Lexus GS Hybrid, l’ecologica che non ti aspetti

di Vincenzo Conte

image Grazie alla combinazione tra costi di manutenzione ridotti ed elevati valori residui, la tecnologia full hybrid offre anche alle flotte aziendali considerevoli vantaggi in termini di costi di gestione. Di questi vantaggi, e di altre importanti qualità messe in mostra su strada, può giovarsi la nuova Lexus GS hybrid, berlina che completa l’offerta ibrida di Lexus.Tutto dell’ibrido, niente dell’ibrido: questo slogan, solo apparentemente contraddittorio, accompagna il lancio delle nuove Lexus, tutte rigorosamente dotate di motorizzazione ibrida, per sottolineare come la gamma offerta del marchio giapponese possa vantare le qualità tipiche delle auto ibride (risparmio nei consumi, minori emissioni) insieme a doti (piacere di guida, attitudine sportiva) che generalmente non sono riconosciute a questo tipo di vetture. In seno alla gamma Lexus spicca la berlina GS Hybrid, rinnovata nel 2013, che abbiamo provato nella motorizzazione da 2,5 litri (alla quale si accompagna quella da 3,5 litri). La prima cosa da dire è che, sulle strade intorno a Madrid, quest’auto ha dimostrato di poter mantenere fede alla promessa fatta dallo slogan Lexus, mettendo in mostra doti stradali al di sopra delle aspettative.

Ibrido di seconda generazione
La nuova GS Hybrid è equipaggiata con il sistema Lexus Hybrid Drive di seconda generazione, in grado di offrire una sensibile riduzione dei consumi e delle emissioni di CO2, NOx e particolato (PM). imageLa trazione, posteriore, è gestita attraverso la trasmissione a variazione continua (E-CVT) per una potenza totale di sistema pari a 223 CV. Di contro le emissioni di CO2 sono di soli 109 g/km e la media dei consumi è inferiore ai 4,7l/100km. Se questo modello può essere adatto anche ad un utilizzo aziendale l’abbiamo chiesto a Mariano Autuori, senior manager flotte e usato di Toyota e Lexus italia. “Quest’auto – ci dice – è particolarmente adatta ad una fascia di utenti aziendali composta da manager e top manager. Suo punto di forza per l’uso aziendale è anche la possibilità di ridurre considerevolmente i costi di gestione (consumi di carburante e costi di manutenzione, ad esempio) mantenendo valori di emissioni che la rendono la più ecologica nel segmento di appartenenza”. A proposito dei costi di manutenzione c’è da dire che, secondo un calcolo fatto da Lexus, in 5 anni si possono risparmiare circa 1.700 euro.
imageLa tecnologia Lexus Hybrid Drive, poi, produce vantaggi anche per l’impianto frenante e le gomme. Nell’arco di 90.000 km, sempre secondo Lexus, la GS Hybrid non necessita di sostituzione dei dischi e richiede un singolo set di pastiglie e un singolo treno di pneumatici.

Tecnologia al top
La trasmissione non richiede l’utilizzo della frizione. Il motorino di avviamento e l’alternatore sono stati integrati all’interno del sistema ibrido e non necessitano di alcun tipo di manutenzione o sostituzione durante l’intero ciclo di vita del veicolo. La cinghia è stata rimpiazzata da una catena di distribuzione. L’estrema cura dedicata all’aerodinamica, ottenuta attraverso l’assemblaggio tra i pannelli e l’inserimento di alette stabilizzatrici e componenti aerodinamiche nel sottoscocca, conferiscono a questa nuova Lexus un Cx pari a 0,26. La maggiore rigidità della vettura assicura reattività ai comandi dello sterzo. Il sistema di sospensioni a doppio braccio oscillante anteriore e la tecnologia multilink posteriore garantiscono stabilità e comfort di guida. Il nuovo sistema frenante dispone di pinze più potenti, di un pedale estremamente sensibile, di un controllo elettronico ulteriormente migliorato e di un sistema ABS di ultima generazione. Il sistema di Sospensioni Attive Variabili è studiato per gestire in maniera indipendente il comportamento delle quattro ruote in base agli input dello sterzo, alle variazioni di carico della vettura e alle condizioni della superficie stradale. Eleganti gli interni, con un abitacolo ergonomico ed estremamente curato, che dispone di un’avanzata Human Machine Interface studiata per garantire il comfort, anche durante gli spostamenti più lunghi. Le numerose tecnologie all’avanguardia includono un climatizzatore a risparmio energetico ‘S-Flow’, e un Remote Touch Interface di seconda generazione, collegato al display Multi-informazioni full-colour a LED da 12,3”. Gli interni della vettura beneficiano del nuovo design della leva cambio e del nuovo Head-Up Display a colori (opzionale). Come per il resto della gamma Lexus, anche questa GS Hybrid garantisce ampio spazio per tutti gli occupanti. I sedili assicurano grande comfort, ed anche l’accesso a bordo è comodo, grazie al nuovo design delle portiere. image Capitolo sicurezza
La gamma GS Hybrid è equipaggiata con i più completi sistemi di sicurezza e assistenza alla guida disponibili oggi sul mercato. L’avanzato sistema di Sicurezza Pre-Crash dispone del monitoraggio del guidatore e di un Cruise Control Adattivo, attivo già a partire da 0 km/h. Le ulteriori caratteristiche di sicurezza includono il sistema Lane-Keep Assist e il Lexus Night View, oltre al nuovo Rear Cross Traffic Alert, che impiega il radar di rilevamento dei punti ciechi per avvertire il conducente dell’eventuale presenza di veicoli durante gli spostamenti in retromarcia. Oltre a questo, la GS Hybrid dispone di fari anteriori adattivi con abbaglianti automatici e di nuovi dispositivi per la protezione dei pedoni. Sono ben 10 gli airbag di serie. image Un importante riconoscimento
A riconoscimento delle qualità di questa vettura è venuto anche un premio, ricevuto in casa dei principali concorrenti, e cioè in Germania, come veicolo con il minor deprezzamento nella sua categoria. Per lanciare GS Hybird nelle flotte aziendali Lexus ha stretto accordi con tutte le società di noleggio. “Da parte loro – continua Autuori – c’è consapevolezza che la tecnologia dell’ibrido si sta evolvendo molto rapidamente e che anche il mercato business si sta evolvendo. Per questo un nostro programma specifico per il 2014 è portare le nostre auto presso fleet mananger, driver aziendali e presso le società di noleggio, per far salire i clienti su questo tipo di vetture e provare con mano cosa significa guidare un ibrido”.