“Mettiamoci in sicurezza”, al via la nuova compagna su legalità e sicurezza stradale

Sono circa 3 milioni i veicoli circolanti in Italia senza assicurazione, pari al 6,3% del parco auto italiano, con punte di oltre il 10% al Sud. Quelle non revisionate sono almeno il 16% a cui si aggiungono quelle rubate. Questa è l’allarmante fotografia presentata da ANIA, l’Associazione Nazionale fra le Imprese Assicurative.

Per contrastare questa autentica piaga sociale, è stata lanciata la campagna “Mettiamoci in Sicurezza”, promossa da IPS – I Professionisti della Sicurezza, associazione senza scopo di lucro che dal 2016 è impegnata su questi temi con l’obiettivo di incoraggiare le buone pratiche, la legalità e la sicurezza stradale.

In particolare, la campagna sociale “Mettiamoci in Sicurezza” renderà disponibili gratuitamente 10 kit di Street Control per 2 mesi, grazie alla partnership tecnologica con Viasat, alle Polizie Locali Municipali dei Comuni che ne faranno richiesta. Si tratta di un sistema che, grazie a una telecamera ad alta sensibilità, è in grado di leggere fino a 100 targhe al secondo, elaborando le immagini rilevate e interrogando le banche dati per individuare i veicoli sprovvisti di assicurazione o soggetti ad altre irregolarità potenzialmente pericolose per i cittadini.

“Che non si faccia mai abbastanza per la sicurezza è innegabile, lette anche tutte le statistiche” spiega la Dott.ssa Monica Di Sante, Criminologa e Presidente di IPS – I Professionisti della Sicurezza. “In continuità con le attività che svolgiamo da anni, abbiamo deciso di lanciare questa campagna con l’obiettivo di intervenire, in particolare, su quelle province maggiormente a rischio di incidenti stradali che possano vedere coinvolti veicoli senza copertura assicurativa, ovvero in quei territori a maggior tasso di sinistrosità, secondo il regolamento IVASS n. 37/2018, e in quelle aree in cui è stimata una maggior presenza di veicoli circolanti senza la copertura assicurativa e revisione”.