz 30+ per le piccole imprese. Hertz 30+ è il programma di Hertz che permette ai clienti di noleggiare auto e furgoni per un mese ed oltre, usufruendo di numerose agevolazioni e di tariffe vantaggiose”.
Risparmio, possibilità di ridurre i costi e, particolare non trascurabile, anche massima trasparenza per permettere all’azienda di avere “le spese” sempre sotto controllo. “Il servizio di noleggio auto – ci dicono da Europcar – permette di fatto all’azienda cliente di coprire tutte le esigenze di mobilità, di razionalizzare e di ottenere sensibili riduzioni di costi, e come se non bastasse, di avere fin da subito visibilità e certezza del costo del noleggio auto”. “Per esigenze di mobilità saltuarie cioè giornaliere o settimanali, la risposta di Europcar anche per le pmi è il noleggio a breve termine di vetture e furgoni di recente immatricolazione, forniti di tutti i requisiti di sicurezza previsti dalla legge, servizio che include tariffe vantaggiose diverse a seconda della vettura prescelta e la possibilità di noleggiare in qualsiasi parte d’Italia e all’estero”. Molta attenzione ai costi quindi,  tentando però di non trascurare la qualità del servizio. “E’ chiaro – precisa Gargiulo di Maggiore – che la fase di criticità che stiamo vivendo ha imposto alle aziende una rivisitazione di tipo restrittivo, ma è altrettanto vero che le restrizioni sono solo di tipo strutturale e non di merito, come la concentrazione dei servizi di procurement in grado di acquistare un servizio sufficientemente flessibile per accontentare le diverse esigenze dell’azienda o delle aziende del gruppo, premiando quindi quel fornitore che, oltre al prezzo, prevale per flessibilità nell’offerta, capillarità nell’erogazione del servizio e soprattutto velocità nel venire incontro alle esigenze del cliente”.

L’auto sostitutiva

A completare il quadro di offerta dei servizi del noleggio a breve per l’area Business, l’opzione dell’auto sostitutiva rappresenta un servizio di assoluta rilevanza.  “Hertz fornisce servizi sostitutivi sia di auto che di furgoni su tutto il territorio nazionale. In questa area da molti anni lavoriamo con alcuni dei più grandi nomi di società a lungo termine e di società che forniscono assistenza stradale e assicurative. Come azienda, ci occupiamo di assistere tutto il processo di sostituzione, dalla richiesta alla consegna del veicolo”.
“Si tratta di un mercato cui Europcar – aggiunge Brotto Rizzo – ha da sempre prestato notevole attenzione sviluppando competenze specifiche che la distinguono nel mondo dell’autonoleggio. Oggi forniamo i nostri servizi a noleggiatori a lungo termine come pure alle società di assistenza per le autovetture sostitutive”. Altri elementi importanti sono la velocità di risposta e la capillarità del network. “Visto il contenuto stesso dell’occasione che genera la necessità di sostituzione della vettura – conclude Gargiulo di Maggiore – un elemento fondamentale dell’offerta deve essere la velocità di risposta all’esigenza del cliente, con un contact center dedicato, procedure più snelle di prenotazione del servizio, capillarità del network”. Il quadro finale che ne scaturisce è quello di un settore tutt’altro che statico, pronto a rispondere alle evoluzioni di un mercato che dà segnali incoraggianti in termini di innovazione con attenzione anche alle tematiche ambientali. “In questo periodo di crisi – conclude Spaccasassi di Hertz – notevoli risultati sono stati ottenuti dalla nostra Green Collection, una collezione di auto a ridotto impatto ambientale dai livelli di emissione di CO2 ridotti.  Questa è la dimostrazione di una sempre maggiore attenzione da parte della clientela alle tematiche ambientali e alla volontà di contribuire alla riduzione delle emissioni con un proprio apporto, noleggiando più ‘green’”.

Lascia un commento