Manutenzione stradale, segnali incoraggianti: sarà un 2019 positivo

Il 2019 sta registrando una decisa ripresa dei lavori stradali, dopo 10 anni (2007-2016) di calo continuo e due anni successivi di galleggiamento su valori ampiamente sotto la soglia necessaria per rimettere in salute il nostro patrimonio stradale.

È questo il trend emerso dalla nuova analisi trimestrale effettuata dall’Associazione SITEB (Strade Italiane E Bitumi) e resa nota nel corso dell’evento “Strade a regola d’arte”, promosso dall’Associazione in collaborazione con la Città metropolitana di Milano.

Dall’analisi emerge che la produzione di conglomerato bituminoso (asfalto), principale indicatore delle attività di costruzione e manutenzione delle strade, sta facendo segnare quest’anno una significativa crescita (ad agosto +17%) e a fine anno toccherà quota 30 mln di tonnellate, un livello mai raggiunto negli ultimi 13 anni, anche se ampiamente al di sotto gli standard pre-crisi (produzione stabile a 40 mln di tonn. fino al 2006).

Secondo SITEB, la ripresa delle attività di manutenzione sulla rete stradale va colta dal Governo come “un’opportunità per generare un effetto volano nei confronti delle necessarie attività di manutenzione che molte Amministrazioni locali da troppo tempo stanno rinviando”.

“Auspichiamo che il Governo da poco insediatosi”, sottolinea il Presidente SITEB – Michele Turrini, “inserisca quanto prima nella propria agenda la necessità di un imponente piano per rendere più sicure le infrastrutture italiane, ponti, strade e cavalcavia, a garanzia di tutti coloro che viaggiano. Non vanno ripetuti gli errori del passato, spesso pagati a caro prezzo. Il dato positivo registrato quest’anno non deve far calare l’attenzione sulla necessità di manutenere correttamente le nostre strade”.